Marvel

WandaVision 1x04 Recensione: la verità viene a galla

Il quarto episodio del primo show televisivo targato MCU fornisce (a sorpresa) già alcune importanti risposte, ma promette spettacolo in quelli a venire.

Articolo a cura di

Il quarto episodio di WandaVision manda un messaggio importante al pubblico che lamentava l'assenza di una trama orizzontale, la mancanza di indizi che permettessero di inquadrare la natura del prodotto, la cadenza settimanale con cui Disney+ ha scelto di caratterizzare la sua offerta di produzioni originali. E lo fa con una puntata confezionata nel modo giusto, con i giusti tempi e le giuste rivelazioni.

È un episodio "ponte", perché al tempo stesso svela delle cose ma non porta realmente avanti le vicende che stanno accadendo nella realtà alternativa di Wanda Maximoff. Poco dopo la release sulla piattaforma streaming, la mattina del 29 gennaio, commentiamo insieme l'episodio, ovviamente senza spoiler.

Lo S.W.O.R.D.

Finalmente iniziamo a conoscere qualcosa in più sullo S.W.O.R.D. ovvero l'organizzazione segreta che sembra aver preso il posto dello S.H.I.E.L.D. con l'impegno - dopo l'incursione di Thanos e del suo esercito - di monitorare anche le minacce provenienti dello spazio, ma anche di rimanere con un occhio ben vigile piantato su ciò che accade sulla Terra. O almeno è quanto si prefigge di fare Monica Rambeau, un agente tornata finalmente in attività e pronta ad accogliere l'eredità di sua madre Maria, che abbiamo già conosciuto in Captain Marvel.
Nella realtà di Scarlet Witch, Monica era Geraldine, la ragazza con cui Wanda aveva stretto amicizia nel corso della riunione del comitato di quartiere. Era chiaro sin dal finale del terzo episodio di WandaVision, quando la protagonista aveva smascherato la reale identità della sua vicina, che la giovane nascondesse qualcosa, e che la chiave di volta erano proprio i suoi possibili legami con lo S.W.O.R.D. Quel che ancora non capivamo era chi c'è realmente dietro le follie che sta vivendo la Maximoff, perché l'Avenger è intrappolata in una sorta di loop fuori dal tempo, e come mai non riesce a ricordare alcuni importanti dettagli del suo passato. Tutte queste risposte, a gran sorpresa, finalmente arrivano. Più o meno.

Chi ti sta facendo questo, Wanda?

Insomma, l'avrete capito, e ve lo diciamo perché lo ha mostrato Disney stessa con alcune clip ufficiali che lo lasciavano intendere: WandaVision 1x04 compie un passo indietro, si stacca dalla sitcom che abbiamo ammirato nei primi tre episodi e si concede un racconto a ritroso, insomma il "classico" flashback utile a raccogliere i minuscoli frammenti di un puzzle apparentemente complesso, disseminati nel corso dei primi tre appuntamenti.

Piano piano, insomma, la penna di Jac Schaeffer fornisce alcune preziose risposte in merito a ciò che abbiamo visto. Con questo episodio WandaVision non soltanto svela alcuni particolari retroscena e rivelazioni, ma detta anche gli standard di ciò a cui dobbiamo prepararci in vista delle prossime puntate.
La quarta puntata dello show MCU è interessante e ben confezionata soprattutto perché dimostra l'attenzione che Marvel Studios ha dedicato al prodotto in fase di sceneggiatura. Nel corso dell'episodio trovano risposta non soltanto alcuni misteri di questa serie, ma assumono più chiarezza persino alcuni misteriosi dettagli (piccoli o grandi che fossero) comparsi fino a questo momento. Elementi come l'elicottero, la radio, l'apicoltore, interrogativi che da settimana ci lasciano col fiato sospeso, assumono adesso più chiarezza. In conclusione, WandaVision dischiude quel vaso di Pandora che aveva custodito così gelosamente fino a questo momento. Eppure, la sensazione è che i giochi siano appena iniziati, e che nonostante lo show abbia già svelato alcune delle sue carte i colpi di scena non sono di certo finiti qui.

WandaVision Il quarto episodio di WandaVision svela, a gran sorpresa, gran parte dei misteri finora disseminati nello show Marvel. È una puntata solida, incalzante e con alcune particolari connessioni a certi momenti topici sul finire della Fase 3 MCU. L'obiettivo è ormai chiaro: le follie che sta vivendo la protagonista fanno da apripista ad alcune delle minacce che vivremo nel corso della "Phase 4" del Cinematic Universe, ma al tempo stesso la serie prodotta da Kevin Feige si conferma un prodotto confezionato con intelligenza e la giusta dose di suspance. La puntata odierna opta per un cambio poderoso di toni e narrazione, in parte spiazzando e in parte sorprendendo: a questo punto, non possiamo far altro che immaginare che il materiale a disposizione nei prossimi episodi sia ancora più prezioso. Ed è in questo che, a parer nostro, sta un altro dei principali valori del prodotto: la cadenza settimanale, che continueremo a difendere in nome di un'attesa e di aspettative che ci logorano ed emozionano in attesa degli sviluppi futuri.