Marvel

Aspettando WandaVision: la storia di Scarlet Witch e Visione nel MCU

Ripercorriamo la storia dell'agrodolce rapporto tra Wanda e Visione all'interno dell'universo cinematografico Marvel, aspettando il serial su Disney+.

speciale Aspettando WandaVision: la storia di Scarlet Witch e Visione nel MCU
Articolo a cura di

È ormai alle porte il debutto di WandaVision, l'attesissima serie Marvel che avrà l'onore di aprire la Fase 4 del MCU e connettersi alle prospettive del multiverso cinematografico della Casa delle Idee. Prima di poter assistere alla serie che segnerà il ritorno di Scarlet Witch e Visione, è importante ricordare il loro percorso nei lungometraggi Marvel sino a questo momento.

Riassumere ciò che i personaggi di Elizabeth Olsen e Paul Bettany hanno vissuto nel corso degli anni sarà anche molto utile per cercare di comprendere dove potrebbe portarci il loro prossimo arco narrativo nell'universo cinematografico (e seriale) Marvel. Partiremo quindi da Wanda, dalle sue prime apparizioni sino al finale di Avengers: Endgame, per poi guardare a quanto successo al suo amato androide, specialmente nel corso degli ultimi film incentrati sugli Avengers.

Wanda Maximoff: le origini nel MCU

La prima apparizione di Scarlet Witch nel Marvel Cinematic Universe avviene durante la scena posta a metà dei titoli di coda del film Captain America: The Winter Soldier del 2014, ma sarà solamente durante la pellicola Avengers: Age of Ultron del 2015 che si scoprono la storia e l'origine del personaggio.

Wanda nasce in Sokovia, un piccolo paese situato nell'Europa orientale, insieme al fratello gemello Pietro (interpretato da Aaron Taylor-Johnson). Sebbene non sia mai stata menzionata la data di nascita di Wanda, è possibile ipotizzare che la ragazza sia nata verso la fine degli anni Novanta, ma tale informazione non è mai stata ufficializzata. All'età di dieci anni, Wanda e Pietro perdono entrambi i genitori: durante una cena di famiglia un mortaio colpisce casa Maximoff, uccidendo sul colpo la madre e il padre dei due fratelli. Un secondo mortaio inesploso cade nell'appartamento dove gli unici sopravvissuti sono i due gemelli, e per tre giorni i ragazzi sono costretti a vivere nella paura che la bomba possa esplodere, prima di venire salvati da una squadra di soccorso. Il nome impresso sulla bomba, Stark Industries, tormenterà la vita dei due giovani per molto tempo.

L'esperienza si rivela un vero e proprio trauma per Wanda e Pietro, che da quel momento iniziano una campagna d'odio nei confronti di Tony Stark e degli Avengers, che li vedrà organizzare numerose proteste che si oppongono all'operato dei Vendicatori. La loro attività politica, piuttosto popolare, attira le attenzioni sia dello S.H.I.E.L.D. che dell'HYDRA: se i primi cercano di comprendere quanto i gemelli Maximoff rappresentino una minaccia, l'organizzazione criminale vede invece in Wanda e Pietro dei possibili alleati.

Sokovia, nel frattempo, diventa una zona di guerra, e i Maximoff partecipano a diverse rivolte violente per provare a contrastare l'invasione di forze straniere nella loro patria. Ciò che i gemelli non sanno è che le rivolte sono organizzate nientemeno che dall'HYDRA, intenzionata a sfruttare la rabbia degli abitanti di Sokovia per i loro esperimenti. Di lì a poco, infatti, Wanda e Pietro fanno la conoscenza del dottor List (Henry Goodman), che propone loro un accordo: potranno ottenere un potere sufficiente a fermare la guerra in Sokovia, in cambio di prendere parte a degli esperimenti.

Dopo una fase di scetticismo iniziale, Wanda viene convinta da Pietro a partecipare agli esperimenti dell'HYDRA condotti da List e dal Barone Strucker (Thomas Kretschmann). I due giovani ragazzi vengono esposti all'energia dello scettro di Loki, una pratica che aveva ucciso diverse altre cavie prima di loro. I Mximoff, tuttavia, sopravvivono all'esperimento, guadagnando ciò che avevano desiderato: mentre Pietro acquisisce una velocità fuori dall'ordinario, Wanda ottiene diversi poteri psichici e telecinetici.

I primi scontri con gli Avengers

Gli Avengers giungono in Sokovia per attaccare la base HYDRA e prendere lo scettro di Loki. I Maximoff, che erano rinchiusi in delle celle, riescono ad approfittare della confusione causata dall'arrivo dei Vendicatori per scappare. Pietro esce subito dalla base e si scontra con Hawkeye (Jeremy Renner), mentre Wanda, rimasta all'interno della struttura per proteggere Strucker, riesce ad avere la meglio di uno spiazzato Captain America (Chris Evans) e fugge via. Finalmente, per Wanda si presenta anche l'occasione di vedersela per la prima volta con il colpevole di tutto il suo dolore: Tony Stark. Questo incontro/scontro mostra agli spettatori l'incredibile potere della ragazza: la Maximoff è, infatti, in grado di entrare nella mente del personaggio interpretato da Robert Downey Jr. e infestarla di visioni catastrofiche che gli ricordano gli eventi del film The Avengers del 2012. In questo modo, Wanda comprende anche quale sia il più grande terrore di Iron Man: essere il responsabile della disintegrazione del genere umano. Per questo motivo, decide di permettere agli Avengers di recuperare lo scettro, essendo convinta che nelle mani di Stark esso possa rivelarsi un'arma che porterà l'eroe ad autodistruggersi.

Successivamente, Wanda e Pietro vengono convinti da Ultron a unirsi a lui e alla propria causa di annientare definitivamente gli Avengers. Per questo motivo, i Maximoff accompagnano Ultron da Ulysses Klaue con l'intenzione di prendere le sue scorte di Vibranio. Gli Avengers intervengono nuovamente nel tentativo di impedire l'acquisizione del Vibranio da parte di Ultron, ma vengono facilmente sconfitti da Wanda, che usa i suoi poteri per manipolare le menti dei Vendicatori e porta Bruce Banner (Mark Ruffalo) a perdere totalmente il controllo e a trasformarsi in Hulk, fatto che obbligherà Tony Stark a usare l'armatura Hulkbuster per fermarlo.

Il trio composto da Wanda, Pietro e Ultron si dirige poi a Seul per recuperare una cella rigenerativa che permetta a Ultron di ottenere un nuovo corpo straordinario. Mentre la coscienza di Ultron viene trasferita nel nuovo contenitore, la ragazza ha il tempo di entrare nella sua mente, per scoprire i terribili piani di Ultron: egli vuole annientare completamente il genere umano. Sotto shock dopo aver visto le vere intenzioni di una figura nella quale riponeva grande fiducia, Wanda comprende di non poter più aiutare Ultron in un piano talmente folle, e insieme a Pietro scappa, in un percorso che la porterà a unirsi agli Avengers.

Se esci da quella porta, tu sei un Avenger

Subito dopo aver capito di essere stata dalla parte sbagliata sin dall'inizio, Wanda e Pietro riescono ad aiutare Captain America nell'affrontare Ultron, riuscendo a fermarlo momentaneamente. Questa è l'occasione per Wanda di avvisare Cap riguardo ai propri sospetti su Tony Stark, e a come il suo modo di agire sconsiderato possa essere un problema. I timori di Wanda sembrano avverarsi quando, giunta nella Avengers Tower insieme a Captain America e suo fratello Pietro, notano che Stark e Banner hanno deciso di trasferire la coscienza di J.A.R.V.I.S. all'interno del corpo recuperato da Steve Rogers grazie all'aiuto dei Maximoff.

Tuttavia, questa nuova vita (generata grazie anche al fulmine di Thor) rappresenterà per Wanda un momento fondamentale della propria esistenza: il "neonato", infatti, è nientemeno che Visione (Paul Bettany). Dopo essere riuscito a convincere il gruppo di essere dalla loro parte, Visione si unisce agli Avengers, e anche Wanda e Pietro decidono di collaborare con i Vendicatori per fermare l'ultimo folle piano di Ultron, intenzionato a distruggere ogni forma di vita con la sua nuova macchina fatta di Vibranio. Scarlet Witch, quindi, ha un ruolo molto importante nella battaglia che decreta la definitiva sconfitta di Ultron (anche grazie alle parole e all'aiuto di Hawkeye, che diventerà per la ragazza un vero e proprio mentore), ma il prezzo da pagare sarà elevato. Il fratello Pietro muore per salvare Clint Barton e la stessa Wanda sarà pronta a sacrificarsi per porre fine alla follia distruttiva di Ultron. Scarlet riesce a rimuovere il processore principale di Ultron con i suoi poteri, ma così facendo inavvertitamente permette a uno dei suoi droni di far partire la macchina letale.

A un passo da un tragico destino, Wanda viene salvata da Visione, prima che Iron Man e Thor (Chris Hemsworth) riescano a impedire la catastrofe. Da questo momento in poi, Wanda, insieme a Visione, James Rhodes e Sam Wilson, entra a far parte del nuovo gruppo dei Vendicatori.

Wanda torna nel film Captain America: Civil War del 2016. Circa un anno dopo la battaglia di Sokovia, la Maximoff partecipa all'operazione che sarà definita la "catastrofe di Lagos": Crossbones (Frank Grillo), che aveva provato a rubare un'arma biologica, viene fermato da Cap e dalla sua squadra (di cui fa parte anche Scarlet); tuttavia, il criminale si fa saltare in aria tramite un giubbotto esplosivo, suicidandosi.

Per prevenire quella che sarebbe stata una carneficina, Wanda usa i propri poteri per circoscrivere l'esplosione e spostarne l'impatto il più lontano possibile dai civili, ma così facendo distrugge un palazzo causando la morte della maggior parte delle persone che vi si trovavano dentro, di fronte al suo sguardo attonito e disperato.

Un mese dopo, Wanda si sente ancora tremendamente in colpa per quanto fatto, ma Steve Rogers rincuora la ragazza, facendole capire di aver salvato molte più persone di quelle tragicamente morte. Tuttavia, l'operazione a Lagos porta delle conseguenze: agli Avengers viene chiesto di accettare gli Accordi di Sokovia, che prevedono l'approvazione di un ente esterno che avrà il compito di sorvegliare le azioni degli Avengers. Tony Stark è d'accordo con la decisione; al contrario, Steve Rogers si opporrà fermamente agli Accordi.

Mentre il resto degli Avengers si dirige a Vienna per discutere degli Accordi, Wanda viene lasciata alla Torre degli Avengers, sotto la stretta osservazione di Visione. I due passano momenti piacevoli insieme, e Visione proverà a cucinare qualcosa di buono a Wanda nonostante la propria inesperienza ai fornelli. Wanda e Visione si confidano, successivamente, in un momento che è destinato a cementare il loro rapporto: entrambi hanno paura di non essere accettati per i loro poteri, e temono di essere visti come "diversi".

Tuttavia, l'idillio è destinato a concludersi quando la Maximoff decide di voler lasciare la Torre. Visione la ferma, rivelandole come Stark gli abbia chiesto espressamente di impedire a Scarlet di andarsene prima che gli Accordi vengano firmati. Questo cambierà inevitabilmente il rapporto tra Scarlet e Visione, con la ragazza ormai vera e propria "prigioniera" temporanea. Successivamente, Rogers manda Clint Barton a recuperare Wanda. Barton e Scarlet si scontreranno con Visione, intenzionato a fermare Wanda. La Maximoff e Visione arriveranno al confronto verbale, nel quale l'Avenger cerca di spiegare a Scarlet Witch perché dovrebbe rimanere all'interno della Torre, ma la ragazza non lo ascolta e, dopo averlo messo KO, abbandona la struttura con Hawkeye.

La relazione con Visione

È il momento dello scontro tra Avengers, nel quale Tony Stark osserva come la Maximoff abbia ferito i sentimenti di Visione con le proprie azioni. Wanda riesce comunque ad aiutare i suoi compagni nella battaglia contro la fazione di Stark. Anche Visione si unisce alla guerra civile, schierandosi dalla parte di Iron Man: l'Avenger, tuttavia, non è intenzionato a combattere davvero contro i propri ex compagni, limitandosi a bloccare la squadra comandata da Cap. Lo scontro prosegue violentemente, e War Machine (Don Cheadle) riesce a mettere fuori combattimento Scarlet. Visione, subito dopo la fine della battaglia, accorre da Wanda, scusandosi con lei e ottenendo a sua volta delle scuse dalla Maximoff. Visione dunque si distrae, mentre Falcon sta inseguendo Iron Man e War Machine: Rhodes chiede assistenza a Visione che, non prestando la giusta attenzione alla scena a causa dei propri sentimenti per Scarlet, inavvertitamente colpisce con un raggio proprio War Machine, causandone un gravissimo infortunio: anche la bussola morale di Visione inizierà a includere diversi sentimenti umani, con i quali dovrà confrontarsi da questo momento in poi.

Dopo la reclusione di Wanda, Clint, Sam Wilson e Scott Lang (Paul Rudd) nel Raft, e il successivo salvataggio a opera di Cap, Scarlet e Visione iniziano una relazione segreta: nel film Avengers: Infinity War del 2018 si scopre che si sono trasferiti a Edinburgo. Visione vorrebbe chiedere a Wanda di passare insieme il resto delle loro vite, abbandonando per sempre le loro carriere supereroistiche, ma Wanda non sembra del tutto convinta.

La loro felicità, in ogni caso, viene interrotta dopo aver scoperto che a New York sta avvenendo un attacco alieno e Tony Stark non si trova nella sua città per difenderla. Proprio quando Visione decide di intervenire (nonostante le remore di Wanda), i due vengono trovati da Proxima Media Nox e Gamma Corvi, generali dell'esercito di Thanos, intenzionati a rubare la Gemma della Mente incastonata nella testa di Visione. Wanda riesce a fatica a respingere i primi attacchi, ma è l'intervento decisivo di Cap, Black Widow (Scarlett Johansson) e Falcon a sistemare la situazione. Nonostante il salvataggio, Visione è gravemente ferito, e viene dunque portato alla New Avengers Tower per essere medicato.

La Gemma della Mente

Dopo aver recuperato le forze, Visione si rende conto che l'unico modo per salvare la vita ai suoi compagni e al genere umano è quello di distruggere la Gemma della Mente: il pericoloso e spietato Titano Thanos è infatti intenzionato a tutti i costi di impadronirsi della Gemma della Mente, e farebbe qualsiasi cosa per impossessarsene.

La Maximoff si oppone fermamente all'idea, mentre Bruce Banner suggerisce che potrebbe esistere un'alternativa. Visione potrebbe sopravvivere, se fosse possibile rimuovere la Gemma e mantenere in vita le altre componenti dell'eroe.
Per poter riuscire nell'impresa, il gruppo di Vendicatori deve dirigersi in Wakanda, dove Shuri (Letitia Wright) conferma di essere in grado di completare l'operazione senza portare alla morte di Visione, ma che sarà un'operazione molto lunga e difficile. Il processo di rimozione inizia, e Wanda rimane insieme a Visione per tutto il tempo possibile, fino a quando la battaglia irrompe anche nel laboratorio, costringendo Scarlet a dirigersi verso il terreno dello scontro per salvare i suoi compagni. Questo porta Proxima Midnight e Gamma Corvi ad approfittare della situazione, costringendo anche Visione allo scontro. L'intervento dell'eroe permette agli Avengers di avere la meglio grazie ai loro sforzi combinati.
Tuttavia, la vittoria ha una durata molto breve, in quanto Thanos raggiunge i Vendicatori sulla Terra dopo aver sgominato il team guidato da Iron Man sul pianeta Titano. Ogni forza in campo prova a trattenere la furia del villain, ma nessuno riesce a tenergli testa.

Visione, dunque, si rende conto che l'unico modo per salvare il mondo è quello di distruggere la Gemma che porta in capo, e solo Scarlet può riuscirci. La ragazza è disperata, ma le parole di Visione la convincono: in lacrime, Scarlet decide di utilizzare suoi poteri per distruggere la Gemma, ma nel frattempo deve fare i conti con Thanos, che si è sbarazzato facilmente degli altri Vendicatori.

È in questo momento che si assiste alla vera potenza di Scarlet, unica Avenger in grado almeno di rallentare il Titano per il tempo necessario a distruggere la pietra della mente. Il sacrificio di Visione, purtroppo, risulta vano: Thanos riavvolge il tempo grazie alla Gemma dell'Infinito sottratta al Dottor Strange. Wanda non può che assistere con orrore alla morte dell'amato, che viene ucciso per una seconda volta, violentemente, dal Titano. L'antagonista possiede adesso anche la Gemma della Mente, utile per completare il Guanto dell'Infinito. Poco prima di svanire, polverizzata dallo schiocco di Thanos, Wanda si trascina al capezzale di Visione, ormai morto, e successivamente si dissolve.

Un finale amaro?

Fortunatamente i Vendicatori sono riusciti a salvare il mondo nel film Avengers: Endgame del 2019 (qui la nostra recensione di Avengers Endgame), ma le conseguenze dell'attacco di Thanos rimarranno impresse per sempre nei sopravvissuti. Tra di essi, Wanda Maximoff, che dopo essere stata riportata in vita è stata una pedina fondamentale nella vittoria finale degli Avengers, dovrà convivere per sempre con il rimorso e il dolore della perdita di Visione.

Quale sarà il futuro di Wanda, del quale sarà possibile scoprirne di più con la serie TV a lei dedicata in arrivo, è al momento ignoto. Il timore che le ferite rimaste aperte dopo la fine di Endgame si tramutino in un trauma irreversibile e (stando ai rumor) e la portino a una follia distruttiva è d'altronde fondato. L'esistenza di Scarlet Witch potrebbe dunque chiudersi in modo amaro: dopo aver vissuto per molto tempo nel risentimento e nel dolore, vedere interrotto troppo presto il legame con la figura che le aveva permesso di superare i suoi traumi potrebbe avere delle conseguenze devastanti.

La speranza, invece, è che Wanda possa trovare un po' di pace: se sarà un futuro pilastro degli Avengers, o piuttosto una papabile antagonista, non resta che scoprirlo durante i 9 episodi di WandaVision.