Marvel

The Falcon and The Winter Soldier 1x02 Recensione: il nuovo Captain America

Analizziamo la seconda puntata di The Falcon and The Winter Soldier, in cui esplodono le dinamiche da "buddy movie" e non solo.

Articolo a cura di

Arrivato al suo secondo episodio, The Falcon and The Winter Soldier sembra cambiare drasticamente tono. La scrittura più riflessiva e intimista riscontrata nel pilot lascia il posto alle dinamiche divertenti tra i due protagonisti, che finalmente si incontrano, ma anche ai loro attriti. Nonostante ciò, la serie Marvel non dimentica comunque di rimanere attenta ai dettagli e soprattutto - dopo una prima puntata in tutto e per tutto introduttiva - di gettare le basi per l'evolversi delle vicende. Andiamo quindi alla scoperta di The Falcon and The Winter Soldier 1x02, disponibile su Disney+ per tutti gli abbonati al servizio!

C'è un nuovo Captain America

Gli Stati Uniti hanno un nuovo Captain America: John Walker. Tre medaglie al valore, un soldato esemplare, forte, veloce, coraggioso. Un eroe, che ha tutte le carte in regola per ispirare le persone. Ma sarà capace di sopportare l'eredità dello scudo di Steve Rogers? Il secondo episodio di The Falcon and The Winter Soldier si apre proprio con un'inaspettata retrospettiva sulla psicologia del personaggio interpretato da Wyatt Russell, mostrandoci i suoi dubbi sul vestire gli stessi panni di un simbolo inarrivabile. Un incipit che ci fa capire come anche uno spaccone come Walker senta su di sé il peso di un ruolo fondamentale, forse il più importante di tutti. Bucky guarda il nuovo Cap in TV e non riesce a credere a ciò che vede. E quindi si precipita da Sam, furioso, decidendo di accompagnarlo in missione per affrontare insieme a lui la questione dello scudo. Sin dai primi minuti, insomma, l'episodio innesca la comicità del duo rappresentato da Falcon e dal Soldato d'Inverno, che non si risparmiano di punzecchiarsi in ogni singolo momento del loro viaggio - persino quando raggiungono l'obiettivo della loro missione e sono costretti a scontrarsi con i criminali che stanno inseguendo.

Le atmosfere da "buddy movie", che emergono prepotentemente sin dall'inizio della puntata, in ogni caso non stancano nonostante un carico (forse a volte eccessivo) di scambi divertenti tra i protagonisti. L'alchimia tra i due eroi, e l'elevato quantitativo d'azione (sempre di grande qualità) rendono i momenti più leggeri della puntata comunque densi di contenuto e adrenalina. C'è spazio in ogni caso anche per una scrittura dai toni più seriosi e politici, che non stona con il contesto: è il caso, ad esempio, delle riflessioni di Sam e di uno specifico colpo di scena che innesca lo svilupparsi del racconto.

Il mondo post-Blip

C'è anche altro contenuto nel secondo episodio di The Falcon and The Winter Soldier, ed è l'elemento che conferma l'eccezionale coesione all'interno della continuity del Marvel Cinematic Universe: la necessità di raccontare non soltanto due eroi come Sam e Bucky, spezzati dentro sotto svariati punti di vista, ma anche di descrivere una specifica cornice, quella del mondo post-Avengers Endgame, e più in particolare le conseguenze del Blip.

Il mondo è cambiato, come ha affermato anche Rhodey nel primo episodio di The Falcon and The Winter Soldier. Un mondo spezzato, appunto, in cui le disparità sociali, politiche ed economiche si sono accentuate persino dopo il ritorno degli Scomparsi. E se il mondo ha potuto riabbracciare i suoi cari, tornando a riassaporare una pace genuina, la disuguaglianza ha dilagato. Ecco cosa rappresentano i Flag-Smasher, che in questo episodio vengono approfonditi a sufficienza per "capirne" le motivazioni e che assumono una maggiore tridimensionalità attraverso l'umanità di Karli, la leader del gruppo

Insomma, The Falcon and The Winter Soldier 1x02 intreccia sapientemente tre storyline differenti: quella di John Walker, che sarà interessante da seguire per capire se il nuovo Cap si trasformerà in un alleato o in un villain, l'asse tragicomica rappresentata dal duo Sam-Bucky e infine i Flag-Smashers, con un contorno ed un sottotesto profondamente politici che donano spessore e drammaturgia ad un racconto che sembra avr ingranato tantissimo sul fattore comicità.

Falcon and The Winter Soldier Il secondo episodio di The Falcon and The Winter Soldier è molto diverso dal primo. Introduce quasi tutti i personaggi principali dello show e innesca sin da subito l'alchimia tragicomica dei due protagonisti. Nonostante ciò, la puntata non perde attenzione in fase di scrittura e alterna con efficacia le fasi più divertenti al suo sottile sottotesto politico. Sullo sfondo, ancora una volta ottime scene di azione sfrenata, seppur un po' meno esplosive rispetto all'incredibile sequenza iniziale del pilota.