First look The Mindy Project - Stagione 1

E' possibile conciliare amore e carriera? E se la smettessimo di credere nel principe azzurro? Queste e altre le domande di Mind

first look The Mindy Project - Stagione 1
Articolo a cura di

L'attrice e scrittrice americana Mindy Kaling, nota ai più per il ruolo di Kelly Kapoor in The Office (USA), è sbarcata su Fox il 25 settembre con la serie da lei ideata, “The Mindy Project”, in cui si è riservata il ruolo di protagonista. Tredici sono gli episodi previsti per questo lavoro che pare si ispiri alla stessa madre della Kaling.

Una moderna Bridget Jones

Cresciuta a pane e film d'amore, la piccola Mindy viene su credendo fermamente nel principe azzurro. I suoi migliori anni sono spesi studiando per divenire dottoressa e sognando nel frattempo di essere l'eroina delle varie pellicole strappalacrime di cui ormai conosce i dialoghi a menadito. Ironia della sorte, anche l'incontro con quello che pare essere l'uomo della sua vita sembra lo stralcio di una romantica sceneggiatura. Ma le favole non esistono e tanto meno il principe azzurro, così l'ingenua Mindy, ormai medico in carriera, si ritrova mollata in favore di una ragazza più bionda, più magra e più carina di lei. Eh si, perchè la nostra simpatica protagonista è un po' lontana dai classici canoni di bellezza a cui i media ci hanno abituato: paffutella, occhialuta e per di più con tanto di cervello pensante. Una nuova Bridget Jones insomma, anch'essa in fissa con gli uomini e dalla vita disordinata. Piante tutte le lacrime per la rottura e in seguito ad un improbabile dialogo con una barbie (altro modello femminile negativo) che le dà della sfigata, Mindy decide che è ora di cambiare e dunque di mettere ordine nella sua vita, lavorativa e sentimentale appunto. Riuscirà nell'intento?

Nessuno è perfetto

Nell'incipit del pilot si può leggere una non tanto sottile critica a certi ideali e modelli che la società impone alle donne (la favola dell'uomo ideale, la bellezza irragiungibile e irreale delle barbie, l'idea che non si è nulla senza un uomo...), che trova conferma anche nella stessa fisicità della protagonista, lontana come abbiamo detto dal modello classico di “bella, ma stupida” da cui ormai siamo circondati. Messo così, poteva difatti anche essere l'inizio di Sex and the city, tuttavia, proprio proseguendo la visione il serial prende una piega un po' contraddittoria in tal senso, dato che Mindy si ritrova all'ennesimo appuntamento in cerca dell' “uomo perfetto”. Predica bene e razzola male in pratica. Chiusa questa parentesi, la comedy è per il resto molto piacevole e scorrevole: la protagonista è simpatica e piuttosto verosimile (dunque favorisce l'immedesimazione), la sceneggiatura è buona, si sorride spesso e si gode della presenza di altri due personaggi interessanti, ovvero i colleghi Danny e Jeremy. Il primo, un po' cinico e dotato di un particolare senso dello humor, ha un rapporto di amore-odio con Mindy che lascia presagire intriganti sviluppi. Il secondo invece, che pare a tratti la versione intelligente del Todd di Scrubs, si definisce un “addicted” del sesso, ma non manca di tenerezza e sensibilità.

The Mindy Project - Stagione 1 Probabilemte questa serie finirà con l'attirare maggiormente il pubblico femminile, tuttavia è parsa in generale un'opera godibile che è riuscita a fare un buon debutto e che, a nostro avviso, ha le carte per proseguire degnamente. Uno sguardo dunque agli episodi che verranno è d'obbligo.