Da The Mandalorian a Lizzie McGuire: tutto sulle serie tv Disney+

Non solo Marvel: al D23 sono arrivati annunci di franchise quasi dimenticati, ma ancora amati, novità dalla Pixar e le immancabili serie su Star Wars.

speciale Da The Mandalorian a Lizzie McGuire: tutto sulle serie tv Disney+
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Si sapeva che quest'anno sarebbe stato un colossale D23, la convention biennale che celebra l'immenso fan club della casa di Topolino. Ed è ironico pensare che la Disney abbia sentito la necessità quasi di scusarsi per i pochi annunci, quando in realtà ha letteralmente sommerso ancora una volta il mondo dell'intrattenimento. Perché la Disney non è solo Marvel, è tanto altro e al D23 si sono appunto visti tutti i suoi volti, sconfinati. Novità su Star Wars, novità dalla Pixar, annunci freschi su serie tv e franchise che ormai vivevano solo nella memoria degli appassionati. È stata una grande convention e che si sia o no fan della Disney non può non venire un brivido lungo la schiena pensando "E se davvero questa montagna di prodotti riuscisse a mantenere perfettamente le aspettative?". E se davvero il revival di Lizzie McGuire riuscisse a centrare chirurgicamente ciò che era la serie, modernizzandola nel frattempo nei messaggi e nei modi? E se davvero la serie - dal titolo infinito - su High School Musical riuscisse a far rivivere quello che aveva di speciale il primo film della trilogia e far breccia in una nuova generazione di adolescenti? Ci aspettano davvero una miriade di serie all'orizzonte, cerchiamo di ricapitolare quello che è successo ieri.

La nostalgia sempre più canaglia

In primis, un'ovazione colma di amore ha letteralmente coperto l'annuncio del revival di Lizzie McGuire e l'arrivo sul palco di Hilary Duff, storico volto della protagonista. E le premesse sono davvero interessanti: Lizzie ormai è cresciuta, si è trasferita a New York, lavora come decoratrice, tenta di realizzare i propri sogni... ma deve ancora vedersela con la simpatica versione animata di sé stessa tredicenne che vive nella sua testa. Certo, magari non sarà la serie che rivoluzionerà l'intero panorama seriale, ma l'istintiva simpatia che si provava verso il genuino personaggio di Lizzie era riuscito a ritagliarsi il proprio spazio nel cuore degli allora giovanissimi fan. Chissà che non ci riesca di nuovo, ma per adesso bisognerà aspettare una data ancora ignota. Non è l'operazione revival che suscita più interrogativi: è stato, infatti, mostrato un primo trailer di - respiro profondo per pronunciare l'infinito titolo - High School Musical: The Musical: The Series. Ambientato nello stesso liceo dei film originali, la serie sarà un mockumentary e seguirà le vicende di un gruppo di liceali che stanno per mettere in scena proprio High School Musical. C'e della genialità distorta in un'idea del genere, siamo davvero curiosi di vedere cosa ci riserva questa serie, che debutterà in contemporanea con il servizio Disney+ il 12 Novembre.

Le piccole gemme della Pixar

Poteva mai ovviamente la Pixar rimanere a secco di annunci in un'occasione del genere? Naturalmente no e quindi ecco svelato al mondo Forky Asks A Question. L'adorabile Forky, il personaggio nato dalla spazzatura introdotto in <i>Toy Story 4, sarà infatti il protagonista di una serie di cortometraggi animati, ognuno con una forte morale e un insegnamento specialmente per i più piccoli. Davvero un progetto molto carino e ormai si sa, la Pixar su queste cose è una certezza. Peccato non si sappia ancora nulla del periodo d'uscita. Lo stesso vale per l'altro grande annuncio della casa di animazione, ovvero Monsters at Work. Seguito diretto di Monsters & Co., questa serie è ambientata sei mesi dopo le vicende del film e vedrà un nuovo mostro, Tyler - doppiato in originale da Ben Feldman - fresco di laurea alla Monsters University e pronto a iniziare con entusiasmo il suo lavoro. Ma scoprirà presto che la città di Monstropolis è cambiata e con essa le politiche dell'azienda, che adesso non vuole più spaventare i bambini, ma farli ridere. Abbiamo ben pochi dubbi sul fatto che tornare in quel mondo coloratissimo e ricolmo di mostri dall'aspetto assurdo ed esilarante sarà una delizia, per gli occhi e per il buon umore. Da tenere d'occhio senz'ombra di dubbio.

Le infinite guerre stellari

Capitolo Star Wars. L'hype per The Mandalorian, la serie di Jon Favreau e interpretata, tra gli altri, da attori del calibro di Pedro Pascal e Giancarlo Esposito, è sostanzialmente esploso in seguito al suggestivo trailer mostrato durante la conferenza. La serie è ormai pronta, debutterà con il lancio di Disney+ il prossimo 12 novembre e sarà una grande epopea spaziale a cavallo tra la prima e la terza trilogia, ovvero dopo gli eventi del Ritorno dello Jedi e prima dell'avvento del Primo Ordine. Ma non è assolutamente finita qui: dopo anni di estenuante attesa, finalmente la nuova e conclusiva stagione della serie animata The Clone Wars ha un periodo d'uscita, ovvero il prossimo febbraio. Un vero e proprio regalo d'addio ai fan storici di un prodotto dal valore mai troppo riconosciuto. Sul palco sono inoltre saliti Diego Luna e Alan Tudyk, interpreti rispettivamente di Cassian Andor e dell'androide K-2S0 in Rogue One, per annunciare il loro coinvolgimento in una nuova serie di Star Wars ancora senza nome, le cui riprese inizieranno l'anno prossimo.

Stesso periodo delle riprese del grande annuncio finale, poiché dopo settimane di rumors è ufficiale che Ewan McGregor tornerà a riprendere i panni dell'iconico Obi-Wan Kenobi in una serie incentrata totalmente su di lui. Era l'annuncio che si aspettava da anni, sarà molto probabilmente un sequel de La Vendetta dei Sith e potenzialmente può essere un prodotto semplicemente fuori scala. Come promesso ad inizio articolo, ci aspetta veramente una miriade di cose da vedere e per cui entusiasmarci.