Apple Tv+: tutte le serie tv in uscita a gennaio 2021

Il 2021 segna il ritorno di due interessanti serie tv e l'arrivo di un nuovo thriller psicologico. Ecco tutti i titoli disponibili a gennaio!

speciale Apple Tv+: tutte le serie tv in uscita a gennaio 2021
Articolo a cura di

Anno nuovo, vita nuova, dicono alcuni. Ma non è sempre così! Apple Tv+ festeggia il 2021 con il ritorno di due serie tv che nel 2019 hanno riscosso un discreto successo e che hanno lasciato gli spettatori in attesa di una degna continuazione. Il catalogo della piattaforma accoglierà però anche una nuova produzione thriller israeliana, pronta a tenerci un po' sulle spine. Ecco le serie tv in uscita su Apple Tv+! Non perdetevi inoltre le novità Disney+ di gennaio e le uscite Amazon di gennaio!

Dickinson, Stagione 2 (8 gennaio)

Ci sono serie capaci di conquistare grazie a un intreccio complesso e intrigante, altre in grado di affascinare soprattutto grazie a uno stile unico. Tra i prodotti di qualità prodotti da Apple Tv+ Dickinson è forse uno dei più originali, particolare proprio per il tono della narrazione. Questa serie trasforma la biografia di una delle più grandi poetesse americane - Emily Dickinson, attiva nel Diciannovesimo secolo - in una favola moderna.

Alla vicenda storica, che mostra l'ispirazione poetica della protagonista interpretata da Hailee Steinfeld e ne sottolinea i significati, lo show affianca numerosi anacronismi, tanto nell'atteggiamento spesso troppo colloquiale dei personaggi, tanto nello stile stesso. Per comprendere di più ciò di cui stiamo parlando potete leggere la nostra recensione di Dickinson.

Da questo stile così particolare deriva un titolo dalla spiccata anima creativa, solo in apparenza poco consapevole della realtà storica che racconta, ma in realtà capace di narrarla in modo innovativo senza intaccarla. Caricata su Apple Tv+ l'1 novembre 2019, l'8 gennaio 2021 Dickinson tornerà sulla piattaforma con nuovi episodi incentrati sulla sua produzione poetica. Se la prima stagione mostrava il rapporto di Emily con la famiglia, la migliora amica Susan e la propria inarrestabile ispirazione, la seconda analizzerà con occhio ancora più attento il ruolo complesso della fama per la poetessa. Il tutto, ovviamente, con lo stile fresco che ha già saputo conquistare gli spettatori!

Servant, Stagione 2 (15 gennaio)

Dal genere storico a quello horror, gennaio segna il ritorno di un'altra serie tv, diretta dal grande M. Night Shyamalan e da Daniel Sackheim. Si tratta di Servant, uscita sulla piattaforma il 28 novembre 2019 (trovate qui la nostra recensione di Servant). Distrutti dalla perdita del figlio neonato Jericho, i coniugi Sean e Dorothy Turner (Toby Kebbell e Lauren Ambrose) ricorrono a una bambola reborn per superare il lutto, difficile da gestire soprattutto per la donna. Quest'ultima decide di affidare le cure di Jericho a una giovane babysitter, la schiva e misteriosa Leanne (Nell Tiger Free). Giorno dopo giorno il comportamento della ragazza si fa sempre più inquietante, suscitando i sospetti di Sean.

Al termine della prima stagione molte questioni sono rimaste ancora irrisolte: chi è il bambino che ha sostituito Jericho? Cosa nasconde Leanne? Cosa possiamo dunque aspettarci dalla seconda stagione di Servant, in arrivo il 15 gennaio? A farci compagnia durante la visione nei nuovi episodi sarà sicuramente lo stile registico inquietante di Shyamalan, che ha affermato di volersi concentrare ancora sulla stessa location. La casa di Dorothy e Sean sarà di nuovo scenario di eventi disturbanti che coinvolgono Leanne, il piccolo Jericho e gli stessi coniugi Turner!

Losing Alice (22 gennaio)

Gennaio non è tuttavia solo il mese dei grandi ritorni, ma anche un'occasione per buttarsi su qualche nuovo titolo! Apple Tv+ ha infatti acquistato i diritti per trasmettere in esclusiva Losing Alice, serie tv di genere thriller psicologico di produzione israeliana. In questa nuova uscita disponibile dal 22 gennaio, la protagonista Alice (Ayelet Zurer, già vista al fianco di Tom Hanks in Angeli e Demoni) si trova a fare i conti con la crisi di mezz'età e con un lavoro da regista che sembra arrivato ad una fase di stallo. Un giorno la sua vita prende però una piega del tutto diversa quando conosce per caso la giovane sceneggiatrice Sophie, per cui sviluppa una pericolosa ossessione.

Con queste premesse la serie mira a esplorare il complesso subconscio di Alice, tra la paura per il futuro e la difficoltà nel gestire sentimenti come l'amore, la gelosia e la possessività. Con questo titolo - e dopo l'esperimento compiuto con Teheran - Apple Tv+ si sta rivolgendo anche alle serie israeliane, dimostrando di essere pronta ad ampliare lo sguardo anche verso titoli di altri nazioni.