She-Hulk: che cosa ci aspettiamo dalla serie Marvel su Disney+

Attesa per agosto 2022, la serie dedicata a She-Hulk arriverà su Disney+ per raccontare un altro pezzo del Marvel Cinematic Universe

She-Hulk: che cosa ci aspettiamo dalla serie Marvel su Disney+
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Il 2022 ci sta portando in maniera ancora più intensa nel Multiverso del Marvel Cinematic Universe: dopo aver chiuso il 2021 con Spider-Man No Way Home (dondolate le ragnatele verso la nostra recensione di Spider-Man No Way Home) il 4 maggio siamo tornati nelle spaccature dello spazio e del tempo con Doctor Strange nel Multiverso della Follia, sequel diretto dell'ultima vicenda che ha visto coinvolto Peter Parker. A luglio sarà il momento di Thor: Love and Thunder, per poi arrivare a Black Panther: Wakanda Forever l'11 novembre. Intanto, però, le serie tv non si fermano e su Disney+, dopo Moon Knight, sarà She-Hulk, in arrivo ad agosto, a continuare ad alimentare il vortice di entusiasmo. Seguiranno, poi, I Am Groot, la seconda stagione di What if...?, Ms. Marvel, Secret Invasion, Werefolf by Night e Guardiani della Galassia: Speciale di Natale, ma intanto concentriamoci sull'eroina verde andando a scoprire chi è e cosa ci dobbiamo aspettare.

Chi è She-Hulk?

She-Hulk è l'alter ego dell'avvocato difensivo Jennifer Walters. La giovane ragazza arriva da una famiglia che è abituata a combattere la criminalità, come d'altronde faceva già suo padre: William, infatti, è lo sceriffo della contea in cui vivono, a Los Angeles. L'atavico interesse nei confronti della difesa del prossimo nasce anche da un episodio del quale Jennifer è, suo malgrado, protagonista: all'età di 17 anni la ragazza assiste inerme alla morte della madre Elaine, uccisa dal criminale Trask che aveva assalito l'intera famiglia Walters.

Tornato per concludere l'opera, Trask successivamente riesce a ferire a morte Jennifer, lasciandola in fin di vita fino all'arrivo di Bruce Banner, cugino della ragazza. Trasportata in ospedale, per poterla salvare la sottoporrà a una trasfusione di sangue, inevitabilmente inficiato dalla presenza di raggi gamma. Combinati con l'odio di Jennifer nei confronti di Trask, questo mix produrrà la trasformazione in She-Hulk. A differenza di Bruce, Jennifer dimostra sin da subito di essere in grado di gestire la sua trasformazione, che diventa, quindi, a comando. Di carattere molto libertino e gioviale, abituata a usare la sagacia e l'umorismo durante i suoi combattimenti, molto nello stile di Spider-Man, è sempre molto attenta, nel suo ruolo di avvocato, a difendere le minoranze. Donna molto forte, è spesso stata accostata a Wonder Woman per la sua integrità e per la sua passione per la giustizia, creando un'ottima combinazione di muscoli e cervello. Inoltre, il suo essere sui generis è stato amplificato dall'arrivo di John Byrne, che dopo aver raccolto un personaggio minore dell'universo Marvel tra le sue mani le ha dato la giusta caratura, portandola in prima linea e dandole anche la possibilità di autoidentificarsi come personaggio immaginario: come Deadpool, conosce la sua condizione e finisce per parlarne spesso con i lettori e anche in She-Hulk Jennifer romperà la quarta parete.

Gli antagonisti: da Abominio a Titania

L'immagine di She-Hulk è collegata tanto ai Vendicatori quanto agli X-Men, ma immaginiamo che nella serie che ci verrà proposta ritroveremo soltanto la prima parte dei coinvolti: House of M, pertanto, non dovrebbe essere presa in considerazione come saga. Nello show, invece, avremo sia Emil Blonsky che Titania, rispettivamente interpretati da Tim Roth e da Jameela Jamil, oltre ovviamente a Mark Ruffalo nei panni di Bruce Banner. Andiamo con ordine, perché il personaggio di Blonsky, anche conosciuto come Abominio, è un agente del KGB, anch'egli come Hulk espostosi ai raggi gamma per diventare l'antieroe calcolatore che nessuno si sarebbe mai aspettato da un essere così incontrollato.

Principale avversario di Hulk, arriva a scontrarsi con She-Hulk in alcune occasioni, soprattutto nella saga World War Hulk: il suo periodo di libertà coincide con il rilascio da parte del governo americano e la successiva ricattura da parte dello SHIELD. Al cinema lo avevamo già visto nei film L'Incredibile Hulk (2008), come capitano della Royal Marines, chiamato a dare la caccia a Hulk al servizio del Regno Unito. Quindi anche stavolta Tim Roth ritornerà come Abominio. Dall'altro lato, invece, troviamo Titania, al secolo Mary MacPherran, moglie dell'Uomo Assorbente ed editorialmente nota per essere la principale avversaria di She-Hulk. Dotata di superpoteri dal Dottor Destino in cerca di alleati, è costretta a giurare fedeltà a Victor Von Doom e a prendere parte alle Guerre Segrete, ottenendo una trasformazione dal punto di vista genetico che la porta a ottenere la capacità di trasformarsi in un'amazzone, muscolosa e formosa, dalla forza sovrumana.

Violenta e arrogante, sin da subito, con l'intenzione di vendicarsi di tutto il bullismo ricevuto da giovane, si unisce all'orda di supercriminali di Destino, riuscendo ad avere la meglio su She-Hulk soltanto grazie all'intervento di altri suoi pari. Alla luce di quella che è la sua prima sconfitta, inizia a nutrire un forte odio nei confronti di Jennifer, che diventa a tutti gli effetti la sua rivale numero uno, con la quale si scontrerà di nuovo dopo aver militato nei Terribili Quattro. A darle vita sarà l'ex modella britannica Jameela Jamil, conosciuta grazie al suo ruolo di protagonista in The Good Place.

Chi invece porterà sul piccolo schermo She-Hulk è Tatiana Maslany, attrice canadese nota per aver partecipato a Orphan Black: le sarà chiesto di interpretare tanto Jennifer Walters quanto la sua trasformazione, spostandosi da una versione all'altra per regalarci dei momenti sia in tribunale che frangenti carichi di azione. D'altronde lo stesso Kevin Feige ha avuto modo di confermare che l'intenzione della produzione è quella di realizzare una commedia giuridica, difendendo il caso della settimana in aula e contrastando i supercriminali per strada con l'aiuto di Bruce Banner. Feige ha anche detti che si cercherà di restare fedeli a quanto scritto da Byrne negli anni '80, il che, come avevamo già anticipato poc'anzi, non solo porterebbe a una concreta e ripetuta rottura della quarta parete, ma anche a una grande rivendicazione da parte del personaggio, che può ambire a un ruolo da protagonista nell'intero MCU.

Il resto del cast e delle vicende

I recenti leak sono stati poi confermati dal trailer: la presenza di Bruce Banner sarà collegata alle origini di She-Hulk, per contestualizzare quanto vi abbiamo già raccontato sulla nascita del personaggio. Essendo la serie ambientata più avanti, quando Jennifer è già in grado di gestire la propria trasformazione, dovremmo avere a che fare anche con Skaar, figlio di Hulk, nato dalla relazione con Caiera l'impetuosa, concepito durante la permanenza di Bruce Banner a Sakaar.

Cresciuto nel dolore per la morte della madre, deceduta durante l'esplosione dell'astronave con la quale gli Illuminati avevano confinato Hulk lontano dalla Terra, anela una sorta di vendetta nei confronti del padre. Ci sarà anche Matt Murdock nel cast, pronto a tornare nei panni di Daredevil dopo il cammeo in Spider-Man: No Way Home: destinato a diventare forte alleato di Jennifer, per lo più per questioni legali, Charlie Cox riprenderà lentamente un ruolo di spicco all'interno di tutto il MCU, con l'intenzione di ridare vitalità al personaggio - Daredevil vestirà il costume giallo delle origini per l'occasione. Infine, sul set delle riprese pare sia stato avvistato anche Jim Carrey, che dovrebbe vestire i panni di MODOK: George Tarleton, trasformato in un super intelligente criminale destinato a diventare un nemico ricorrente di Capitan America. Non è ancora chiaro in che modo, però, potrebbe andare a intrecciarsi con le vicende di She-Hulk, avendo contribuito alla creazione di She-Hulk Rossa, la trasformazione di Elizabeth Ross, in un solo punto della propria storia,