The Walking Dead 10x14 Recensione: il nuovo Alpha

Dopo l'addio a Michonne torniamo a parlare di Carol, Negan e della reazione di Beta alla morte di Alpha. Mentre il viaggio di Eugene dà i suoi frutti.

recensione The Walking Dead 10x14 Recensione: il nuovo Alpha
Articolo a cura di

Michonne se n'è andata e non la rivedremo per un bel pezzo, per lo meno fino ai tanto chiacchierati film di The Walking Dead. Il suo congedo non è stato dei migliori, per usare un eufemismo, ma per lo meno il suo trip allucinato in un passato alternativo ci ha riportati a tempi migliori per la serie, che nel frattempo posticipa il finale di stagione per ritardi sulla post-produzione dovuti all'emergenza Covid-19.

Ora però è il momento di tornare ai nostri, perché Alpha è morta, uccisa da Negan, e non sappiamo come reagirà Beta, né quale sarà il destino di Negan, se rimarrà con i nostri o se prenderà una strada tutta sua. Incognite che troveranno risposta nell'episodio di questa settimana e nella nostra recensione.

I fantasmi di Carol e il destino di Negan

Carol ha liberato Negan per porre fine alla minaccia dei Sussurratori e permettergli di riscattarsi dagli errori commessi. Purtroppo, ora che la testa di Alpha è su una picca, Carol decide di partire per un viaggio in solitaria, lasciando il povero Negan senza il meritato premio. Il fantasma di Alpha la perseguita, accusandola degli errori commessi in nome della vendetta; questa situazione causa enorme stress a Carol, che resta imprigionata dal crollo di un soppalco di una baracca. Fortunatamente riesce a ritrovare le forze per liberarsi e ritornare ad Alexandria.

Nel frattempo Negan si dirige alla baracca dove aveva legato Lydia, dove trova Daryl ad attenderlo. L'uomo è convinto che Negan stia con i Sussurratori e non è al corrente del piano di Carol. Il fatto che la testa di Alpha sia scomparsa dalla picca non migliora le cose, ma a risolvere la situazione ci pensano i Sussurratori stessi che, giunti sul posto, incoronano Negan come nuovo Alpha. Dopo una recita da quattro soldi nella quale si gode la sua nuova carica, Negan si sbarazza dei Sussurratori, convincendo così Daryl.

L'illuminazione di Beta e la scoperta di Eugene

La testa non morta di Alpha era stata presa da Beta, che la conserva come fosse un oracolo. L'ex leader dei Sussurratori, infatti, lo conduce in una stanza arredata con poster che raffigurano il suo passato di cantante country, con tanto di vinili. Dopo un iniziale rifiuto Beta pare finalmente accettare se stesso e trovare un ruolo che non sia alle dipendenze di qualcuno. Eliminata definitivamente Alpha, si prepara ad entrare in azione.

Eugene, Ezekiel e Yumiko partono per partecipare all'incontro con Stephanie, la misteriosa donna conosciuta via radio da Eugene. Dopo qualche avversità e momento di sconforto, il gruppo giunge in una città dove i non morti sono posizionati e imprigionati in veri e propri tableau di vita quotidiana. La situazione è più che strana, ma i nostri non lo realizzano finché non vengono accolti da una donna in vestiti sgargianti che sembra avere qualche rotella fuori posto.

Verso il cringe ed oltre

Che dire di questo episodio di The Walking Dead? Ci stiamo avvicinando ad una fine prematura per la stagione e il prossimo sarà l'episodio che chiuderà momentaneamente questo capitolo della serie. Ne abbiamo sinceramente abbastanza dei traumi di Carol, del suo non riuscire ad accettare se stessa e le sue azioni, nonostante la narrativa implori dei passi avanti. La situazione è da tempo sfuggita di mano e questo patetico flusso di coscienza non fa che peggiorare le cose e confondere le acque. Il successo delle azioni di Negan potrebbe portare ad una risoluzione finalmente felice e rimettere in carreggiata un personaggio che negli ultimi sei anni diegetici è stato dimenticato in una cella, dopo averci regalato alcuni dei momenti più memorabili della serie.

E che dire di Beta? Con la morte di Alpha, anche il suo personaggio deve spingersi verso nuovi lidi, sebbene ciò avvenga tra follia e didascalismo spicciolo - che tutto fa brodo -,per cercare di non rimanere l'invasato energumeno senza una volontà propria. Vedremo cosa ci riserverà il futuro di questo ex cantante country che ha perso da tempo la brocca e il suo appeal narrativo. Menzione d'onore al cringe che si insinua nella serie con i coloratissimi non morti allestiti a mo' di tableau; non vediamo l'ora di scoprire se questo azzardo giustificherà il viaggio dei nostri o se sarà l'ennesimo elemento da dimenticare in questa decima stagione.

The Walking Dead Stagione 10 Ennesimo episodio "filler" in questa stagione di “The Walking Dead”. Ormai cercare di risollevare la storyline di Carol sembra definitivamente una causa persa. Sul fronte Daryl non assistiamo a nessuna significativa evoluzione, mentre Negan, che potrebbe godere dell’unica linea narrativa interessante, rimane bloccato dai drammi esistenziali di Carol e della diffidenza monocorde di Daryl. Beta ha finalmente accettato se stesso, se può essere di consolazione a qualcuno. Nel frattempo il cringe si fa strada nella serie, con le nuove scoperte di Eugene e compagnia. Vedremo a questo punto se l’ultimo episodio del quale ci sarà concessa la visione - prima del season finale rimandato a data da destinarsi - riuscirà a sembrare in minima parte “The Walking Dead”.