First look The Black List - Stagione 1

Buon inizio di stagione per la NBC con uno straordinario James Spader

first look The Black List - Stagione 1
Articolo a cura di

Se c'è una cosa che ci hanno insegnato il cinema e le serie televisive - ma, in generale, la letteratura poliziesca - è che non ci si può affidare assolutamente ai poliziotti: questi tonti individui che non sanno prendere la mira, che mobilitano dieci macchine e un elicottero ma nel momento del bisogno ti lasciano da solo con un terrorista. Ma per fortuna ci sono i criminali: questi esseri tanto affascinanti, quasi sempre dagli occhi di ghiaccio, che risollevano sempre la situazione.
Questo è The Blacklist, drama poliziesco, in programma in lunedì al seguito di The Voice sul quale il canale punta tantissimo per il successo del network.

Criminali nell'FBI

E' una splendida giornata d sole. Un uomo entra nella centrale dell'FBI e si arrende. E' Raymond “Red” Reddington, il “concierge del crimine”, uno dei dieci maggiori ricercati dalla polizia, da quando è sparito dieci anni prima. Rinchiuso nella segretissima base, ribattezzata “ufficio postale”, l'uomo si dichiara intenzionato a collaborare ed aiutare l'FBI per catturare altri delinquenti come lui, ma a una condizione: parlerà solo con Elizabeth Keen. Ma la Keen è una profiler al primo giorno di lavoro. La classica secchiona, chiamata “Sir” dagli altri perché notoriamente str***a, dal passato di orfana tormentata che vuole riscattarsi col lavoro e costruendosi una famiglia nuova. Perché Reddington ha scelto proprio lei?
Ma quindi che legame avrà mai la Keen con Reddington?

Mi mangiai il suo fegato con un buon Chianti

La citazione nel titolo del paragrafo non è un caso. Red Reddington, a tratti, ricorda tantissimo Hannibal Lecter e chissà che forse il carismatico James Spader non si sia ispirato proprio a lui per interpretare questo criminale che, senza apparente motivazione, decide di consegnarsi all'FBI. Ci sarà qualcosa nel suo sguardo gelido, che incute un po' timore e allo stesso tempo attira perché ci si vorrebbe leggere subito la soluzione al problema: perché costituirsi? E poi: perché quest'uomo vuole come spalla proprio Elizabeth Keen? Queste sono le domande di fondo che ci assilleranno nel corso delle 22 puntate di questo nuovo serial. Puntate che, senza ombra di dubbio, a giudicare anche dal pilot avranno un andamento sia orizzontale che verticale: in ogni puntata senz'altro i protagonisti acquisiranno una maggiore tridimensionalità, uno spessore, si farà sempre più chiaro il loro rapporto e chissà che non ne nasca un'intesa straordinaria. E, allo stesso tempo, in ogni episodio i due dovranno far fronte a uno o più dei criminali che Red ha deciso di “tradire” per un bene superiore.

The Black List - Stagione 1 The Blacklist non sarà sicuramente la serie del secolo: ha un impianto di base classico, facilmente prevedbile. La scena è tutta per i due protagonisti: da una parte un cattivo dal grande appeal, non perché sia prestante, bensì per il suo essere a tratti inquietante e dall'altra una buona forse un po' sottotono ma dal quale ci aspettiamo grandi cose. La cosa maggiormente convincente del pilot è stato il ritmo: quaranta minuti molto intensi, con molti inseguimenti, sparatorie, un po' di sangue. Grande ritmo senza il tempo di pensare se ci stessimo annoiando o meno. Per ora la serie sembra promettere bene ma un dubbio ci attanaglia: riuscirà a mantenere questo carattere per tutte le ventidue puntate a seguire?