Obi-Wan Kenobi è la peggior serie di Star Wars finora?

Obi-Wan Kenobi non è riuscita ad ampliare e rendere onore al rapporto tra il Maestro Jedi e Darth Vader, risultando una pessima serie di Star Wars.

Obi-Wan Kenobi è la peggior serie di Star Wars finora?
Articolo a cura di

Non è che avessimo aspettative enormi, o pensassimo arrivasse il prodotto definitivo di Star Wars. Però non ci aspettavamo nemmeno una tragedia di questo tipo. Inutile girarci attorno: Obi-Wan Kenobi è la peggior serie su Guerre Stellari al momento. Un prodotto che già era partito sottotono, ma incapace di trovare davvero la propria anima, sofferente di una sceneggiatura povera e decisamente superficiale assieme a una regia mai ispirata o in grado di far respirare l'epica delle battaglie nello spazio. Con la tristezza nel cuore, visto quanto amiamo il personaggio e la sua dualità con Darth Vader, dobbiamo però ammettere che peggio di così era davvero difficile fare.

Obi-Wan Kenobi, chi era costui?

Avendo visto tutti gli episodi (qua la nostra recensione di Obi-Wan Kenobi 1X06), sembra quasi che il team creativo dietro al prodotto conoscesse poco il personaggio. È un discorso che abbiamo fatto spesso: il franchise di Star Wars in mano a Filoni e Favreau riesce ancora a brillare, altrimenti arranca.

E la serie su Kenobi ha lo stesso destino, tra problemi di canone e incongruenze con il franchise (qua il nostro video sui buchi di trama di Obi-Wan Kenobi). Cose risolvibili semplicemente riguardando i prodotti già usciti, o controllando in fase di scrittura che tutto si collegasse senza intoppi. Eppure anche gli elementi più elementari (Obi-Wan che in Episodio III vede dalla registrazione Anakin alzarsi come Darth Vader) sembrano dimenticati in favore di una ricerca esasperata di un qualche "effetto wow" da colpo di scena a tutti i costi. Quando una serie così doveva vivere delle emozioni, non delle sorprese. Il personaggio di Reva è probabilmente emblematico di tutti i problemi: cambia continuamente motivazioni, fino ad arrivare a non averne quasi più, togliendo al pubblico l'empatia nei suoi confronti e spegnendosi lentamente nell'indifferenza generale. Così come i tanti (troppi) passaggi estremamente superficiali e scialbi in fase di scrittura: la fuga di Leia nei boschi, come Vader percepisce (o non percepisce a convenienza di trama) le persone tramite la Forza, le spade laser che non uccidono nessuno o la forzatura di passaggi perché altrimenti Episodio IV non sarebbe mai esistito.

Regia mai all'altezza

Se la sceneggiatura non brilla mai c'è purtroppo anche il grosso problema della regia. Debora Chow ha fatto un lavoro pessimo sotto tutti i punti di vista. Gli scontri non hanno pathos, non c'è mai epica nei combattimenti e tutto il découpage sembra abbozzato da un principiante del settore.

La fuga di Leia e l'inseguimento di Reva sui tetti non sono mai credibili, così come la concezione dei duelli. Chow passa da campi medi a inquadrature strette senza fluidità, come se non riuscisse a trovare il giusto metodo per dare spinta allo scontro e valorizzare il combattimento tra due spade laser. Il duello finale di Episodio III fra Anakin Skywalker e Obi-Wan Kenobi è purtroppo lontano anni luce, nonostante la serie facesse almeno sperare di avvicinarsi a quelle vette. Ma purtroppo tutto il comparto tecnico arranca: la fotografia sembra non aver mai avuto a che fare con l'illuminazione di una spada laser, difetto che purtroppo viene a galla soprattutto nell'ultimo episodio, quando la luce blu inghiotte tutto il resto che è debolmente illuminato in maniera grezza e poco curata. Senza contare poi la combo regia-sceneggiatura in scene come quella del cancello laser: il totale dall'alto per far vedere che lo si poteva aggirare è di nuovo emblematico della poca cura di tutta la serie.

Star Wars al suo peggio

In sostanza la serie su Obi-Wan Kenobi non riesce mai a emozionare sul serio, e quando ci prova si aggrappa disperatamente al passato del franchise, sperando che il pubblico sussulti per le citazioni o i camei.

Solo che spesso e volentieri si ottiene l'effetto opposto (vedi l'ultima frase di Obi-Wan nella serie), depotenziando ancora un prodotto che, almeno sulla carta, avrebbe dovuto vivere di spirito epico e leggendario già soltanto per i suoi due personaggi principali. Invece si accartoccia puntata dopo puntata, mai in grado di stringerci nel suo pugno o farci sobbalzare, se non per un facile effetto nostalgia che si ferma lì, vuoto nella sua essenza più basilare e mai supportato da inventiva o capacità di ampliare la leggenda di Obi-Wan Kenobi e Darth Vader.