As We See It: recensione della serie che racconta l'autismo su Amazon Prime

La serialità continua la sua strada nella diversity e lo fa con As We See It, nuova serie originale di Amazon Prime.

As We See It: recensione della serie che racconta l'autismo su Amazon Prime
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

La tv sta progredendo e, così, anche i suoi prodotti. I discorsi sulla diversity e l'inclusione si sono rivelati un terreno fertile che ha accolto le opinioni e le visioni di molti, cercando di aprirsi il più possibile alle molteplici sfaccettature di cui è composta l'esistenza e che ha bisogno a propria volta di potersi riconoscere sullo schermo. L'importanza della rappresentazione è un tema sensibilissimo nella contemporaneità dei prodotti audiovisivi, che sempre più spinti dalle potenzialità del confronto e delle sfide hanno finalmente deciso di toccare aspetti troppo spesso rilegati allo sfondo rendendoli protagonisti.

L'autismo, da diversi anni a questa parte, è stato uno dei temi che soprattutto la serialità ha cercato di sdoganare. Tentativi avanzati grazie all'apertura di nuovi spazi di condivisione e di finestre che permettessero la diffusione di narrazioni incentrate completamente su problemi, ma anche facezie e divertimenti legati all'autismo, non cercando la tipica formula della "normalità", ma mostrando la vita, le difficoltà ed anche le gioie dei personaggi nella loro completezza.

As We See It: amore, amicizia e lavoro nella serie sull'autismo

Se a partire è stata soprattutto Netflix, che a stretto giro ha offerto la possibilità di portare al pubblico le esperienze di Atypical e Special (Atypical che si è conclusa e di cui abbiamo parlato nella recensione dell'ultima stagione di Atypical), tocca ora ad Amazon ampliare lo spettro delle produzioni che mostrano un panorama di storie e diversità che hanno l'occasione di aprirsi al grande pubblico.

È As We See It la serie che spicca nel catalogo di gennaio 2022 su Amazon Prime Video, storia di un gruppo di coinquilini ognuno affetto da un diverso tipo di autismo, che vivono e ricercano la loro indipendenza a prescindere da qualsiasi apparente impedimento. As We See It abbandona i canoni antiquati e ormai passati della commiserazione e della drammatizzazione dell'autismo, rendendolo nel suo racconto condizione neutra da cui partire per cui trattare la vita, i desideri e gli ostacoli dei suoi protagonisti. Non ci sono momenti madre nella serie di Amazon, non si sfocia nello strappalacrime e non si ricerca un'enfasi dei disagi e dei disturbi che potrebbero vivere i protagonisti. Nella sua ripresa quasi dal vero dell'esistenza dei personaggi la serie si concentra sul delinearne i percorsi all'interno delle otto puntate, tutti specifici per ogni protagonista, i quali convergono e si uniscono all'interno della loro casa.

La semplicità è la chiave con cui approcciarsi a As We See It ed è esattamente questa a definire la narrazione degli episodi. Con la supervisione del personaggio di Mandy, interpretata da Sosie Bacon, i protagonisti a cui prestano i volti Rick Glassman, Sue Ann Pien e Albert Rutecki si ritrovano a dover affrontare un'autonomia che richiede l'andare incontro a delusioni e cambiamenti ardui da superare, ma con cui i personaggi decidono comunque di confrontarsi per poter spingersi oltre le loro paure e poter continuare a crescere e maturare.

Tutta l'empatia di As We See It

Una dolcezza, quella di As We See It, che porta presto lo spettatore ad affezionarsi ai personaggi. Una delicatezza nella scrittura che si ritrova nella linearità con cui tratteggia i cammini che vuole far intraprendere ad ognuno dei suoi protagonisti all'interno della serie, conducendoli tutti per mano, sia coloro affetti da autismo, sia coloro che gravitano intorno a quest'ultimi.

Una simpatia che nasce dalla tenerezza che la serie instaura tra coinquilini e pubblico, un'empatia su cui i personaggi devono lavorare, arricchendola ed estendendola fino agli spettatori. Come amici invitati ad assistere agli eventi e alle disavventure amorose, emotive, lavorative e famigliari di As We See It, ma insieme alla fratellanza che si può creare e al sostegno che le persone sono capaci di donarsi l'un l'altra, la serie offre uno sguardo toccante sull'autismo e sul modo con cui approcciarlo. Una storia di amorevolezza, fiducia e cura, quelle poste all'interno del racconto e utilizzate per rendere soddisfacente la riuscita della serie.

As We See It As We See It continua il percorso sulla diversity intrapreso dalle serie tv e lo fa grazie ad Amazon Prime Video. La storia è quella di tre coinquilini affetti ognuno da autismo che, attraverso l'aiuto del personaggio di Mandy, cercano di affrontare i problemi legati alla vita, all'amore, alle amicizie e al lavoro, ricercando continuamente la loro autonomia e indipendenza. Un'opera la cui dolcezza viene definita grazie ad una scrittura semplice ed efficace, che fa affezionare ai personaggi, accrescendo l'empatia sia nei suoi protagonisti che negli spettatori.

7