The Terror: recensione della miniserie horror disponibile su Amazon Prime Video

Il nuovo programma di genere della AMC conferma le ambizioni artistiche del network, ed è un esempio interessante delle nuove modalità di distribuzione.

recensione The Terror: recensione della miniserie horror disponibile su Amazon Prime Video
Articolo a cura di

Negli ultimi anni i modi in cui il pubblico può fruire delle serie TV è cambiato radicalmente: da un lato c'è Netflix che mette a disposizione le stagioni integrali nello stesso giorno (salvo casi eccezionali come i talk show e le serie di cui detiene solo i diritti internazionali, come Star Trek: Discovery), dall'altro emittenti come la Rai in Italia e la BBC in Inghilterra si servono di una strategia ibrida, proponendo il ciclo completo sui rispettivi servizi di streaming (vedi La linea verticale o Hard Sun) ma non senza dare agli spettatori la possibilità di seguire i programmi in questione a ritmo normale sui canali tradizionali.
In questa seconda categoria rientra The Terror, la nuova limited series (racconta cioè una storia completa, basata sull'omonimo romanzo di Dan Simmons, nei suoi dieci episodi) targata AMC, con due strategie diverse a seconda dei mercati: negli Stati Uniti la messa in onda è ancora in corso, al ritmo di una puntata a settimana dopo il doppio esordio del 25 e 26 marzo, e si concluderà il 21 maggio; a livello internazionale, grazie ad Amazon Prime Video che ha messo a disposizione le puntate in blocco (le prime due il giorno dopo il debutto americano, le tre successive il 3 aprile e le ultime cinque il 10 aprile), il pubblico ha già potuto divorare in toto la terrificante rilettura paranormale della vera scomparsa di due navi inglesi nel 1845. Una scelta del tutto comprensibile, poiché l'adattamento della prosa di Simmons è il tipico prodotto teso e incalzante capace di giustificare, seppure in modo inusuale, il bingewatching.

"Scompariremo"

Le prime due puntate giocavano molto sull'atmosfera, dal mistero iniziale al clima gelido nel quale si perdono i due equipaggi, con tanto di battuta profetica del capitano Crozier quando gli viene chiesto di tradurre l'avvertimento degli indigeni: "We will disappear." L'antipasto giusto per prepararci agli otto episodi successivi, dove si entra nel vivo dell'azione: basti pensare che uno degli attori principali, Ciarán Hinds, è uscito di scena proprio nel terzo capitolo, fornendo l'ennesimo esempio dell'incertezza sulla composizione dei cast nella serialità odierna, dove non è detto che i protagonisti arrivino incolumi alla fine della stagione. Tra tensioni interne e la minaccia mitologica del Tuunbaq, creatura del folclore nordico, The Terror rimane costantemente all'altezza della doppia connotazione del suo titolo, che combina il vero nome di una delle due navi (l'altra è la Erebus) e il mood inquietante per creare un cocktail marino di avventura e suspense che non demorde fino ad arrivare alla sua naturale, tutt'altro che conciliatoria conclusione, senza lasciare particolare spazio per un'eventuale prosecuzione del racconto: la materia letteraria è finita, e come i migliori horror questa è una storia che non ha assolutamente bisogno di un sequel, anche in caso la AMC volesse continuare in modo apocrifo.

Storia di un capitano

Al centro di tutto, ricostruito magnificamente in Croazia e Ungheria, c'è il destino collettivo di un equipaggio ma soprattutto quello di un individuo, Crozier, segnato da alcolismo e complessi di inferiorità. Un uomo posto di fronte a molteplici ostacoli con i quali non può competere, dando alla serie il suo elemento umano più riconoscibile e apprezzabile, grazie alla performance vulnerabile e al contempo maestosa di Jared Harris, eterno comprimario che qui ha una rara e preziosa occasione di mostrare i suoi talenti da protagonista, abilmente supportato da Hinds, Tobias Menzies e Nive Nielsen. Tra umiliazioni private e dubbi pubblici, il suo arco narrativo ci accompagna nelle acque insidiose della regione artica, dove gli autori televisivi confermano la loro volontà di esplorare zone inedite con un respiro ampio che al cinema sarebbe stato sacrificato, togliendo al racconto di Simmons gran parte della sua forza. Crozier e i suoi uomini saranno anche scomparsi, ma The Terror rimarrà ben presente nella memoria del pubblico, terrorizzato dinanzi al piccolo schermo.

The Terror - Stagione 1 La AMC conferma le proprie ambizioni in campo seriale con questa tesissima avventura intrisa di horror, basata sulla rielaborazione di genere, ad opera di Dan Simmons, di una storia vera. Luce e suoni sono due strumenti di suspense fondamentali in questa grande storia di follia e sopravvivenza, dominata dalle interpretazioni di Jared Harris, Tobias Menzies e Ciarán Hinds. Da divorare tutta d'un fiato, grazie alla strategia di distribuzione targata Amazon Prime Video.

8.5