Marvel

Disney+, le serie collegate al Marvel Cinematic Universe da guardare subito

Disney+ porta con sé in dote anche la linea di prodotti Marvel, comprese tutte quelle serie che si vanno a intersecare con il Cinematic Universe

rubrica Disney+, le serie collegate al Marvel Cinematic Universe da guardare subito
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Disney+ porta con sé in catalogo un numero corposo di contenuti Marvel: la casa delle idee è dal 2009 una sussidiaria dei The Walt Disney Studios e non poteva non offrire tutta la pletora di film legati agli Avengers anche sulla nuova piattaforma di streaming on demand degli studi di Burbank. Avere tutto a portata di mano, sia tramite app che tramite smart TV, tra l'altro, permetterà a tantissimi fan e spettatori di recuperare anche quegli spin-off che hanno arricchito il Marvel Cinematic Universe in questi dieci e più anni, andando ad appassionarsi all'intreccio che le serie hanno saputo creare con tutte le uscite al cinema. Andiamo quindi insieme a scoprire tutte le serie Marvel disponibili su Disney+ e, in fondo, quelle in arrivo, che ci permetteranno di avere una visione d'insieme di quello che è accaduto fino alla Fase Tre e che potrebbe accadere dalla Fase Quattro in avanti.

Agent Carter

Iniziamo con Agent Carter, serie andata in onda dal 2015 al 2016 e disponibile integramente nel palinsesto di Disney+. Era il 2011 quando per la prima volta avevamo visto fare capolino nel Marvel Cinematic Universe Hayley Atwell nei panni di Peggy Carter: parliamo di una delle fondatrici dello S.H.I.E.L.D nonché futura compagna di Captain America. Ex soldato della Seconda Guerra Mondiale, le sue gesta ispirarono Sharon Carter, l'Agente 13, che decise di diventare esattamente come lei.

Il percorso di Peggy all'interno del Marvel Cinematic Universe risale, come già detto, al 2011 con l'esordio in Captain America - il primo Vendicatore, quando è impegnata nella creazione del super-soldato e nel sottrarre dei manufatti all'HYDRA insieme a Steve Rogers. Il suo ruolo diventa focale soprattutto con il cortometraggio pubblicato due anni dopo, nel 2013, dal titolo One-Shot Agente Carter, che racconta le difficoltà vissute negli anni '40 da parte di Peggy, che si è dovuta confrontare con un campo di battaglia molto più ostico della Seconda Guerra: il sessismo. Successivamente in Captain America: The Winter Soldier, Rogers viene a sapere che Peggy si è sposata, ha avuto figli e nipoti e che purtroppo ha poi contratto l'Alzheimer, ritirandosi in una casa di riposo, dove il capitano deciderà di andare a trovarla. I due d'altronde erano stati costretti a separarsi dopo la criogenesi alla quale era stato sottoposto Captain America, che ha mantenuto la sua età e la sua costituzione fisica, ma che ha perso tutto ciò che gli stava intorno. Le sue successive apparizioni sono tutte legate a dei flashback, fino all'inevitabile morte per vecchiaia in Captain America: Civil War, durante il quale le viene tributato un solenne funerale. Infine, in Endgame la vediamo brevemente in una scena ambientata nel 1949, prima di assistere al matrimonio con Steve, tornato nel passato per vivere il suo tanto anelato idillio d'amore accanto alla donna che aveva sempre amato.

Proprio per approfondire le vicende legate a Peggy nasce Agent Carter, serie in due stagioni da 18 episodi totali, dalla durata di circa 45 minuti l'uno. Costretta a bilanciare la propria vita privata, da donna single degli anni '40, e quella di agente segreto, Peggy va all'inseguimento di gruppi criminali nel tentativo di recuperare tutti gli artefatti rubati dall'HYDRA: accanto a lei Howard Stark, padre del ben più noto Tony, e il fele maggiordomo di Stark, Edwin Jarvis, incontrato anche in Endgame durante un viaggio nel tempo di Iron Man. La serie si ferma purtroppo nel 1947, con il trasferimento, nella seconda stagione, di Peggy a Los Angeles per affrontare nuove minacce e nuove avventure. Al momento il progetto è stato cancellato.

Inhumans

Gli Inumani sono una specie superiore agli esseri umani, creati tramite degli esperimenti compiuti dalla razza dei Kree: il loro obiettivo era quello di diventare delle perfette armi da guerra, pur rimanendo fermi in silenzio per millenni tra le vette dell'Himalaya, sulla Terra, prima di trasferirsi sulla Luna. In origine la loro natura era a tutti gli effetti nascosta, ma la loro collaborazione con i Fantastici Quattro e gli Avengers, nei fumetti, hanno portato alla scoperta della loro esistenza.

Un film dedicato alla loro storia è stato annunciato nell'ottobre del 2014, ma ha avuto una storia editoriale non proprio fortunata: era infatti previsto inizialmente per il 2018, salvo poi essere spostato per il 2019 e rimandato, successivamente, a data da definirsi. Nel frattempo, però, la serie su Disney+ vi permetterà di entrare più nel dettaglio di quello che è stato raccontato nel 2017, quando è stata originariamente distribuita in America su ABC. Sebbene inizialmente doveva nascere come spin-off di Agents of S.H.I.E.L.D., show che per anni ha fatto da collante a gran parte dell'universo Marvel in TV, Inhumans si presenta come racconto incentrato sulla natura di Freccia Nera, uno dei componenti più famosi del gruppo, senza andare nemmeno a rielaborare il film annunciato nel 2014 e mai distribuito. Gli otto episodi disponibili, per appena una serie, hanno avuto un'accoglienza molto tiepida, tanto da spingere ABC a cancellare ufficialmente il brand, senza realizzare una seconda stagione: a penalizzare la serie fu anche la scelta, da parte della produzione, di trasmettere le prime due puntate al cinema, soltanto negli Stati Uniti, con delle aspettative talmente alte da trasmetterlo in IMAX. Pur non mantenendo gli alti standard delle produzioni Marvel, il destino di Inhumans era segnato, quindi, già dopo i primi due episodi, tanto da essere ritenuta a oggi una delle serie più deboli mai prodotte all'interno del Cinematic Universe. Un'occasione, però, non la si nega a nessuno, giusto?

Runaways

È effettivamente difficile immaginarsi gli autori di Gossip Girl mettersi al lavoro su una serie Marvel, ma il mondo del cinema è pieno di sorprese. Se d'altronde James Mangold prima di The Wolverine e Logan aveva esordito con la sceneggiatura di Oliver & Company, diremmo proprio che oramai ci si può aspettare di tutto.

Runaways è basata sull'omonimo fumetto che racconta la storia di un gruppo di ragazzi pronti a combattere contro i propri genitori, scoperti essere dei supercriminali. L'obiettivo alla base della serie era quello di andare a esplorare una dimensione non ancora molto nota al Marvel Cinematic Universe, ossia quello teen, reso in maniera molto umoristica e senza eccessiva pedanteria. Proprio grazie al fatto che a firmare la sceneggiatura di tutto ci sono Josh Schwarts e Stephanie Savage, che, come dicevamo, hanno anche firmato Gossip Girl.

La serie è attualmente ancora in produzione e su Disney+ sono presenti le prime due stagioni, con la seconda distribuita integralmente, in attesa anche dell'arrivo della terza, pubblicata su Hulu il 13 dicembre scorso negli Stati Uniti e ancora inedita in Italia: vista la pubblicazione il 24 marzo della seconda stagione, che in America era stata distribuita a dicembre 2018, immaginiamo Disney+ aspetterà qualche settimana prima di rendere disponibile anche il tanto atteso finale.

In arrivo nei prossimi anni: le serie MCU della Fase 4

Una volta recuperate tutte le serie qui elencate potrete attendere l'arrivo, nel corso di quest'anno, di Falcon and The Winter Soldier, che racconterà le vicende dei due personaggi subito dopo Avengers: Endgame e dopo la consegna da parte di Steve Rogers del suo scudo a Falcon, che diventa così a tutti gli effetti il nuovo Captain America. La serie sarà un originale Disney+ ed è attesa per agosto del 2020, così da allietarci i pomeriggi estivi di calura, ma è da tener presente che a causa della sospensione improvvisa delle riprese a causa del Coronavirus potrebbe slittare in avanti di qualche mese. In questo stesso anno toccherà anche a Wandavision arrivare su Disney+ per raccontarci qualcosa di più su Wanda Maximoff.

Non si sa ancora molto sulla serie che parlerà di Scarlet Witch, ma è ipotizzabile che in qualche modo ci permetterà di sapere qualcosa in più sui suoi poteri e sulla sua natura, oltre alla presunta parentela con Magneto, poi smentita. Per l'anno prossimo, invece, c'è grande attesa per il ritorno di Tom Hiddleston nei panni di Loki: il fratello di Thor è stato tra gli antagonisti più amati del Marvel Cinematic Universe, soprattutto per la sua abile capacità di schierarsi da entrambi i lati in più riprese, ma la sua fine in Infinity War non sembra avergli donato lustro e la giusta conclusione di una storia molto intensa. Il dio dell'inganno, quindi, ci racconterà una sua versione che appartiene a una realtà alternativa, non quella uccisa da Thanos. Andrà a collegarsi, così come Wandavision, a Doctor Strange in the Multiverse of Madness che è ancora in produzione e che dovrebbe uscire nel corso del 2021, salvo rinvii. Chiudiamo con Hawkeye, che nel 2021 ci racconterà l'ultima apparizione di Jeremy Renner nei panni del noto arciere degli Avengers, pronto a cedere il suo ruolo a Kate Bishop, naturale Occhio di Falco dopo il passaggio a Ronin da parte dell'originale. Le riprese sarebbero dovute iniziare in questi mesi, ma il coronavirus... sapete già.

E l'animazione?

Nel 2021 arriverà anche il primo prodotto di animazione del Marvel Cinematic Universe, quel What if...? che racconterà gli scenari alternativi delle vicende inerenti gli Avengers: per ora sono state confermate due stagioni, di dieci episodi l'una, così da andare ad analizzare numerose timeline di diversi personaggi, che essendo animati non costringeranno gli attori a recuperare dei ruoli che, per vari motivi, hanno deciso di abbandonare. L'attesa terminerà nell'estate del 2021 e dovrebbero esserci ritardi, essendo una serie costruita in studio.

Per quanto riguarda, invece, tutte le altre serie animate disponibili su Disney+ è importante ricordare che non si vanno a intrecciare nel Cinematic Universe e che sono totalmente slegate: non per questo non potete andare alla scoperta di Avengers Assemble, Avengers Secret Wars, le due serie animate di Guardiani della Galassia e Super Hero Adventures, pensate anche per un pubblico più giovane e per iniziare ad approcciare l'universo Marvel in maniera ancora un po' scanzonata, senza dover scoprire l'epilogo triste e conturbante di Tony Stark.