SANREMO

Sanremo 2020, com'è andata la quarta serata del 70° Festival: Guerra e Pace

La nostra analisi della quarta serata del Festival di Sanremo 2020. Un trionfo assoluto, tra armonia e dissapori.

speciale Sanremo 2020, com'è andata la quarta serata del 70° Festival: Guerra e Pace
Articolo a cura di

70° Festival della Canzone Italiana: il venerdì. La quarta serata della kermesse, oltre ad aver consegnato all'albo d'oro il nome del vincitore nella categoria Nuove Proposte, ha visto susseguirsi colpi di scena a raffica, fino a notte inoltrata. Scopriamo insieme cosa è accaduto ieri, analizzando pregi e difetti di una lunghissima diretta, premiata ancora una volta dal pubblico (9.5 milioni di spettatori per il 53,3% di share).

La serata

La diretta si apre con la sfida tra le Nuove Proposte, che culmina con il trionfo al televoto (con il 52% di consensi) di Leo Gassman. Archiviata la consegna del Leoncino al vincitore, la gara tra i big può cominciare. Non prima del ritorno di Fiorello. Numeri dopo numeri, dati dopo dati: terza apparizione sul palco dell'Ariston, terza promessa mantenuta. Lo showman siciliano apre la parte ludica dello spettacolo travestito da Coniglio de "Il cantante mascherato", show del venerdì sera di Rai 1, per poi dare una bizzarra personalizzazione a Generale di Francesco de Gregori, in versione mash up con Montagne Verdi di Marcella Bella.

È un piacevole preludio al duetto con Tiziano Ferro in Finalmente Tu. Il momento si conclude con un bacio tra i due: la pace tra Tiziano Ferro e Fiorello in diretta TV mette fine alle polemiche dei giorni scorsi. Antonella Clerici e Francesca Sofia Novello sono le due co-conduttrici della serata, mentre Dua Lipa, ospite internazionale del quarto appuntamento, appare fugacemente in una sorta di halftime show tra un brano e l'altro.

Il pubblico esce dal dormiveglia all'1,43: con un clamoroso colpo di scena, infatti, Morgan cambia il testo della canzone presentata in coppia con Bugo, scatenando le ire di quest'ultimo, che abbandona polemicamente il palco. Risultato: squalifica immediata. Solo a notte fonda, alle due del mattino passate, arriva la classifica provvisoria dei 23 artisti di Sanremo 2020: comanda Diodato, seguito da Francesco Gabbani e dai Pinguini Tattici Nucleari.

Una serata indimenticabile dal punto di vista televisivo, ma eccessivamente lunga. L'esigenza di dare il giusto spazio ad ogni momento è sacrosanta, ma il pubblico non può attendere le due del mattino inoltrate per i titoli di coda. Sei ore di diretta sono un'impresa non solo per chi le costruisce, ma anche per chi le recepisce da casa.

Amadeus

È oramai entrato nell'olimpo dei presentatori italiani, a pieno titolo e a pieno merito. Dimostra, sera dopo sera, quanto sia capace non solo di costruire questo difficile appuntamento di spettacolo, ma di essere in grado, al momento giusto, di sfruttare addirittura i momenti complicati e le polemiche.

Un trionfo assoluto. L'unico appunto che possiamo fargli (che non toglie nulla alla straordinaria impresa catodica che sta compiendo) è non aver fatto nulla per ostacolare la durata monstre delle serate, ma di averla semmai cavalcata.

Fiorello e Tiziano Ferro

Ordinaria follia, potremmo dire, abituati da meno di una settimana all'evento divenuto appuntamento fisso, allo straordinario che si ripete come in una liturgia televisiva dell'imprevedibilità.

Imitazioni, duetti, rivisitazioni, monologhi, incursioni. Sotterrata finalmente l'ascia di guerra, torna il sereno tra i due compagni di avventure. Lo spettacolo è ancora assicurato.

Antonella & Francesca

La quarta coppia di donne del Festival è composta da Antonella Clerici e Francesca Sofia Novello. Due personalità totalmente differenti tra loro, in grado di contribuire con colori variegati alla riuscita della serata. Apprezziamo, in particolare, il ritorno della "regina dei fornelli" ad un grande appuntamento targato Rai 1. Il pubblico ringrazia.


I (23 e ½) big in gara

Sul fronte della gara non possiamo far altro che confermare le impressioni delle prime tre serate: i pezzi sono una barocca cornice allo spettacolo televisivo. Poco o nulla in più. Non è un caso, infatti, se di queste quattro serate rimarranno nella storia del Festival i look di Achille Lauro, l'atteggiamento di Morgan o l'eccentricità di Elettra Lamborghini.

Ma chi si ricorderà dei loro ritornelli? Difficile dare una risposta, anche se i brani dei primi in classifica stanno riscontrando in queste ore un discreto successo anche sulle piattaforme digitali di streaming (Spotify su tutte). Come finirà questo 70° Festival della Canzone Italiana? Non ci resta che aspettare questa notte (o meglio, l'alba di domenica) per scoprirlo!

Festival di Sanremo 2020 La quarta serata del 70° Festival della Canzone Italiana è una nuova pagina di storia della tv, i cui momenti più forti sono la pace tra Fiorello e Tiziano Ferro e la guerra tra Morgan e Bugo. Confermati i punti di forza della manifestazione e la debolezza dei brani in gara. Non ci resta che attendere la finale di questa sera per scoprire l’epilogo di un’edizione indimenticabile.