I Am Groot Recensione: l'adorabile serie di corti Marvel su Disney+

I Am Groot è una semplice raccolta di corti sull'omonimo protagonista, colmi di tenerezza e della solita goffaggine dell'albero antropomorfo.

I Am Groot Recensione: l'adorabile serie di corti Marvel su Disney+
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

I corti rimangono tuttora una delle espressioni artistiche più affascinanti e complesse, perché molto banalmente per condensare tanto in così poco tempo a disposizione ci deve essere dietro una mente creativa preparata e vogliosa di sperimentare. In un corto, anche se non immediatamente a prima vista, c'è un livello di preparazione e programmazione a volte inumano, che però può portare a risultati strepitosi. Eppure sentiamo ancora una certa diffidenza nei loro confronti da parte del grande pubblico, come se si trattasse di produzioni minori, di scarsa importanza o, forse addirittura peggio, dei semplici tappabuchi per colmare momenti un po' poveri e aggiungere un ulteriore nome al listone dei nuovi arrivi.

E questa cosa ci sembra un delitto, i corti meriterebbero molta più riconoscenza e attenzione e speriamo che I Am Groot, la nuova serie di corti targata Marvel Studios che debutta su Disney+ (non perdete le uscite Disney+ di agosto 2022), possa attrarre una fetta non indifferente di quel pubblico che in altre circostanza non si sarebbe mai avvicinato ad un progetto simile.

Groot alla riscossa

Perché proprio I Am Groot? Perché ha un aggancio incredibilmente forte rappresentato dal suo protagonista assoluto, l'albero senziente dei Guardiani Della Galassia che soprattutto nella sua versione baby ha conquistato i cuori di milioni di fan grazie alla sua tenerezza e involontaria goffagine (non c'è occasione migliore per recuperare la recensione di Guardiani della Galassia 2!). E ha inoltre dalla sua anche un'attenzione molto più corposa da parte della sezione marketing della Casa delle Idee, che l'ha pubblicizzata al pari o quasi delle altre produzioni seriali del MCU- trattamento ben diverso rispetto ai One-Shots, ad esempio; insomma, può essere davvero la serie animata che spingerà almeno una parte dell'utenza a fidarsi di più dei corti e a lanciarsi nel loro mondo.

Ma ponendo fine a questi giri di parole, di che cosa tratta I Am Groot? Non è altro che una raccolta di 5 tanto piccole quanto deliziose disavventure riguardanti il nostro albero alieno preferito, che si ritroverà nelle situazioni più disparate possibili o, nel tentativo di fare qualcosa di dolce e tenero, combinerà come al suo solito un disastro ai limiti dell'irreversibile. Vero, è una raccolta che dura veramente pochissimo, intorno ai 20 minuti scarni, che però è impossibile non trascorrere con un sorriso fanciullesco stampato sul proprio viso e alternato con delle classiche esclamazioni di pura tenerezza.

La semplicità al potere

Poco importa che si tratti di un semplice bagno rilassante su un pianeta verdeggiante o di un'improbabile competizione di ballo con una misteriosa copia luccicante di sé stesso, Groot riuscirà sempre e comunque a stupire sia i più piccoli che i più grandi, risvegliando quel lato infantile e gioviale che in fondo tutti conserviamo. Come non tifare per il minuscolo alberello quando una pianta crudele gli ruba il posto e le amorevoli cure dei robot di bordo o nei suoi assurdi tentativi di disegnare i Guardiani, quasi fosse un dipinto da appendere sul frigorifero?

Per quello che è, I Am Groot svolge benissimo il suo dovere, un passatempo perfetto per passare una colazione o un aperitivo in compagnia di un prodotto leggero che sì, magari a conti fatti non lascerà una traccia indelebile nella vostra memoria né tantomeno un'impronta decisiva - se non forse sul piano meramente commerciale - sul medium, ma colmo di bellezza e scenette dalla simpatia unica e inconfondibile. A volte basta poco per creare qualcosa di soddisfacente, I Am Groot ne è l'esempio perfetto.

IamGroot A volte basta un po' di semplicità per realizzare qualcosa di piacevole che si, magari non rimarrà nella storia, ma può comunque trasmettere tanto. I Am Groot è un esempio perfetto: non importa che il nostro albero senziente alieno si stia facendo un bagno rilassante, che stia sfidando una strana copia brillante di sé stesso o aiutando (più o meno) una piccola popolazione aliena a sfamarsi, la nuova serie dei corti targata Marvel Studios riuscirà a farvi passare 20 minuti con un sorriso fanciullesco stampato sulla faccia alternato ad infinite manifestazioni ed espressioni di tenerezza. E in fondo questo doveva fare I Am Groot, nulla di più, nulla di meno. A volte basta veramente poco.

7