Marvel

What If...? 1x09 Recensione: le gesta dei Guardiani del Multiverso

Il finale di stagione di What if...? è un concentrato estremamente fedele delle ombre e delle luci dell'intera serie, tra trovate geniali e buchi di trama.

What If...? 1x09 Recensione: le gesta dei Guardiani del Multiverso
Articolo a cura di

E alla fine anche la corsa di What if...? è giunta al termine, costellata e probabilmente contraddistinta da una continua alternanza di alti e bassi. Un'incostanza che purtroppo non risparmia il season finale, nonostante le possibilità straordinarie date dall'ascesa di Ultron e la sua crociata contro l'intero multiverso - qui potete trovare la nostra recensione di What If 1x08.

È una puntata che assesta qualche bel colpo, che crea un nuovo impensabile team-up per difendere strenuamente l'esistenza di ogni forma di vita, ma è anche il momento in cui le numerose contraddizioni della serie Marvel e una sceneggiatura tutt'altro che inattaccabile emergono con prepotenza. Le sequenze d'azione e le animazioni raggiungono il loro zenith, eppure si ripresenta per l'ennesima volta la fastidiosa problematica del tono generale dell'insieme e del relativo target di riferimento.

Da questo punto di vista la nona ed ultima puntata di What if...? è un vero concentrato delle luci e delle ombre con le quali la seconda stagione dovrà fare i conti, in un modo o nell'altro.

Everyone is here!

Procediamo però con ordine: avevamo lasciato un Osservatore disperato chiedere aiuto alla versione di Doctor Strange che abbiamo imparato a conoscere nell'arco della serie, lo Stregone Supremo capace praticamente di distruggere il proprio universo per salvare la sua amata Christine. Ma è solo il primo componente di una squadra che questa entità misteriosa metterà insieme, spaziando dai precedenti episodi fino a novità assolute, poi denominata i Guardiani del Multiverso - e sì, Party Thor è presente e non è affatto una buona aggiunta. Saranno loro a doversi scontrare con Ultron, in quella che è a tutti gli effetti una versione alternativa di uno dei maestosi scontri con Thanos visti in Infinity War.

E inquadrata in tal modo la puntata può tranquillamente ritenersi soddisfacente: un denso concentrato di azione, un combattimento dalle poste in gioco più alte di sempre nel MCU, un team-up inaspettato e disfunzionale guidato da uno Strange che non ha letteralmente nulla da perdere; uno scontro ricco di diverse fasi e piccoli plot twist. C'è tanta carne al fuoco, non c'è quasi mai un attimo di pausa e al contempo non è presente la sensazione che si stia correndo verso il finale - altro problema endemico della serie. Preso per ciò che è, il finale di What if...? è una classica e piacevole battaglia in stile Marvel, rumorosa e spettacolare.

I Guardiani del Multiverso

Tuttavia, cosa accade quando si presta giusto un po' più d'attenzione? Iniziano inevitabilmente ad apparire crepe ovunque. Ad esempio il tono dell'episodio, in realtà centrato alla perfezione, molto più cupo specialmente nei momenti precedenti lo scontro, con qualche non appariscente comic relief che funziona, a parte ogni singola linea di dialogo pronunciata da Thor; un modo a dir poco imbarazzante e indegno di trattare un personaggio, fuori luogo in qualunque situazione. Inoltre, se la formazione di un team così sorprendente può essere spiegata senza troppi salti logici, poiché in linea teorica degli Avengers più tradizionali hanno già perso contro questo Ultron, lo stesso non si può dire del ruolo dell'Osservatore e delle sue predizioni.

È confusionario, in quanto quest'ultimo non dovrebbe intervenire ma lo fa, nonostante lo ribadisca persino verso la fine della puntata. Oltretutto avendo già previsto le sorti dello scontro, cadono le ragioni per creare un piano talmente contorto e convoluto - e soprattutto portare con sé personaggi chiaramente non meritevoli di fiducia - da eclissare una soluzione molto più semplice. Insomma, osservandola più attentamente, la sceneggiatura si sfalda in numerosi punti e ciò che rimane è solo un affascinante e sentito scontro finale.

What If...? Il finale di What if...? è uno specchio perfetto di tutte le luci ed al contempo di tutte le ombre che la serie Marvel ha messo in mostra in questa sua prima stagione. Le animazioni e lo stile grafico iniziano finalmente a convincere, nonostante i modelli dei personaggi non siano quasi mai allo stato dell'arte, e le poste in gioco talmente alte - ma mai astratte - garantiscono una piacevole quanto indispensabile gravitas all'insieme. Insieme coronato da un team up totalmente inaspettato e disfunzionale e da una battaglia finale immensa che ripercorre uno dei celebri scontri contro Thanos in Infinity War. Quando però si presta più attenzione a ciò che circonda questo nucleo riuscito, tutto si sfalda: il tono è stranamente azzeccato ma rovinato in toto da ogni singola parola pronunciata da Party Thor, ancora più imbarazzante rispetto alla puntata a lui dedicata; il ruolo dell'Osservatore che muta a seconda delle necessità di sceneggiatura contraddicendosi in continuazione; una battaglia dall'esito già previsto sempre dall'Osservatore stesso, rendendo futili tutti i piccoli plot twist che perdono così di senso e concretezza. Come detto, luci e ombre.