First look The Vampire Diaries - Stagione 5

La quinta stagione di The Vampire Diaries introduce nuovi misteri e personaggi

first look The Vampire Diaries - Stagione 5
Articolo a cura di

The Vampire Diaries è arrivato alla sua quinta stagione e prova a rinnovarsi per non perdere l'attenzione del suo pubblico.
Dopo l'uscita di scena dei membri della famiglia Mikaelson, guadagnatisi un meritato spin-off che si spera venga gestito al meglio dagli sceneggiatori, il serial della CW cerca di sfruttare gli elementi introdotti nelle stagioni precedenti per creare una trama accattivante dalle tematiche forse più mature nella première intitolata I Know What You Did Last Summer.

Un nuovo inizio

Sono passati un paio di mesi dalla fine del liceo e Damon (Ian Somerhalder) ed Elena (Nina Dobrev), che ha finalmente preso una scelta forse definitiva, vivono la loro relazione in modo sereno nonostante nessuno dei due abbia avuto notizie di Stefan (Paul Wesley) per tutta l'estate, non potendo sapere che è stato intrappolato in fondo al fiume da Silas.
Bonnie (Kat Graham), intanto, non ha il coraggio di rivelare alle sue amiche di essere morta rischiando così di rovinare il loro arrivo al college, e continua a sfruttare Jeremy (Steven McQueen), l'unico a poterla vedere, per mantenere i contatti con loro e con suo padre che la crede in viaggio per gli Stati Uniti.
Matt (Zach Roerig) è invece tornato a Mystic Falls dopo aver trascorso un'estate scatenata in Europa insieme a Rebekah (Claire Holt), prima che lei si trasferisca a New Orleans.
La situazione si complica quando Caroline (Candice Accola) ed Elena scoprono di avere una compagna di stanza al college che sembra conoscere molti segreti del mondo sovrannaturale e prende il posto di Bonnie, Silas fa la sua apparizione in città dopo aver rafforzato i suoi poteri, e Katherine, che ha non poche difficoltà a vivere da umana, fa la sua apparizione a sorpresa a casa Salvatore.

Paul Wesley dimostra la sua bravura

Caroline Dries ha avuto il difficile compito di scrivere la sceneggiatura dell'esordio stagionale che deve introdurre tutti gli elementi che sosterranno i futuri sviluppi della serie ed è riuscita a superare la prova in modo piuttosto convincente.
Uno degli aspetto essenziali per la buona riuscita di The Vampire Diaries si è sempre rivelato il nemico di turno che gli abitanti di Mystic Falls devono affrontare; nonostante gli autori abbiano già rivelato che non si tratta di Silas, il vampiro millenario interpretato da Paul Wesley possiede un ottimo potenziale narrativo grazie al senso di superiorità e alla sicurezza che lo caratterizzano. L'attore dimostra inoltre di dare il meglio proprio nel muoversi nelle zone d'ombra e dare spazio a un'ironia tagliente che, purtroppo, non appartiene alla personalità di Stefan.
Sarà interessante, nel corso della stagione, fare il confronto diretto tra i due vampiri e vedere come la loro presenza in contemporanea per le strade di Mystic Falls modificherà le dinamiche esistenti tra i vari personaggi.

Un'opportunità per Matt

Inutile negare che il triangolo sentimentale tra Damon, Elena e Stefan avesse ormai stancato a causa dell'indecisione della ragazza che durava fin dalla prima stagione. I Know What You Did Last Summer potrebbe far presupporre almeno un paio di episodi senza ripensamenti da parte della protagonista, anche se la trama lascia fin troppi spiragli utili a introdurre nuovi problemi sentimentali per tutte le coppie dello show.
Spostare parte degli eventi in un ambiente nuovo come quello del college non può che aiutare lo show, anche se per ora la situazione più interessante sembra ancora quella ambientata a Mystic Falls e, quasi sicuramente, le due location non rimarranno due dimensioni parallele senza punti di contatto per lungo tempo.
La vera sorpresa della première stagionale non è stato però il comportamento fraterno di Damon nei confronti di Jeremy né il ritorno in scena di Katherine o le azioni di Silas, ma il personaggio di Matt. Dopo quattro stagioni in cui Zach Roerig ha dovuto interpretare un ruolo sempre in secondo piano, l'unico umano rimasto in vita nel gruppo di amici di Elena Gilbert sembra finalmente destinato ad avere maggiore spazio all'interno della struttura narrativa.

The Vampire Diaries - Stagione 5 I Know What You Did Last Summer non rappresenta tuttavia un netto cambio di direzione per la serie della CW, ma un piccolo passo verso un rinnovamento necessario. Non basteranno tuttavia un po' di sesso (ovviamente mostrato senza superare i limiti consentiti dalla giovane età del target di riferimento) e qualche party in più per scongiurare il rischio di scivolare in una spirale di assurdità da cui potrebbe essere impossibile uscire indenni. Con l'ennesimo doppelganger in scena, umani diventati vampiri e vampiri ritornati umani, sempre meno genitori rimasti in vita, cuori infranti, e segreti del passato che riguardano, ovviamente, la famiglia Gilbert, The Vampire Diaries rimane sempre in precario equilibrio tra una serie televisiva accattivante e soap opera a sfumature sovrannaturali. Dopo cinque stagioni ci si può, giustamente, attendere una trama in grado di accontentare il pubblico fedele fin dalla prima stagione, ormai cresciuto insieme ai suoi protagonisti, e chi si avvicina per la prima volta al serial aspettandosi una storia di vampiri contemporanea che appassioni e diverta senza troppe complicazioni strutturali che creano solo dubbi e perplessità.