Netflix

The Titan Games Recensione: The Rock nel game show su Netflix

Nella Titan Arena si sfidano coppie di concorrenti, pronti a combattere con le unghie e con i denti per conquistare il titolo di Titani!

recensione The Titan Games Recensione: The Rock nel game show su Netflix
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Netflix è una piattaforma ormai particolarmente nota per la sua grande quantità di titoli. Ogni settimana vengono caricati prodotti di tutti i generi, non solo serie tv e film. Tra gli show più gettonati di questo periodo c'è The Titan Games, uscito negli USA nel 2019 e disponibile già in due stagioni, ma sbarcato in Italia sulla piattaforma solo all'inizio di giugno 2020.
Chi cerca l'adrenalina delle competizioni sportive sarà accontentato: The Titan Game è uno show non certo perfetto, ma coinvolgente, che sa intrattenere grazie al suo presentatore d'eccezione (il grande The Rock!) e a sfide davvero competitive!

Un format eroico, che coinvolge e funziona

Solitamente associamo l'idea di "titano" ai più coriacei personaggi di film, serie tv e fumetti. Pensiamo alla mitologia, a qualcosa di epico e straordinario, non certo a infermieri, massaggiatori, militari o vigili del fuoco, per quanto le azioni di alcuni di loro possano essere considerate eroiche. Ma The Titan Games sottolinea fin da subito che la forza d'animo di un vero titano si può trovare in chiunque, in individui accomunati solo da tanto impegno e dalla determinazione nel portare avanti i propri obiettivi. Lo show condotto da The Rock sbarca su Netflix in un periodo ancora difficile per gli spettatori, in cui è necessario sentirsi forti o avere perlomeno un programma divertente con cui intrattenersi.

Nonostante qualche difetto stilistico evidente, The Titan Games riesce a fare ciò che promette, ossia donare al pubblico una forma d'evasione coinvolgente e poco impegnative, grazie a un format che sfrutta tutti gli elementi a propria disposizione, tra cui il più evidente è proprio The Rock.
L'ex wrestler, attore di successo e produttore cinematografico è l'ospite d'eccezione dei Titan Games, ma anche il loro ideatore. Oltre a selezionare i concorrenti, The Rock funge da ispirazione anche per le sfide, ideate sulla base dei durissimi allenamenti della star.

A ogni turno si fronteggiano coppie di concorrenti, che dovranno superare delle sfide davvero competitive per vincere il titolo di Titani. Si tratta perlopiù di giochi di forza e di resistenza, ma anche la velocità e la capacità di adattamento hanno la loro importanza. Ci sono blocchi di cemento da spaccare a martellate, catene pesantissime da trascinare, pareti da scalare e pesi da sollevare, in un tripudio di sudore e fatica che - vuoi o non vuoi - non può che coinvolgere lo spettatore. The Titan Games si lascia guardare molto volentieri dopo una dura giornata di lavoro.

Quando non sono le sfide vere e proprie a mantenere alta l'attenzione, ci pensa lo stile particolarmente enfatico ad alzare il livello di coinvolgimento.
Siamo di fronte a uno show che mette a confronto atleti non professionisti provenienti da tutto il mondo, ma il tono fortemente americano del prodotto è evidente. Si cerca il ritmo frenetico tipico delle competizioni spettacolari, il tono epico della narrazione e la commozione dello spettatore, tramite i filmati di presentazione dei concorrenti.

Gli ingredienti di cui The Titan Games si compone non hanno nulla di particolarmente originale (si possono ritrovare in prodotti simili come il noto American Gladiators), ma la varietà dei giochi e la loro effettiva difficoltà è interessante e garantisce una piacevole visione. A ogni turno i concorrenti devono affrontare una delle undici sfide allestite nella Titan Arena.

Solo superato questo primo ostacolo potranno iniziare la loro ascesa al Monte Olimpo, composto anch'esso da sette esercizi: delle piattaforme da spingere, dei rulli rotanti da superare, una parete da scalare, delle pesanti torce giganti da sollevare, degli scivoli da percorrere il più velocemente possibile, dei pesi da trascinare e infine un blocco di cemento da rompere a martellate per estrarre la chiave a T che confermerà il titolo di Titano. Nelle ultime puntate coloro che sono riusciti a diventare Titani e ad arrivare in finale potranno accedere agli scontri finali per la vittoria.

Non solo muscoli!

The Titan Games mostra uomini e donne d'acciaio impegnati in prove di forza incredibili, ma ha anche un lato tenero, su cui la serie gioca moltissimo. Le interviste raccontano le vite dei concorrenti e i loro sogni, sfruttando il tono emozionale per suscitare empatia nello spettatore e per creare delle giuste pause tra una competizione e l'altra. Lo show cerca anche di trasmettere dei valori e degli insegnamenti al pubblico a casa e a quello presente ai lati dell'Arena. Si tratta di un messaggio gettonatissimo in questo tipo di prodotti, ma che continua a funzionare: la potenza dei muscoli è inutile, se non si basa su una grande forza d'animo.
I concorrenti lottano con tutte le loro forze per portare a casa il titolo, ma nella narrazione della serie le sfide non sono altro che una metafora della vita. Nella loro sfera privata i partecipanti hanno sconfitto malattie complicate, hanno cercato la redenzione dopo un passato pieno di errori e fanno di tutto per rappresentare un buon modello di riferimento per i propri figli o per i familiari.

Questo stile volutamente commovente riesce effettivamente a suscitare nello spettatore ammirazione ed empatia per i partecipanti ai giochi, ma risulta a volte un po' enfatizzato. Sono proprio le esagerazioni a rappresentare i principali punti deboli del prodotto: la narrazione veloce è ottima per la creazione di una serie dinamica, che non annoia, ma al tempo stesso risulta a volte un po' troppo rapida.

Per quanto poi i giochi siano molti, a lungo andare capita di vedere concorrenti diversi affrontare sfide simili, con il rischio di smorzare un po' l'elemento di novità.In linea di massima però le dieci puntate che compongono The Titan Games si gustano velocemente, consapevoli di essere di fronte a un progetto realizzato esclusivamente per intrattenere.

The Titan Games Nonostante il tono un po' troppo enfatico, The Titan Games è un prodotto piacevole da gustare in una serata poco impegnativa. Le sfide che i concorrenti sono chiamati ad affrontare sono molto competitive e mettono a dura prova la loro resistenza. L'attenzione dello spettatore viene mantenuta grazie al montaggio emozionale, una colonna sonora motivazionale e alla varietà dei giochi, sebbene a lungo andare lo show rischi di essere ripetitivo. The Rock inoltre, in qualità di ideatore e presentatore della serie, riesce a gestire con simpatia il proprio show, che prende ispirazione proprio dalla routine di allenamento dell'ex wrestler.

7.5