Netflix

5 serie thriller su Netflix da non perdere

Per chi ama l'adrenalina ed è alla ricerca di qualche valida idea di visione, ecco una lista di prodotti thriller da recuperare su Netflix!

rubrica 5 serie thriller su Netflix da non perdere
Articolo a cura di

Ci sono momenti in cui abbiamo bisogno di qualcosa di rassicurante, di un prodotto televisivo che ci aiuti a evadere dai problemi quotidiani. Altre volte cerchiamo invece il brivido, la tensione nei muscoli, l'emozione di assistere a imprese mirabolanti o agghiaccianti pericoli.Netflix ci viene in soccorso con un corposo catalogo di serie tv thriller (qui invece trovate 5 serie fantasy su Netflix da non perdere), per dare alla nostra routine un pizzico di adrenalina! Per chi fosse alla ricerca di qualche idea di visione, ecco quindi 5 serie thriller Netflix imperdibili, sia passate che recenti.

Mindhunter

Gli amanti della criminologia non possono perdersi un prodotto come Mindhunter. Creata da Joe Penhall nel 2017 e ispirata alla biografia "Mindhunter: La storia vera del primo cacciatore di serial killer americano" di Mark Olshaker e John E. Douglas, la serie tratta lo sviluppo negli anni ‘70 delle scienze comportamentali applicate agli omicidi violenti.

In questo decennio, estremamente importante per la criminologia, emerge una figura nuova, quella del serial killer. Il giovane Holden Ford (ispirato proprio alla figura di Douglas e interpretato da Jonathan Groff) comincia a collaborare con Bill Tench (Holt McCallany) e Wendy Carr (Anna Torv) in un progetto di analisi comportamentale degli assassini seriali, intervistando le più famose figure criminali del periodo.

Mindhunter è una serie thriller valida proprio perché sfaccettata. All'immersione cupa e inquietante nella mente di individui dagli impulsi omicidi si affianca infatti il racconto dei drammi personali dei suoi personaggi, anch'essi capaci di dimostrare quanto la realtà possa essere complessa e ricca di sfumature. In quanto storia realmente accaduta, Mindhunter sfiora anche il genere biografico e quello storico, per appagare tanto gli amanti del brivido, quanto coloro che cercano il realismo.

Qui la Recensione di Mindhunter Stagione 2.

Dark

Chi desidera un prodotto thriller dall'anima sci-fi rimarrà particolarmente soddisfatto dalla visione di Dark, una delle serie più originali e apprezzate degli ultimi anni. È un titolo tedesco creato da Baran bo Odar e Jantje Friese nel 2017 ed è incentrato sulle complesse dinamiche dei viaggi temporali. La cittadina tedesca di Winden è sconvolta dalla sparizione di alcuni bambini.

Le indagini rivelano tuttavia che c'è un legame sconvolgente tra tre diverse epoche storiche, toccate da strani eventi. Il giovane Jonas (Louis Hoffmann) cerca di andare a fondo della vicenda e scopre così di essere coinvolto molto più di quanto immaginasse.

Dark è un prodotto molto maturo, capace di gestire con la stessa cura un vasto sistema di personaggi e relazioni, senza tralasciare nessun dettaglio. Pur essendo una serie decisamente complessa e a tratti difficile da comprendere, riesce a gestire la propria trama con coerenza, dando vita a qualcosa di unico nel panorama seriale. La fotografia fredda, l'eccellente scelta musicale e un buon cast di attori sono gli ingredienti per cui Dark risulta una serie thriller imperdibile!

Qui la Recensione di Dark Stagione 2.

Orphan Black

Anche Orphan Black, proprio come Dark, vanta una grande originalità. Pur essendo una serie tv un po' datata (si parla del 2013), è un ottimo prodotto da recuperare per soddisfare la voglia di thriller non convenzionali. Questa serie canadese racconta la bizzarra vicenda di Sarah che, un giorno come un altro, scopre di avere dei cloni. Questa sconvolgente rivelazione darà vita a un'avventura incredibile, alla ricerca di una verità molto pericolosa.

Orphan Black è un ottimo thriller dalle sfumature fantascientifiche, che deve la propria particolarità proprio al fatto che gran parte dei personaggi sono interpretati da un'unica attrice, la talentuosa Tatiana Maslany. Capace di ricoprire ruoli anche molto diversi tra loro, la Maslany porta addirittura lo spettatore a dimenticare di essere di fronte a un'unica performance. Ottima, anche se non sempre perfetta, la sceneggiatura, sempre in bilico tra serietà e umorismo, azione e drama.

Bodyguard

Nel catalogo Netflix non mancano serie tv dal taglio più classico, come la britannica Bodyguard. Creata nel 2018 da Jed Mercurio, Bodyguard è un thriller politico appassionante, interpretato da Richard Madden e da Keeley Hawes. Il veterano David Budd viene incaricato di proteggere Julia Montague, Segretario di Stato inglese. Le divergenze di ideali tra i due mette rende particolarmente difficile il rapporto professionale che li lega.

La serie mescola drama e azione con grande equilibrio, puntando molto sulla componente adrenalinica, senza però trascurare l'approfondimento psicologico dei personaggi, in particolar modo del protagonista, affetto da stress post-traumatico. Il titolo, composto da soli sei episodi che si divorano in un weekend, è particolarmente indicato per chi apprezza i thriller polizieschi dai risvolti politici.

River

Con River si torna sul genere thriller più classico, molto vicino al poliziesco inglese, ma non per questo ci troviamo di fronte a un prodotto banale e privo di spunti interessanti. È una miniserie britannica dalla sceneggiatura solida, dall'atmosfera desolante e dalle interpretazioni magistrali.

John River (interpretato da un bravissimo Stellan Skarsgard) è un detective tormentato da ossessioni e visioni. Dopo la morte della collega Stevie (Nicola Walker) ha infatti iniziato a vederla accanto a sé in ogni momento del giorno, fino a compromettere la fiducia dei colleghi nella sua salute mentale e nelle sue capacità.

Le visioni di Stevie, a cui si affiancano altre allucinazioni, lo aiuteranno però ad avvicinarsi alla verità sui casi di cui si occupa e sull'omicidio della collega.River non è una serie pensata per coinvolgere lo spettatore con scene d'azione mozzafiato o colpi di scena incredibili, ma mira piuttosto a trascinarlo in un viaggio emotivo molto intenso, a empatizzare con un protagonista tormentato e a sentire addosso il dramma della perdita. Questo prodotto originale, sensibile e maturo, creato nel 2015 da Abi Morgan, è un ottimo titolo da recuperare su Netflix!