Gomorra: il futuro della serie di SKY dopo il finale di stagione

L'epopea malavitosa si è appena conclusa sulle frequenze di Sky Atlantic. Bilanci e ipotesi in merito al destino della serie tv di grande successo.

speciale Gomorra: il futuro della serie di SKY dopo il finale di stagione
Articolo a cura di

Il 22 dicembre si è assistito a un evento unico e raro per la TV italiana di qualità. Gli ultimi due episodi di Gomorra sono riusciti a tenere incollati il pubblico alla poltrona fino all'ultimo drammatico minuto, regalando un finale di stagione di alto livello, pieno zeppo di colpi di scena, vendette, rovesci di fortuna e sogni di rivalsa. Si conclude così la guerra scatenata contro la Federazione, una guerra cha ha spaccato in due la criminalità di Napoli e che alla fine ha visto trionfare i reietti di Secondigliano. Ma a che prezzo? Gli inganni e doppi giochi di Donna Annalisa sono stati alquanto fatali per la regina dei quartieri periferici di Napoli, e a guadagnare potere sono stati i ragazzi di Forcella, che in Enzo Sangueblu hanno trovato un leader valoroso, forte, determinato ma debole e poco incline al comando, ma anche la glaciale Patrizia ha trovato il modo di emergere, giocando intelligentemente le sue carte. Una guerra scatenata da Genny e Ciro i quali, desiderosi di tornare al potere, hanno tirato i fili della vicenda, ma la posta in gioco era troppo alta e anche i due fratelli/alleati, alla fine dei giochi, si sono trovati di fronte a una scelta.
Il finale di Gomorra è stato audace, forte e vibrante come un colpo di pistola, gli ultimi due episodi hanno avuto l'audacia di osare, di uccidere, di togliere di mezzo alcuni fra i personaggi chiave della storia, facendo intuire che, in questa faida malavitosa, nessuno è al sicuro, nessuno può sopravvivere. La stagione 4, che presto entrerà in lavorazione, si apre con dubbi e incertezze: sarà all'altezza? La serie sarà ancora il prodotto più bello che la serialità italiana ha da offrire? Fino a ora nessuno è rimasto deluso (e gli ascolti parlano chiaro), ma proviamo a ipotizzare cosa potrebbe accadere nel futuro di Gomorra.


Patrizia, a Secondigliano c'è una nuova regina

È stato uno fra i personaggi che ha guadagnato più forza e visibilità nel terzo capitolo della serie di Sky. Non solo ha finto la sua fedeltà nei riguardi di Scianel, riuscendo così a portare avanti il desidero di vendetta tanto urlato da Marinella ma, grazie alla sua caparbietà, Patrizia si è guadagnata un posto fra la gente che conta in quel di Secondigliano, e soprattutto si è guadagnata l'eterna fiducia di Genny. Tempi bui per le "scignetelle" di Napoli Nord, ma ora che Donna Annalisa è fuori dai giochi, Patrizia può salire sul trono ereditato dall'affabile Scianel e governare una realtà difficile, una piazza di spaccio e malavita fra le più redditizie della zona. Patrizia ha le qualità, ha le doti da vera leader, perché ha vissuto in prima persona l'ascesa e la discesa della camorra di Secondigliano. Ha la stoffa da regina perché è sagace, è algida, è scaltra e poi, in un mondo popolato da soli uomini, una donna può far oscillare l'ago della bilancia degli eventi e delle alleanze.

Jenny, il tormento finirà per logorare il suo spirito

L'ultimo figlio dei Savastano, l'unico che è sopravvissuto alla guerra che due anni fa è stata scatenata dall'ambizione di Ciro di Marzio, nella terza stagione di Gomorra ha sfoderato i suoi artigli. Da Roma a Napoli, da Forcella a Secondigliano, Genny è caduto più volte vittima dei giochi della Federazione e, soprattutto, più volte il suocero ha minato i suoi sogni di gloria. Il temperamento e la voglia di riabbracciare il figlio Pietro hanno costretto Genny a rialzarsi e a combattere per tornare ad essere Don Savastano, il Don che suo padre non è mia stato. Ora però la morte di Ciro, l'assenza dell'unica persona di cui si poteva fidare, mette il personaggio interpretato da Salvatore Esposito di fronte a un bivio: il rimorso lo ucciderà? Sarà capace di gestire la precaria situazione in cui si è immischiato? I problemi sono appena cominciati: nonostante Genny sia cresciuto moltissimo negli ultimi episodi, era la pragmaticità di Ciro a tenere a bada il suo lato oscuro e la sua sconsideratezza, e ora, nella situazione in cui è caduto, sembra probabile che le emozioni prenderanno il sopravvento.

Sangue Blu e i "Sons of Anarchy" di Forcella: una nuova generazione di malavitosi

Aprire un varco ed esplorare sogni e miti della malavita di Forcella ha permesso di scoprire una realtà di Napoli spesso lasciata nel dimenticatoio, ignorata dalle istituzioni e messa al bando anche dalla criminalità che conta. Però nessuno fino ad ora aveva conosciuto Sangue Blu, un ragazzo indomito e con la voglia di emergere che, suo malgrado, è caduto nella spirale di vendetta messa in atto da Ciro. In questo modo Enzo Sangue Blu ha potuto costruire un vero esercito di giovani leve, disposte a rapinare e uccidere pur di guadagnare il potere che gli spetta. E ora che la Federazione è stata distrutta (anche se i sopravvissuti si stanno già organizzando per una nuova sortita), i Sons Of Anarchy di Scampia si troveranno a difendere con le unghie e con i denti un territorio tanto desiderato che, per troppo tempo, non sono riusciti a gestire. Ma in quel di Napoli, in una città dove la camorra serpeggia come un cancro, le battaglie per il predominio delle piazze di spaccio non termineranno mai. Con questo preambolo, la stagione 4 di Gomorra sarà difficile, sarà intensa, più cruenta che mai.