Oltre Invasion: le migliori serie tv sugli alieni

Invasion sta approcciando il tema alieno a suo modo, ma quali sono le altre serie che hanno saputo affascinarci con gli extraterrestri?

Oltre Invasion: le migliori serie tv sugli alieni
Articolo a cura di

Navicelle spaziali, strane luci che fluttuano nel cielo, sparizioni misteriose, esseri informi che studiano il corpo umano attraverso sonde inquietanti: il mondo della narrazione è colmo di avventure che vedono come protagonisti gli alieni. Nelle culture di ogni singolo Paese, in tutti gli angoli del mondo, prendono vita storie ultraterrene che cercano di dare una spiegazione a degli avvistamenti misteriosi. L'ultimo prodotto che vede gli extraterrestri muoversi sotto i riflettori è Invasion, attualmente disponibile in streaming su Apple TV+. Vi abbiamo già parlato della serie nelle nostre prime impressioni su Invasion, raccontandovi di una trama che cerca di rompere con il classico leitmotiv a stelle e strisce puntando maggiormente sull'introspezione dei personaggi.

Questo ci ha lasciato buone sensazioni sul futuro del genere, perché sappiamo che lo spunto spaziale può ancora fornire tanto materiale, se gestito con intelligenza. Da questa motivazione nasce la nostra lista di serie tv che vedono protagonisti esseri venuti da altri pianeti. Show contemporanei o datati, drammi ansiogeni ma anche commedie divertenti: un elenco di titoli semplicemente imprescindibili se siete amanti del genere.

Fringe


Vi aspettavate X-Files come apripista, vero? E invece no, il primo titolo che vogliamo ricordare è l'iconico show di J.J. Abrams, che deve comunque molto al classico con Mulder e Scully. La serie cult vanta cinque stagioni dense di misteri: non solo alieni, ma anche universi paralleli e linee temporali che si sovrappongono. La trama pone le sue basi dalle puntate iniziali, nelle quali facciamo la conoscenza della divisione Fringe dell'FBI, per poi diramarsi attraverso episodi a sé stanti verso l'ignoto.

Olivia Dunham è un'agente chiamata a risolvere "Lo Schema", ovvero quella catena di eventi inspiegabili che sta sconvolgendo il mondo, e lo farà con l'aiuto di Peter Bishop, il figlio di uno scienziato che lavorava per il Governo conducendo esperimenti sul paranormale finché non è stato dichiarato mentalmente instabile e rinchiuso in un ospedale psichiatrico. Peter è interpretato da un ottimo Joshua Jackson che con Fringe ha consolidato il suo ruolo di icona della serialità, come se non fosse bastato il suo Pacey in Dawson's Creek (recentemente abbiamo parlato di lui nella nostra recensione di Dr Death). Se siete tra le poche persone a non aver visto questa serie, vi consigliamo di recuperala ad occhi chiusi!

The Expanse

La serie disponibile in streaming su Amazon Prime Video è tratta da una raccolta di romanzi, racconti e storie fantascientifiche scritti da Daniel Abraham e Ty Franck. La trama ci trasporta nel XXIV secolo: gli umani hanno colonizzato l'intero sistema solare, ma la forza politica è messa in discussione dalle ex colonie marziane che si sono rese indipendenti dal governo centrale.

In questo clima di tensione sociale seguiamo le indagini del detective Josephus Miller su Cerere mentre indaga sulla scomparsa di una donna terrestre, che vanno ad intrecciarsi con le vicende di James Holden, il secondo ufficiale del cargo porta ghiaccio Canterbury coinvolto in un incidente che potrebbe scatenare un conflitto interplanetario tra Marte e la Terra. Se volete saperne di più, qui trovate la nostra recensione di The Expanse.

Falling Skies

La quinta stagione della serie prodotta da Steven Spielberg ha visto la sua conclusione ormai sei anni fa, ed è uno dei prodotti dal canovaccio più classico tra quelli che hanno gli alieni come tema principale. La storia parte da un presupposto tragico: una potentissima razza aliena, gli Espheni, ha conquistato la terra e ha sterminato il 90% della popolazione mondiale.

Gli Espheni sembrano imbattibili, sono umanoidi alti il doppio rispetto agli umani e possono contare su un esercito di Skitter, esseri mostruosi creati in laboratorio utilizzando razze precedentemente conquistate. Il fronte di liberazione dell'umanità vede in prima linea Tom Mason e il suo gruppo di resistenza, che dovrà combattere contro gli invasori e i dispositivi che piegano gli umani alla loro volontà rendendoli schiavi.

Rick e Morty

La serie nata come una parodia di Ritorno al Futuro è una giostra che ruota a velocità supersonica lasciando tutti confusi ed esaltati. Dalla folle mente di Justin Roiland e Dan Harmon prende vita lo show che ha come protagonista Rick Sanchez, uno scienziato che gioca a fare Dio con le sue creazioni dal potere inimmaginabile, e Morty Smith, il suo nipotino poco intelligente ma dal cuore d'oro. I due personaggi bilanciano le loro personalità imbarcandosi in avventure autoconclusive all'interno di un arco narrativo chiuso proprio recentemente dall'ultima puntata della quinta stagione (ecco la nostra recensione di Rick e Morty 5).

Tra universi paralleli, cloni che mettono in dubbio il significato stesso dell'esistenza e bambini incestuosi giganti che volteggiano nello spazio, gli alieni sono la cosa più plausibile che troverete nella serie. Il suo umorismo cinico, unito a dei ritmi elevatissimi insieme a momenti di profonda riflessione, rendono la serie di Adult Swim uno spettacolo da non perdere per nessuna ragione al mondo. La voglia di spingersi sempre oltre il limite consentito ci lascia ben sperare per il suo prosieguo.

X-Files

Quando si parla di esseri alieni non può mancare il riferimento ad X-Files: una tappa obbligata, la serie che ha plasmato il concetto di extraterrestre nella TV contemporanea e non ha rivali in quanto a misteriosità e fascino. Il fontamentale show creato da Chris Carter si dipana in 11 stagioni che sono diventate un vero e proprio classico della serialità, tant'è che bisogna essere dei veri e propri alieni per non aver visto almeno un episodio di X-Files.

La trama vede come protagonista Fox Mulder, un agente dell'FBI chiamato a risolvere i casi inspiegabili catalogati nell'archivio come X-Files. La passione di Mulder per questo genere di indagini deriva da un trauma passato: nei suoi ricordi, infatti, la sorella è stata rapita dagli alieni quando lui aveva dodici anni. Per tenerlo con i piedi piantati a terra, i suoi superiori gli affiancano l'agente Dana Scully, una dottoressa scettica nei confronti del paranormale che sarà costretta a ricredersi quando i due affronteranno casi ai limiti della razionalità.

Parlare di questo show senza dilungarsi eccessivamente è un lavoro impossibile, ed un'analisi superficiale non renderebbe giustizia allo status imperiale di questa serie tv. Per questo vi rimandiamo al nostro speciale su X-Files, dove troverete maggiori e più dettagliate informazioni riguardo al titolo che ha modificato l'immaginario collettivo sugli alieni e sui complotti ad essi collegati.

Lost in Space

Il remake made in Netflix dell'omonima serie televisiva del 1965 racconta di una famiglia di pionieri spaziali che si ritrovano su un pianeta sconosciuto in seguito al danneggiamento della loro astronave. Nelle tre stagioni che compongono la serie, la trama ci trasporta in un futuro nel quale le missioni spaziali sono all'ordine del giorno e l'umanità sta formando colonie in giro per la galassia per scampare all'estinzione sul pianeta Terra.

A causa di un attacco alieno, la famiglia Robinson precipita su un pianeta pregno di misteri che sembra respingerli, e dovrà rimanere compatta per riuscire a riparare l'equipaggiamento e ritornare a casa. La serie propone degli spunti interessanti, ma spesso cade in banalità castrando l'ottimo lavoro di setting, come vi raccontavamo nella recensione di Lost in Space. Rimane una visione consigliata a chi proprio non riesce a saziarsi di fantascienza, nonostante i difetti la serie Netflix ha comunque il grande pregio di svolgersi su un pianeta alieno e misterioso.

Twin Peaks

Twin Peaks rifugge a qualsiasi classificazione, galleggiando come in un sogno tra l'horror, il thriller, il dramma e la sitcom. Dalla mente contorta di David Lynch e Mark Frost nasce l'alfa e l'omega dell'intera serialità: Twin Peaks è il precursore delle modalità di scrittura per le serie tv, nel bene e nel male. L'agente Dale Cooper arriva in questa sconosciuta cittadina nello stato di Washington alle 11 e 30 della mattina del 24 febbraio.

Il suo incarico è indagare sulla morte di Laura Palmer, una ragazza del luogo trovata senza vita, la cui scomparsa ha gettato nello scompiglio questa idilliaca città. Lo svolgersi delle ricerche farà salire a galla tutto il marcio che era inizialmente nascosto alla vista, facendo luce su oscuri segreti che sembrano esulare dal nostro mondo. Nonostante non si parli mai chiaramente di alieni (in Twin Peaks non si parla chiaramente di nulla), i fan più attenti hanno spesso fatto notare possibili richiami ad avvistamenti ed a presenze ultraterrene, creando teorie che si sono accese quando Mark Frost ha pubblicato "Le vite segrete di Twin Peaks", un libro nel quale molti avvenimenti della serie vengono ricollegati alle presenze aliene che abitano i boschi intorno alla città.

Evitiamo spoiler di qualsiasi genere, ma nella terza stagione (realizzata a distanza di 25 anni dalla seconda!) fa la sua comparsa un vero e proprio essere extraterrestre, all'interno di una puntata già di per sè molto misteriosa. Twin Peaks è un capolavoro che ha cambiato la TV influenzando tantissime altre produzioni che hanno cercato, spesso invano, di emulare il suo carattere elusivo e criptico. Uno spettacolo trascendentale che sarebbe un crimine lasciarsi scappare.