Disney+, le migliori serie TV da cui iniziare

Disney + è arrivato in Italia e per festeggiarne lo sbarco nel nostro Paese vi raccontiamo le serie da non perdere.

rubrica Disney+, le migliori serie TV da cui iniziare
Articolo a cura di

Benvenuto Disney +. La piattaforma "di Topolino" sbarca finalmente anche in Italia. Disponibile dal mese di novembre in America, lentamente ha conquistato spazio e territorio, andando a ergersi a vero e proprio concorrente di Netflix, Prime Video, HBO Max, Hulu e Apple TV+. Sebbene possa sembrare un evento storico per la casa di Burbank, Disney non ha nella sua versione plus la prima piattaforma on demand lanciata nella storia: in Giappone, d'altronde, esiste dal 2019 Disney DELUXE, mentre nel Regno Unito dal 2015 esiste Disney Life.

Va da sé, però, che la massificazione della distribuzione e il catalogo così vasto, hanno reso Disney + la piattaforma più attesa del momento, forte dell'avere con sé brand come Marvel e Star Wars che sono stati estirpati dalle altre piattaforme concorrenti per diventare un'esclusiva di Disney +. In attesa di contenuti aggiuntivi, che comprenderanno anche una serie su Oswald e su Cip & Ciop, vi proponiamo le prime cinque serie che potrete divorare al lancio della piattaforma, più qualche segnalazione in coda.

Star Wars presenta il Mandaloriano

È impossibile non iniziare da The Mandalorian, la serie tra le più attese di questo 2020. Le avventure di Din Djarin non mancheranno di conquistare tutti al lancio della piattaforma di Burbank. Pedro Pascal, attore protagonista della vicenda, veste i panni di un cacciatore di taglie, un Mandaloriano, che ha come area di competenza il territorio della Nuova Repubblica.

The Mandalorian 2 esce ad ottobre di quest'anno, ed è la prima serie live action ambientata nell'universo di Star Wars, andando a collocarsi cinque anni dopo gli eventi de Il Ritorno dello Jedi e 25 anni prima de Il Risveglio della Forza. Sono già disponibili i primi due episodi e siamo sicuri che non mancheranno di tenere impegnati tutti gli abbonati di Disney + per la prima giornata di disponibilità del servizio on demand, in attesa dell'arrivo anche degli altri sei.

Recensione The Mandalorian.

La banda dei paperi

Archiviata l'importante parentesi Star Wars, arriviamo alle vicende dei paperi più noti dell'universo, non solo di quello Disney. Non parliamo di DuckTales, ma di uno spin-off che ebbe sfortunatamente molto meno successo, ma che riuscì comunque a riempire i pomeriggi di metà anni Novanta della generazione che oggi si appresta a vivere i suoi trent'anni. Paperino ha lasciato la marina e vive a casa con i suoi nipotini più adolescenti, quasi orientati alla nuova versione di Qui, Quo e Qua presentati nel nuovo DuckTales, ma ancora più importante Paperina lavora come reporter, chiedendo spesso l'intervento del suo fidanzato.

Se la trama non vi ha ancora detto niente, sappiate che da qui partì Paperino Operazione Papero: i 39 episodi che ne nacquero nel 1996 diedero vita alla serie nota come Quack Pack - La banda dei paperi. Potrebbe essere una perla che avete perso nel corso degli anni, considerato che per la prima volta nella sua vita Paperino si ritrova a lavorare, come cameraman addirittura.

Dagli addosso, Duck

Restando in tema supereroi, ma andando a un livello nettamente più alto, facciamo un salto indietro fino al 1991. Ci troviamo nel contenitore The Disney Afternoon, direttamente in uno spin-off di DuckTales e parliamo ovviamente di Darkwing Duck. Il fenomeno di quegli anni fu incredibilmente forte, oltre che di una valenza storica incredibile: alla fine degli Ottanta, ma soprattutto all'Inizio degli anni Novanta, le serie animate televisive venivano create esclusivamente per potenziare la vendita del merchandising di giocattoli, come se fosse una sorta di pubblicità amplificata. DuckTales, invece, venne creato con un obiettivo ben diverso, con il solo scopo di portare sul piccolo schermo delle avventure firmate da Paperon de' Paperoni: da questo forte contenuto nacque, quindi, una parodia di tutti gli eroi mascherati, di quel Batman che stava iniziando a conquistare anche il mondo europeo.

Darkwking Duck non era altri che un Bruce Wayne in formato papero, ma meno serioso e più squinternato: accanto a lui c'era un giovanissimo Jet McQuack, ancor prima di vestire i panni di autista e pilota ufficiale di Paperone, e una serie di comprimari che ne andranno a sconvolgere la vita, tra cui Ocalina. Drake Mallard, che vive nell'immaginaria città di St. Canard, agisce da vigilante notturno, indossando la sua maschera viola e il suo mantello, pronto a non darla vinta ai Cinici Cinque. Gli episodi per ora sono soltanto 13 dei 91 pubblicati a suo tempo, ma arriveranno.

Il risveglio degli eroi

Un'altra serie animata che appartiene all'inizio degli anni Novanta è Gargoyles: andata in onda per tre anni, fu uno dei più ambiziosi progetti della società, che decise di rievocare tematiche fortemente pronte a richiamare alcune delle opere di Shakespeare:

si viaggia da Macbeth a Sogno di una notte di mezza estate, mettendo al centro di tutto un gruppo di gargolle, le creature mitologiche che pochi anni dopo, sempre in casa Disney, avrebbero affiancato Quasimodo ne Il Gobbo di Notre Dame. I gargoyle protagonisti della serie, però, erano meno amichevoli, meno giocherelloni e meno propensi alla battuta: dopo aver dormito per mille anni a causa di un incantesimo si ritrovano catapultati nel mondo moderno, nel pieno della città di New York, decidendo di vestire i panni di vigilanti e difendere la città americana dal crimine che imperversa nella metropoli. I 78 episodi, che vennero distribuiti sul canale Toon Disney in Italia dal 1996 al 1999, sono disponibili dal lancio di Disney + e anche in questo caso, così come per Darkwing Duck, dovrete prepararvi a dedicare moltissimo tempo alle scorribande in quel di New York, saltellando per le tre stagioni che vengono messe a disposizione al lancio.

Storie di...quotidiana stranezza

In chiusura sarebbe troppo facile suggerire come quinta serie da recuperare DuckTales: la qualità, sempre altissima, della serie dedicata a Paperon de' Paperoni non ha bisogno di alcun tipo di presentazione, né di esaltazione: siamo sicuri che chiunque andrà ad abbonarsi a Disney + abbia avuto già modo di vedere DuckTales e saprà benissimo come affrontare l'ennesimo rewatch, sia della serie classica, quella degli anni Ottanta, sia di quella più recente, rinnovata per una terza stagione.

Per questo, quindi, preferiamo suggerire un contenuto più inatteso e forse più atteso: Il mondo secondo Jeff Goldblum. Il ben noto attore di Jurassic Park e La Mosca, si preoccuperà di fare da guida in un mondo fantastico che appartiene al quotidiano. Storie incredibili che si nascondono dietro il consuetudinario, l'invisibile, quello che non ci rendiamo conto di avere dinanzi a noi.

Prodotta da National Geographic, può sembrare quasi più documentaristico che televisivo ed è stata già rinnovata per una seconda stagione, mentre la prima ne avrà 12, con un approccio sempre soave e spiritoso. Basti pensare che il primo episodio è dedicato alle sneakers, il secondo ai gelati e il terzo ai tatuaggi. Da non perdere l'episodio sul BBQ o anche sul gaming, che ci tocca molto più da vicino di tanti altri aspetti.

Segnalazioni sparse tra musica e animazione

Vi segnaliamo, in chiusura, la presenza di High School Musical - La serie, 10 episodi già rinnovati per una seconda stagione e che raccontano le vicende già note della East High School in Salt Lake City, dove sono stati girati i film originali della serie: per ora a disposizione ci sarà solo il primo episodio, in attesa della release di tutti gli altri.

Per quanto riguarda le serie animate, in attesa di 101 Dalmatian Street che vi porterà sessanta anni dopo La Carica dei 101 raccontandovi le vicende di due cuccioli di dalmata e dei loro 97 fratelli, alle prese con i problemi della vita quotidiana, vi segnaliamo Timon & Pumbaa, la serie dedicata ai due comprimari de Il Re Leone e l'immortale Ricreazione, pronto con le sue tre stagioni integrali. Per i più piccoli, invece, ci sarà I perché di Forky, pensato per rispondere alle tante domande dei bambini con la simpatica voce di Luca Laurenti nei panni del personaggio introdotto nell'universo Pixar con Toy Story 4.