Marvel

WandaVision intervista al cast e a Kevin Feige prima della recensione!

Abbiamo partecipato ad una conferenza stampa virtuale con cast e produttori di WandaVision: ecco le ultime cose da sapere prima della recensione.

intervista WandaVision intervista al cast e a Kevin Feige prima della recensione!
Articolo a cura di

WandaVision sta per approdare sugli schermi di tutto il mondo grazie a Disney+. La prima serie TV sitcom dei Marvel Studios è pronta ad inaugurare la Fase 4 del Marvel Cinematic Universe e in queste ultime settimane abbiamo già avuto moltissime succose anticipazioni su cosa aspettarci dalla nuova avventura di Scarlet Witch e del suo amato.

Abbiamo appreso, ad esempio, come The Mandalorian abbia ispirato lo show, indizi su alcuni particolari spot commerciali di WandaVision, le parole di Kevin Feige sui legami tra serie TV e film del MCU e alcune particolari anticipazioni di Paul Bettany. Nei giorni scorsi noi di Everyeye, insieme ad una ristretta cerchia di giornalisti, abbiamo partecipato ad una conferenza stampa virtuale con il cast e i produttori della serie TV, che ci hanno fornito ulteriori spunti tanto sul prodotto quanto sulla dimensione narrativa e produttiva di WandaVision. Di seguito, dunque, vi riporteremo le loro dichiarazioni, le ultime cose da sapere insomma prima della recensione di WandaVision e del suo approdo su Disney+, a partire dal 15 gennaio 2021.

I protagonisti: Elizabeth Olsen, Paul Bettany e Teyonah Parris

Ad aprire le danze ci hanno pensato i protagonisti dello show. Elizabeth Olsen e Paul Bettany sono ormai due volti arcinoti per i fan del Marvel Cinematic Universe: dal 2015 vestono i panni di Wanda Maximoff e Visione, sin dai tempi di Avengers: Age of Ultron.In WandaVision vedremo i due eroi in una veste totalmente nuova, però. La serie nasce come una sitcom e ci mostrerà la famosa coppia alle prese con la vita coniugale di tutti i giorni, salvo scoprire nel corso degli episodi che tutto ciò che sta accadendo è frutto della mente di Scarlet Witch. In ogni caso, una prova attoriale del genere è stata piuttosto inedita per Olsen e Bettany, che in alcune sequenze hanno recitato in uno studio davanti ad un pubblico che simulava applausi e risate tipiche delle comedy americane.

Elizabeth Olsen: "Oh dio, sì. È stata la prima scena che abbiamo girato. È stata un'esperienza snervante, ma c'era anche tanta adrenalina. In un contesto del genere, con passaggi e cambiamenti così veloci, mi si è fritto il cervello! Questa esperienza mi ha ricordato un po' un mix tra Mary Tyler moore ed Elizabeth Montgomery, è una commedia molto 'fisica'.

Paul Bettany: "Devo confessare che all'inizio mi sentivo un po' preoccupato per il ruolo di Visione in questo progetto. Ricordo che quando ho letto lo script ho pensato come fare per mantenere lo stesso approccio al personaggio e al tempo stesso trasformarlo in qualcosa di nuovo. Parliamo di un eroe molto particolare, lui è stato Jarvis, poi Ultron, incarna l'intelligenza di Tony Stark, è un essere onnipotente e caratterialmente molto naif. Poi ho detto, okay, ci metto qualcosa di Dick Van Dyke, qualcosa a là Hugh Laurie, e il risultato di tutto ciò penso sia un Visione decente, onorevole, che esiste per Wanda".

WandaVision segnerà il debutto di alcuni volti nel MCU, personaggi che sembrano destinati a restare. Tra questi ci sono la celebre Kathryn Hahn, che interpreta Agnes, la tipica vicina di casa invadente e ficcanaso; ma soprattutto ci sarà Monica Rambeau, che abbiamo già visto in Captain Marvel. Nel cinecomic ambientato negli anni Novanta con Brie Larsson, però, Monica era una bambina: qui è una donna fatta e finita, amica intima di Wanda e interpretata da Teyonah Parris, che ha raccontato cosa possiamo aspettarci dal suo personaggio.

Teyonah Parris: "Avete già incontrato la mia Monica, quando era ancora una bambina, in Captain Marvel. In WandaVision, invece, vedrete la donna che è diventata, com'è cresciuta. Scoprirete chi è adesso, cosa le è successo negli anni trascorsi tra Captain Marvel e WandaVision, in che modo si è evoluta. E non dimenticatevi che rivedrete Monica insieme a Carol Danvers e Kamala Khan (Ms. Marvel) in Captain Marvel 2!".

Kevin Feige: giocare col medium

Tra i protagonisti della conferenza, insieme alla showrunner Jac Schaeffer e al regista Matt Shakman, c'era anche Kevin Feige, boss dei Marvel Studios, produttore esecutivo di film e serie targate MCU, in una sola parola insomma il "deus ex machina" del Marvel Cinematic Universe. Per Feige WandaVision rappresenta un esperimento prezioso e importante, e in corso di conferenza ha sottolineato la centralità di questo valore.

Kevin Feige: "WandaVision è la prima sitcom dell'MCU, come ben sapete. Per noi è una sorta di test davvero importante, sappiamo bene che Marvel ha prodotto tante serie TV di successo, ma questa è anche la prima in assoluto per Marvel Studios. L'idea alla base è stata proprio quella di giocare con i format e con il medium stesso, e devo dire che penso sia stata trasformata meravigliosamente da showrunner e regista nello show che state per guardare". Feige ha commentato anche l'ingresso di Katrhyn Hahn nel cast della serie, nei panni dell'invadente vicina Agnes. Hahn è una famosa attrice, cantante e produttrice televisiva statunitense. "È stato una specie di miracolo, da che ho memoria. Ci ha colpito sin dai primi colloqui, dimostrando di essere una nostra grande fan (e noi lo eravamo di lei e del suo lavoro). Credo che la sua performance sia stata perfetta, anche e soprattutto nel timbro vocale che ha dato al personaggio, trattandosi di una figura piuttosto 'importante', ovvero quella della vicina di casa di Wanda e Visione".