Half season 90210 - Stagione 1

Facciamo il punto della situazione. Cosa succede a BeverlyHills a metà stagione?

Articolo a cura di

Il primo serial rinnovato

Dopo aver introdotto attraverso un First Look il nuovo Beverly Hills, eccoci arrivati all’analisi di metà stagione del serial, mentre dagli USA arrivano notizie confortanti sulla messa in onda del programma: è stato il primo nuovo serial per cui è stata richiesta una stagione completa, al posto delle canoniche prime 13 puntate. Gli ascolti si sono rivelati buoni per la media a cui sono abituati alla CW, rete che trasmette la serie, convincendo i responsabili a premiarla richiedendo altre 9 puntate, arrivando a produrne un totale di 22. Una buona notizia per gli amanti dei teen drama, che troveranno in 90210 uno dei prodotti più riusciti del genere, sicuramente quello che più si accosta a vecchie glorie come The O.C. e Dawson’s Creek.

Il vecchio e il nuovo

L’accostamento non può essere fatto allo stesso modo con il suo predecessore. Infatti, pur migliorando (e molto) rispetto alle prime puntate, al momento 90210 non è contraddistinto dal carisma che aveva, invece, “Beverly Hills, 90210”. Non che questo sia necessariamente un difetto, anzi a volte può essere un bene per un seguito non cercare di scimmiottare troppo il serial a cui fa riferimento (come ad esempio era successo inizialmente per la storia della famiglia Wilson, veramente troppo simile a quella della famiglia Walsh). Semplicemente i due serial trattano il tema della giovinezza in modo diverso, dovuto al fatto che diversi, profondamente diversi, sono i periodi in cui i due serial sono ambientati.

Piccoli miliardari crescono

A metà stagione possiamo notare come alcuni personaggi siano molto ben caratterizzati rispetto ad altri: nello specifico, la sorella di Kelly, Silver, si è rivelata essere uno dei personaggi più riusciti, forse ancor più da single che da fidanzata, come appare nelle ultime puntate. Al contrario gli altri personaggi femminili sono alquanto tediosi, in primis la protagonista Annie, seguita a poca distanza da Naomi: per fortuna proprio nelle puntate prima della pausa di metà stagione gli autori hanno deciso di creare una certa rivalità tra i due personaggi, fattore che sicuramente migliora entrambe, sia a livello di interpretazione che di trama.
Sicuramente meglio il cast maschile, in generale su buoni livelli. Una curiosità su Rob Estes, interprete di Harry Wilson, padre dei ragazzi: aveva già partecipato a Melrose Place, spin-off anch’esso ambientato nell’universo di “Beverly Hills, 90210”, interpretando un diverso ruolo. Si potrà parlare anche in questo caso di “conflitto d’interessi”?
Infine, per quel che riguarda i vecchi personaggi, non si sono avute altre sorprese, mentre Kelly e Brenda sono uscite dal cast per un periodo e sono ritornate nelle ultime puntate mandate in onda, rinnovando un vecchio conflitto che perdura dai tempi del triangolo amoroso con Dylan.

Nuovi intrighi a Beverly Hills

A livello di trama si denota sicuramente un miglioramento rispetto a quanto visto nei primi episodi: i temi trattati non sono più semplicemente l’amore, l’amicizia, la scuola - benché non manchino assolutamente - ma si arricchiscono con le problematiche giovanili, come ad esempio l’assunzione di droghe pesanti, i disagi creati da una presunta relazione tra un professore ed una studentessa, la convivenza di diverse culture. Prima della sosta viene anche presentato il figlio congiunto di Harry e Tracy Clark, la madre di Naomi, una sorta di collegamento tra le due famiglie in un momento non proprio idilliaco sia per la madre di Annie, sia per Annie e Naomi; il ragazzo porterà con sè tutti i problemi che una relazione del genere può far nascere, oltre ad un possibile segreto che verrà svelato nella seconda metà della stagione.
Tutto ciò viene affrontato attraverso l’introduzione di nuovi personaggi, ben scelti dai produttori, benché come avviene per gli altri personaggi, e in generale in tutti i teen drama, non dimostrino assolutamente l’età che dovrebbero raffigurare nel serial.

90210 - Stagione 1 90210 migliora sotto tutti i punti di vista rispetto a quanto era stato fatto vedere nei primi episodi di questa prima stagione. La trama diventa più interessante, i personaggi vengono analizzati più a fondo e i conflitti tra le ragazze lo rendono maggiormente simile al vecchio Beverly Hills. Nonostante ciò i margini di miglioramento per la seconda metà della stagione sono ancora alti. Un difetto? E’ pur sempre un teen drama, perciò non aspettatevi momenti che vi lasceranno con il fiato sospeso, ma un piacevole serial per passare qualche ora spensierata.

Altri contenuti per 90210 - Stagione 1