Star Wars The Mandalorian 2x02 Recensione: una situazione disperata

Il secondo episodio della stagione 2 di The Mandalorian conferma le splendide certezze della serie Disney, ora però vogliamo un racconto più orizzontale.

Star Wars The Mandalorian 2x02 Recensione: una situazione disperata
Articolo a cura di

Le vie di Mandalore sono infinite, così come il viaggio di Djin alla ricerca dei suoi compatrioti e di una casa per il Bambino. La narrazione di The Mandalorian arresta nuovamente il racconto orizzontale per procedere su binari estremamente verticali, ma efficaci. L'epopea del Mando e di Baby Yoda, insomma, continua, con una puntata dal sapore molto episodi ma che ormai, dopo la spettacolare premiere del 30 ottobre (vi invitiamo a recuperare la nostra entusiasta recensione di The Mandalorian 2x01), sembra confermare le sue solide certezze: che la serie Disney+ è pronta a crescere e maturare, e produttivamente parlando si conferma uno dei progetti più ambiziosi degli ultimi anni.

Il Passeggero

Siamo sempre su Tatooine, e dopo aver aiutato lo Sceriffo con il drago Krayt il nostro Djin è pronto a tornare alla Razor Crest per partire alla volta di nuove mete. Prima deve affrontare alcuni predoni che attentano alla vita di The Child, ma per il mandaloriano è cosa da nulla neutralizzarli. La narrazione vera e propria parte quando Djin torna all'hangar dove aveva lasciato la sua nave, ed è costretto a comprare delle informazioni sull'ubicazione di altri mandaloriani.

Prima di raggiungere il suo obiettivo, però, la scaltra Peli Motto gli commissiona un favore: dovrà trasportare un passeggero speciale verso Trask. Si tratta di una mamma aliena, che ha bisogno di traghettare le sue uova per farle fecondare dal padre dei piccoli e preservare la sua specie, in via di estinzione. Djin, inoltre, non potrà utilizzare l'iperguida, perché le condizioni atmosferiche durante il salto nell'iperspazio distruggerebbero le uova.

Seppur a malincuore, il mandaloriano accetta l'incarico, e si prepara a dirigersi verso la luna marina di Trask. Purtroppo le cose si metteranno subito male, perché viaggiare a velocità normale esporrà il protagonista ai pericoli della Galassia e ai tanto rigidi quanto sospettosi controlli della Nuova Repubblica. Uno sguardo, quest'ultimo, sul panorama politico di Guerre Stellari negli anni immediatamente successivi alla caduta dell'Imper, e che testimonia una Repubblica ancora in affanno nel suo tentativo di ristabilire ordine e prosperità nella Glassia lontana lontana.

Un ottimo episodio, anche se...

Insomma, il nuovo episodio di The Mandalorian è nuovamente una storia nella storia, e se da un lato ci piacerebbe vedere una narrazione maggiormente orizzontale, c'è da dire che il livello di questa seconda puntataa rimane comunque molto alto. Merito di un ottimo grado di tensione per via della situazione disperata in cui si ritrovano i protagonisti, alla deriva e in avaria su un pianeta desolato e gelido.

In ogni caso, se pur di buon livello, ci aspettavamo maggior coraggio dalla sceneggiatura, magari con una vera e propria tragedia che avrebbe potuto spronare ulteriormente Djin a proseguire il suo viaggio salvifico per l'incolumità del Bambino e persino rinforzare il legame tra il Mando e Baby Yoda. Un'occasione persa solo a metà, perché l'adrenalina e l'effettistica di questo episodio rimangono ottimi, ed in particolare gli straordinari effetti visivi abbandonano i colori caldi di Tatooine per portarci su un pianeta totalmente ghiacciato, ma non meno spettacolare a vedersi. Insomma, la produzione Disney conferma di aver compiuto passi da gigante nella gestione degli effetti speciali e nella modellazione delle creature, ottimamente bilanciate tra artigianato e computer grafica. Il viaggio continua, e tra citazioni e riferimenti alla Trilogia classica (ce ne sono molti anche in The Mandalorian 2x02), i fan di Guerre Stellari possono dormire sogni tranquilli: The Mandalorian sembra ormai una bellissima certezza. Anche (anzi, forse soprattutto) grazie al carisma di un Baby Yoda sempre più protagonista, sempre più dolce e sempre più simpatico.

Star Wars: The Mandalorian - Stagione 2 The Mandalorian 2x02 ci ha dimostrato che i fuochi pirotecnici del primo episodio non erano effimeri, ma che anzi la produzione è pronta a raggiungere vette sempre più ambiziose sul piano produttivo. Parliamo di un prodotto dal respiro ormai ampissimo, in cui il budget investito nell'effettistica è di gran lunga superiore all'edizione precedente e ormai quasi del tutto vicino alle meraviglie cinematografiche dello stesso franchise. Ora che ha mostrato i suoi muscoli con due puntate bellissime a vedersi, e solide sul piano narrativo, c'è bisogno che la scritturadi Jon Favreau ci proietti verso un racconto più orizzontale, perché la fame della community è più forte che mai, e ci sono alcune domande che meritano assolutamente una risposta.