Netflix

Zac Efron con i piedi per terra: recensione della docuserie di Netflix

Vivere in modo sano e sostenibile è possibile? Zac Efron e Darin Oslin ce lo raccontano grazie a un viaggio curioso e divertente in otto Paesi del mondo!

recensione Zac Efron con i piedi per terra: recensione della docuserie di Netflix
Articolo a cura di

Circondati come siamo da macchinari iper-tecnologici e da una digitalizzazione che ha ormai invaso ogni aspetto della nostra vita, non è facile per noi tornare con i piedi per terra e ricordare da dove veniamo. Apprendere l'origine delle comodità moderne è una sfida complessa soprattutto per le nuove generazioni, abituate a entrare in contatto con alimenti e oggetti di uso quotidiano grazie alla globalizzazione.

Nella docuserie Zac Efron con i piedi per terra (Down to Earth) - uno degli interessanti titoli in uscita a luglio su Netflix - il noto attore americano intraprende un viaggio meraviglioso in giro per il mondo, alla scoperta di usanze e procedimenti che si appoggiano direttamente alla natura. Tra vulcani islandesi e coltivazioni spontanee, tra antiche tradizioni culinarie e centrali energetiche basate su risorse rinnovabili, Zac Efron ci conduce in un'indagine affascinante e divertente, da gustare in otto episodi su Netflix!

In giro per il mondo alla ricerca di un benessere sostenibile


Affidare la conduzione di documentari e docuserie a personalità di rilievo sembra essere una consuetudine ormai affermata, nonché vincente. Con The Story of God è stato Morgan Freeman a condurci in giro per il mondo alla scoperta delle particolarità dei diversi culti religiosi e di accadimenti misteriosi, mentre il simpatico Jeff Goldblum ci ha divertiti esplorando le analogie tra i piccoli piaceri della vita tra un Paese e l'altro nella serie Disney Il mondo secondo Jeff Goldblum (di cui trovate qui la nostra recensione). Tocca a Zac Efron, affiancato dall'esperto di benessere Darin Olien, farci compagnia in questa nuova serie documentario di Netflix, che affronta la complessa questione della sostenibilità ambientale e dimostra come un benessere derivante da un più diretto contatto con la natura sia possibile e necessario, in un mondo frenetico dove tutti sembrano aver perso questa forma di comunione con la terra. I protagonisti di questo curioso esperimento, Zac e Darin, donano al prodotto un tono simpatico e rappresentano approcci diversi al problema della sostenibilità ambientale e dell'importanza di condurre uno stile di vita sano.

Da un lato abbiamo Darin Olien, esperto di salute e autore del libro Superlife, che affronta il viaggio con un atteggiamento più consapevole, dall'altro Zac Efron, giovane attore conscio di vivere una vita frenetica, che di volta in volta affronta l'esperimento con lo stupore di chi non conosce la varietà infinita di risorse naturali, ma ne vuole fare tesoro. Il loro modo di vivere ogni viaggio con mente il più possibile aperta, ma con un background imperfetto (in particolar modo Zac, che confessa un passato da gran consumatore di proteine e un presente stressante), ci aiuta a vivere la docuserie in modo più partecipe.

A livello tecnico la realizzazione è di alta qualità: in pieno stile documentaristico si punta tutto su un montaggio emozionale, con scorci pazzeschi dei luoghi visitati e riprese che donano giustizia ai bellissimi paesi visitati, e su una scelta sonora commovente e motivazionale. Zac Efron con i piedi per terra è una docuserie molto interessante per chi vuole scoprire quale sia il modo migliore per stare al mondo conducendo uno stile di vita sostenibile, non solo stando attenti alla salute, ma anche sfruttando le risorse che la natura ci offre con rispetto e riconoscenza.

La bellezza di "vivere con i piedi per terra"


Il modo di dire "vivere con i piedi per terra" viene spesso percepito come antitetico all'essere sognante e idealista. In un mondo materialista e spesso poco attento alla spiritualità che si cela dietro ai gesti quotidiani un atteggiamento più fantasioso e libero è visto come una virtù. Questa docuserie rivoluziona l'espressione attribuendogli un significato estremamente profondo. Stare con i piedi per terra non rappresenta l'annullamento del lato più sognante di noi, ma la scelta di tornare alle nostre origini, di dare alla terra e ai suoi frutti il significato che aveva un tempo e di considerare le risorse naturali come una via alternativa all'eccessiva industrializzazione dei nostri giorni. Stare con i piedi per terra è anche un modo per riconnettersi fisicamente e spiritualmente alla natura, togliersi scarpe e calzini e camminare scalzi su un prato per percepire ancora il piacere di stare al mondo con genuinità.

Zac Efron con i piedi per terra ricerca proprio questo: in otto diverse mete (Islanda, Francia, Costa Rica, Sardegna, Lima, Porto Rico, Londra e Iquitos) mostra come le comunità più attente alla sostenibilità aderiscano a un concetto più ecologico di progresso e inseguono uno stile di vita non solo sano, ma anche in relazione alla natura. Zac e Darin si immergono nelle acque termali dell'Islanda, scoprono le proprietà di diversi tipi di acqua, fanno la conoscenza di centenari sardi e così via, pronti a sperimentare e a trarre il meglio da questo viaggio.

Se il punto di forza della docuserie è il fascino dei luoghi visitati e lo spirito avventuroso con cui i protagonisti affrontano le diverse esperienze, nella realizzazione di Zac Efron con i piedi per terra si può notare anche qualche ingenuità. Alla spontaneità di alcune scene si affianca talvolta qualche momento più forzato, soprattutto nelle interazioni giocose tra Zac e Darin. Sebbene si scelga di dare al prodotto un tocco quasi amatoriale, includendo nello storytelling del documentario anche errori, fuori scena e istanti imbarazzanti, non sempre questi sono inseriti in modo equilibrato.

Zac Efron con i piedi per terra Zac Efron con i piedi per terra è una docuserie simpatica e informativa, che mira a mostrare allo spettatore quanto ogni Paese del mondo sia potenzialmente in grado di fornire le risorse per uno stile di vita sostenibile. La buona realizzazione tecnica e la partecipazione di un Zac Efron carismatico e riflessivo rendono la visione di questa serie leggera e gradevole, ma anche capace di trasmettere un messaggio di rispetto per la natura. Zac Efron con i piedi per terra non è priva però di qualche ingenuità, tra le quali spicca qualche forzatura in alcune scene.

8