Netflix

Élite Storie brevi: gli episodi di Natale convincono?

Tre episodi, tre speciali sul Natale: Élite ci riprova e continua il suo ciclo di storie brevi dedicate ai diversi personaggi.

Élite Storie brevi: gli episodi di Natale convincono?
Articolo a cura di

Prassi vuole che il Natale sia un momento di sospensione da tutto e così anche nelle serie TV. Nel corso degli anni sono cresciute esponenzialmente le storie che, durante il periodo delle festività, fermavano la propria narrazione per dedicare un'intera puntata alla magia delle feste, inserendo o meno l'episodio all'interno di una trama verticale e gustandosi le ambientazioni e le possibilità narrative che offrono i giorni attorno alla Vigilia. Ci sono poi casi di veri e propri special natalizi qu indipendenti.

È esattamente ciò che va accadendo ad Élité su Netflix che, dopo l'uscita della sua quarta stagione (qui la recensione di Elite 4) a giugno 2021 e il rinnovo di Elite da parte di Netflix, decide di non farsi dimenticare dagli spettatori nemmeno durante le pause natalizie, rilasciando non uno, non due, ma ben tre speciali natalizi dedicati ognuno ad un personaggio diverso. Operazione già avvenuta nel corso dell'anno, quando le storie brevi della serie legavano la terza e la quarta stagione. In realtà tra le fila delle narrazioni all'interno del trittico di episodi confluiscono più personaggi conosciuti nel corso degli anni; in particolare, i creatori Carlos Montero e Darío Madrona si concentrano qui sugli eventi e i sentimenti di un trio specifico di protagonisti.

I canti di Natale di Élite

Abbiamo così Cayetana, Samuel e Patrick, fulcro di tre differenti cantici di Natale che non si incrociano tra loro, ma camminano come rette parallele per dirigersi tutte verso lo sbocco della prossima stagione. Tre racconti legati semplicemente dalle atmosfere delle feste, chi per la sua aria caritatevole, chi alla ricerca di un miracolo e ancora chi vede il suo passato, il suo presente e il suo futuro come in un moderno e psichedelico viaggio alla Charles Dickens.

Se però in superficie vediamo il personaggio della giovane bidella darsi al volontariato, il tormentato Samuel cercare un modo per continuare a vivere nella sua casa e il libertino Patrick scivolare in un trip in una baita in mezzo al nulla, in verità gli episodi di Natale cercano di veicolare una parte dell'emotività profonda dei personaggi. Giovani che, nel breve tempo di ogni puntata che va formando lo speciale, diventano protagonisti all'interno di storie all'apparenza separate, ma che in realtà vanno ad intersecarsi con ciò che hanno vissuto nella stagione precedente e quello che si presume dovranno attraversare in seguito. Non perciò la tipica visione natalizia che si apre e chiude vivendo la sua fruizione come un momento estemporaneo.

Quello che Élite ha offerto, oltre ad un dono sotto l'albero a tutti i suoi appassionati, sembra essere l'esplorazione in un'interiorità che rischierebbe di non poter essere approfondita nel marasma di trame e di intrighi che caratterizzano solitamente lo show e in cui questi momenti di maggior consapevolezza potrebbero perdersi.

Aspettando le nuove stagioni

Il distaccare l'accettazione dei sentimenti di Cayetana nei confronti del nobile Phillipe, la situazione di svantaggio economico di fronte a cui viene brutalmente messo Samuel e l'auto-analisi delle violenze subite dalla sua famiglia nell'ultimo anno da parte del viziato Patrick sembrano ponti per la conduzione verso il proseguimento della storia di Élite. Varchi che si pongono sia come chiusure di un discorso spalancato con la quarta stagione, sia epilogo per la quinta che verrà.

Sicuramente i fan della serie non potranno che gioire di questo regalo che cerca di mettere un piccolo freno alla voglia di novità su Élite, ma al contempo far desiderare ancora di più il suo ritorno. Di certo un intervallo piacevole prima del grande ri-debutto, dove l'aria del Natale verrà sostituita da quella più piccante che ha contraddistinto finora il titolo.

Élite 4 Continuano le storie brevi di Élite e stavolta lo fanno omaggiando le atmosfere del Natale. Vediamo così Cayetana fare volontariato, Samuel che cerca un miracolo e Patrick che osserva le sue festività tra passato, presente e futuro. Un trittico che cerca di approfondire i caratteri dei personaggi, oltre che ad arricchire la storia. E che lascia la sensazione di trovarci di fronte ad un ponte che collegherà la quarta e la quinta stagione.

6