Grace and Frankie, recensione della stagione 5

Cos'hanno combinato le due strambe coinquiline nel nuovo ciclo di episodi disponibile su Netflix? La risposta è un misto di risate e amarezza.

recensione Grace and Frankie, recensione della stagione 5
Articolo a cura di

Correva l'anno 2015 quando, tra un Daredevil e un Sense8, al catalogo di produzioni seriali originali di Netflix fu aggiunto Grace and Frankie. Una commedia non particolarmente originale, ma con un pedigree notevole: uno dei due creatori era Marta Kauffman, co-autrice di Friends, e i quattro interpreti principali erano dei pesi massimi come Jane Fonda, Lily Tomlin, Martin Sheen e Sam Waterston. Da una premessa elegantemente semplice (Grace e Frankie si ritrovano a vivere insieme dopo essere state lasciate dai rispettivi mariti, i quali confessano di essere amanti) è nata una serie che col passare delle stagioni - la sesta è stata annunciata tre giorni prima che fosse disponibile la quinta - si è trasformato in un ritratto caustico, intelligente e divertente della terza età in ottica femminile, di cui esiste da qualche mese, sempre su Netflix, una sorta di controparte maschile (The Kominsky Method).

Un'amicizia messa alla prova


Avevamo lasciato Grace (Fonda) e Frankie (Tomlin) alle prese con una nuova situazione abitativa, ma non c'è da stupirsi se le logiche da sitcom prendono il sopravvento e reintroducono lo status quo a noi noto con estrema rapidità. Le situazioni si susseguono con fare prevedibile ma sempre simpatico e divertente, con sporadiche novità - cani, maiali e una strepitosa ospitata di RuPaul - per ravvivare un canovaccio che vuole preservare la struttura di sempre ma al contempo guardare avanti.

E così, inevitabilmente data l'età anagrafica delle due protagoniste, si comincia a meditare sul tempo che rimane a disposizione. Non che ciò sia un elemento da considerare come eventuale indizio della prossima chiusura della serie (come già detto, la sesta stagione è confermata, e le due attrici non hanno intenzione di smettere), quanto piuttosto la prosecuzione naturale, già in parte avviata lo scorso anno con la storyline della casa di riposo, di un concetto insito nella premessa stessa dello show: la storia di due donne costrette a reinventarsi quasi da zero a una certa età. L'idea serve anche per esplorare da un nuovo punto di vista l'altro concetto di base, ossia la convivenza quasi forzata di due persone che, prima degli eventi dell'episodio inaugurale quattro anni or sono, si sopportavano a malapena. E a tal proposito...

La risata alternativa


The Alternative è il titolo del finale di stagione, il sessantacinquesimo episodio della serie, diretto dalla stessa Kaufmann. Una puntata che prende il classico escamotage da sitcom - l'episodio a base di flashback - e lo trasforma a suo modo, spingendosi in territori da what if ponendosi la seguente domanda: e se Grace e Frankie non avessero deciso di vivere insieme dopo l'annuncio di Sol e Robert? Il potenziale comico è ricco e sfruttato a dovere, soprattutto per quanto riguarda la performance di Jane Fonda che si prende gioco della propria immagine proponendoci una Grace tutt'altro che graziosa, mutilata da chirurgia estetica andata storto.

Ma dietro questo scenario ipotetico che avrà ovviamente una risoluzione felice nell'immediato (siamo pur sempre nell'ambito della commedia) si cela una punta di amarezza e di realtà che non si può trascurare, come sempre quando lo show suggerisce sbocchi narrativi meno scontati: la logica del genere vuole infatti che Grace e Frankie rimangano unite fino alla conclusione del programma, ma la logica drammaturgica propenderebbe per un'altra soluzione. E così, mostrandoci entrambe le possibilità nello stesso episodio, la quinta stagione si conclude facendoci indirettamente una domanda: noi, gli spettatori, saremo in grado di sopravvivere a un'eventuale separazione delle due improbabili "amiche"? La risposta forse non si farà attendere e, visti i precedenti della serie, sarà probabilmente in egual misura scontata e sorprendente, come le esilaranti vicissitudini quotidiane delle due coinquiline.

Grace and Frankie - stagione6 La quinta stagione della serie comica di Netflix conferma i pregi e i (relativi) difetti delle annate precedenti, portando avanti la storia di Grace and Frankie in modo molto classico, a tratti ripetitivo, ma con abbastanza elementi nuovi da non risultare stantia. La chimica fra Jane Fonda e Lily Tomlin rimane il maggiore punto di forza, soprattutto nel finale di stagione che ne esplora un lato inedito e strepitoso, ponendo le basi per un futuro promettente.

7.5