Netflix

Kid Cosmic 2 Recensione: torna la frenetica serie animata di Netflix

Nuove minacce e avventure intergalattiche per i nostri improbabili eroi, con un'attenzione particolare alle responsabilità e al ruolo di un leader

Kid Cosmic 2 Recensione: torna la frenetica serie animata di Netflix
Articolo a cura di

Le storie di supereroi ci hanno abituato al fatto che il Bene trionfa sul Male, ma che spesso il Male tende a tornare, ancora più forte di prima! Questo avviene anche nella seconda stagione di Kid Cosmic - una delle uscite di settembre di Netflix - nella quale i protagonisti si trovano a dover affrontare una nuova minaccia spaziale. Gli anelli del potere rischiano di cadere nelle mani sbagliate, ma riusciranno i nostri eroi a impedirlo?

In Kid Cosmic - creato dal papà delle Superchicche Craig McCracken e tornato sulla piattaforma con otto nuovi episodi - non si vive solo l'azione di un prodotto supereroistico pensato per i piccoli spettatori, ma si affrontano anche tematiche importanti, come lo spirito di gruppo, la responsabilità, il concetto stesso di eroismo e la voglia di sentirsi utili per gli altri.

Tanta azione e nuovi personaggi

Come abbiamo detto nella nostra recensione di Kid Cosmic, questa serie di animazione è stata presentata al suo pubblico fin dall'inizio come uno show dal ritmo rapido e scoppiettante, in linea con il carattere entusiasta di Kid, un protagonista che da sempre sogna di essere un piccolo eroe, ma che trova l'occasione di diventarlo solo quando si imbatte nelle Gemme del Potere, incastonate in cinque anelli.

Quando Kid ne indossa uno, assume il potere della telecinesi e inizia così il proprio percorso da supereroe, assieme a un gruppetto di amici: Papa G, il "nonno adottivo" di Kid, Jo, la cameriera alla tavola calda in cui Kid ama sempre recarsi, la piccola Rosa e il gatto Tuna Sandwitch. Con una squadra di eroi improbabile come questa, salvare un pianeta attaccato da alieni pronti a reclamare le gemme non è affatto facile, ma Kid intraprende un lungo percorso per capire cosa significa essere eroi.

Nella seconda stagione i protagonisti si trovano nello spazio, dove è stata teletrasportata la tavola calda gestita da Jo e dalla madre. La situazione è tutt'altro che tranquilla, perché un altro villain sta per entrare in scena. Si tratta di Fantos L'Accumulatore, grande ammiratore del malvagio distruttore di pianeti Erodius. Fantos è intenzionato a raccogliere tutte e tredici le Gemme (nate dalla distruzione dei pianeti da parte di Erodius) per collezionare i manufatti del proprio beniamino. Impegnati dunque a trovare le altre pietre sparse per la Galassia prima che lo faccia il nemico, Kid e i suoi compagni si trovano ad affrontare nuove avventure, nuovi avversari e tanti conflitti interiori.

Le dinamiche sono in parte simili a quelle viste negli scorsi episodi, a partire dal tentativo di risolvere delle insicurezze personali, concentrate però stavolta su Jo e non sul protagonista, Kid, a cui non viene dato troppo spazio e che rischia quasi di diventare una figura secondaria. Risulta particolarmente interessante l'aggiunta dei nuovi personaggi, tra cui spicca fra tutti il villain Fantos, che non sfuggirà ai conoscitori dei prodotti Marvel per le analogie con Thanos e con gli eventi raccontati in Infinity War. Non fosse che Fantos somiglia più a una parodia di Thanos, per via di un atteggiamento infantile e per i tratti volutamente esasperati da "cattivo dei fumetti".

Questa storia di crescita personale e lotta contro il Male viene raccontata con un mood fumettistico e con un tratto che cerca di imitare il più possibile uno stile artistico tradizionale. La scelta sonora, potente, evocativa e talvolta un po' troppo frenetica, è strettamente legata al genere supereroistico e fantascientico. A livello tecnico Kid Cosmic si conferma insomma una serie ben confezionata, con qualche pecca a livello di ritmo narrativo, che permette poco l'esplorazione di alcune figure (come l'alieno Chuck o lo stesso Kid) o l'approfondimento più lento e graduale di determinate dinamiche.

La forza del gruppo e la voglia di rivalsa

Nella prima stagione di Kid Cosmic viene raccontato il desiderio da parte di Kid di essere un eroe, scaturito da un grande conflitto interno riguardante i genitori. Nei nuovi episodi - come anticipato sopra - è subito chiaro che il protagonista di una profonda evoluzione personale non è Kid, ma l'amica Jo, depositaria della gemma viola, che le consente di creare portali. Con l'arrivo di Fantos, è lei a sentire il peso dei dubbi e delle insicurezze e, sebbene l'azione resti per la gran parte corale, lo show concentra la propria attenzione su di lei e sul suo desiderio di essere una buona leader.

In una stagione scandita da ritmi particolarmente frenetici e non più in grado di sorprendere lo spettatore con colpi di scena geniali, Kid Cosmic riesce comunque fornire degli elementi di novità su cui riflettere, delle tematiche importanti tanto per i giovani spettatori quanto per quelli un po' più grandi. L'arco narrativo di Jo è una vera e propria scoperta di sé, dei propri limiti e delle proprie capacità, nel percorso che la porterà da semplice spalla del protagonista a leader del gruppetto di eroi.

L'esplorazione di questa dinamica è stata fatta in modo attento, sebbene l'azione frenetica di cui abbiamo parlato nello scorso paragrafo abbia talvolta tolto spazio alle riflessioni della ragazza e all'esplorazione del suo rapporto con la madre, elemento a cui poteva essere dedicata maggiore attenzione. L'emergere della figura di Jo permette a Kid Cosmic di andare oltre al concetto di eroismo (esplorato nella prima stagione tramite il desiderio di Kid di avere i superpoteri), e di esplorare sentimenti più maturi.

Che cosa significa essere una leader e cosa comporta questa responsabilità? I conflitti di Jo si rispecchiano sull'equilibrio del gruppo, percepito dalla ragazza stessa come inadeguato e inesperto, ma creeranno anche i presupposti per un chiarimento e per scelte importanti. Con un po' più di attenzione all'equilibrio tra scene d'azione e spunti introspettivi, la terza stagione di Kid Cosmic - già annunciata dai creatori della serie - potrebbe rivelarsi ancora più matura e completa dal punto di vista narrativo!

Kid Cosmic Kid Cosmic torna con una nuova stagione dal ritmo frenetico e dall'azione avvincente. Si rivela ancora una volta una serie matura grazie alla volontà di includere nella trama tematiche importanti, come il senso di responsabilità e la voglia di diventare un buon leader per il proprio gruppo. Lasciando però da parte alcune figure che avrebbero meritato una maggiore attenzione, lo show Netflix non eguaglia la qualità della prima stagione, pur sapendo come intrattenere lo spettatore.

7