I segreti delle balene: il nuovo documentario di James Cameron su Disney+

Un viaggio intimo e commovente alla scoperta di specie acquatiche affascinanti e dalla struttura sociale complessa.

I segreti delle balene: il nuovo documentario di James Cameron su Disney+
Articolo a cura di

Le uscite Disney+ di aprile ci regalano nuove docuserie tutte da gustare, che dimostrano quanto la soluzione streaming di Burbank sia sempre più impegnata nel ruolo di piattaforma educativa. Dopo Paradisi Inesplorati, documentario in cinque parti fatto di sole riprese e musiche (qui trovate la nostra recensione di Paradisi Inesplorati), anche l'acclamato regista James Cameron ci regala un biglietto esclusivo per un viaggio appassionante alla scoperta dei mari. I Segreti delle balene, in arrivo il 22 aprile, ci conduce con una narrazione emozionante - affidata a un'attrice d'eccezione - in ambienti naturalistici ancora pieni di misteri!

James Cameron torna a esplorare il fascino dei mari e della natura

Il nome di James Cameron non è ignoto tra gli appassionati di cinema, ma viene solitamente associato a film di portata mondiale come Titanic, Terminator e Avatar. Chi conosce in modo più approfondito la carriera del grande produttore, regista e sceneggiatore, sa che parte della sua attività è dedicata alla realizzazione di documentari, legati in particolare al mare. L'ultima delle sue fatiche esplora da vicino un mondo apparentemente molto lontano da noi e in parte ancora avvolto nel mistero: quello delle balene. Non è un caso che l'uscita de I segreti delle balene sia prevista per il 22 aprile, Giornata della Terra; la docuserie sembra voler esaltare le meraviglie della natura e abbattere ogni differenza tra esseri umani e animali acquatici, portandoci vicinissimi a questi ultimi e permettendoci di capire - tramite una narrazione semplice, dettagliata ed emozionante - quanto il nostro mondo e il loro siano più vicini di quanto non crediamo.

Gli esseri umani sono caratterizzati da dinamiche sociali molto evolute, da comportamenti relazionali, rituali e una particolare gestione del lutto. Sembra incredibile notare processi simili anche in animali così diversi da noi per habitat e comportamenti. È l'attrice Sigourney Weaver ( arrivata al successo grazie ad Alien, ma già collaboratrice di Cameron in Avatar) a ridurre questa distanza, raccontando come specie diverse di balene - orche, megattere, beluga, narvali e capodogli - abbiano sviluppato una socialità complessa.

Questa si esprime attraverso il gioco, particolari metodi di comunicazione, l'educazione e l'addestramento della prole e il rapporto con la morte. L'unione di forze tra James Cameron, l'esploratore e fotografo Brian Skerry (National Geographic), Sigourney Weaver e un team di appassionati naturalisti e documentaristi, dà vita a un prodotto di alta qualità, che nel corso della visione sottolinea quanto in realtà i documentari nel confronto con altri esseri viventi siano utili soprattutto a conoscere noi stessi.

Un progetto impegnativo in giro per il mondo

I segreti delle balene è una docuserie breve, che si divora tutta d'un fiato grazie a soli quattro episodi da circa mezz'ora l'uno. Malgrado questa facilità di fruizione si nota subito quanto il progetto avviato da James Cameron e dai suoi collaboratori sia in realtà molto ambizioso. Alla base di questo nuovo titolo c'è un lungo retaggio di studi su diverse specie acquatiche e sulla loro organizzazione sociale, ricerche che hanno condotto a conoscenze impensabili solo pochi anni fa. Lo storytelling non si limita dunque a presentare all'osservatore le vite di queste affascinanti creature, ma entra nel dettaglio per ogni specie, regalando un utile e affascinante approfondimento su quella che viene definita la loro cultura. Per cultura si intende qui la capacità di adattamento all'ambiente; l'apprendimento di tecniche che permettono a una specie di sopravvivere in situazioni difficili. Le balene presentano schemi tattici di caccia particolarmente complessi, che sembrano andare oltre al mero istinto predatorio. Lo stesso vale per le interazioni sociali, fondate su comprtamenti ricorrenti e per nulla casuali. Per presentare allo spettatore tutto questo, Cameron e il resto del team hanno impiegato ben tre anni, in un viaggio che li ha condotti in giro per il mondo in 24 paesi diversi.

Accompagnato dalle emozionanti musiche composte da Raphaelle Thibaut, I Segreti delle Balene smentisce molti luoghi comuni sulle specie presentate e spiega alcune divertenti curiosità, chiarendo per esempio la strana funzione del corno del Narvalo (che in realtà è un dente particolarmente sviluppato). L'impegno messo nella realizzazione del progetto si nota fin dalle prime scene: le riprese sono di alta qualità, condotte in modo da avvicinare moltissimo l'osservatore alle specie studiate. Con un montaggio accurato e una scelta sonora azzeccatissima, questo nuovo titolo su Disney+ cattura l'attenzione degli appassionati di documentari e non solo, ai quali James Cameron regala più un'immersione emotiva, che una semplice esperienza didattica.

I segreti delle balene Con I Segreti delle Balene, James Cameron si cimenta ancora una volta nel genere documentaristico, regalando allo spettatore un prodotto coinvolgente ed educativo. Attraverso riprese meravigliose, una colonna sonora appassionante e una narrazione efficiente - affidata a Sigourney Weaver - questa nuova docuserie informa, emoziona e svela molte curiosità su quanto molte specie di balene abbiano appreso tecniche evolute per adattarsi all'ambiente.

8