Star Wars

Star Wars: The Mandalorian, il cacciatore solitario della Galassia

Analizziamo il primo trailer di The Mandalorian, la prima serie TV live-action di Star Wars a cura di Jon Favreau.

speciale Star Wars: The Mandalorian, il cacciatore solitario della Galassia
Articolo a cura di

Al panel dedicato ai nuovi prodotti televisivi in arrivo su Disney+, Lucasfilm ha svelato il primo trailer di The Mandalorian, serie TV che vedrà come protagonista Pedro Pascal (Oberyn Martell di Game of Thrones) nei panni del Mandaloriano. Ma cosa sappiamo davvero di questa serie TV? Analizziamo quanto visto nella prima clip ufficiale, unendo le informazioni in nostro possesso con il materiale presente nell'Universo Espanso di Guerre Stellari.

Dopo la caduta dell'Impero

La descrizione del trailer recita: "Dopo le storie di Jango e Boba Fett, un altro guerriero emerge dall'universo di Star Wars". The Mandalorian è ambientato dopo la caduta dell'Impero e prima dell'ascesa del Primo Ordine. Seguiremo le sue avventure come pistolero solitario negli angoli più remoti della galassia, lontano dall'autorità della Nuova Repubblica.

Ufficialmente, quindi, The Mandalorian comincia dopo gli eventi raccontati ne La fine dell'Impero, terzo e ultimo romanzo della trilogia di Aftermath. I resti dell'Impero si ritirano nelle regioni ignote della galassia e la vecchia Ribellione si riorganizza diventando così la Nuova Repubblica. Questo è, potenzialmente, territorio vergine e totalmente inesplorato. Sì, perché i prodotti crossmediali di Lucasfilm hanno finora spiegato poco o nulla su quello che accade in quei tre decenni di gap che separano Episodio VI da Episodio VII.

Si sa che Luke Skywalker ha fondato un'accademia Jedi, poi distrutta, e si sa che la Nuova Repubblica è stata consumata da dissidi interni, mentre la nuova forza rappresentata dal Primo Ordine ha avvolto la galassia in un'ombra oscura.
E Star Wars; The Mandalorian dove si inserisce? Ecco, la serie scritta da Jon Favreau si trova in un momento imprecisato fra tutti questi eventi. Ed è un bene. Perché, se la serie dovesse aver successo, potrebbe tranquillamente incrociare uno degli eventi che abbiamo raccontato.

Potrebbe servire come mezzo visivo per raccontare, non dalla parte dei protagonisti (come Leia o Luke), gli stravolgimenti di una galassia che in 60 anni circa passa da Repubblica a Impero, per poi tornare Nuova Repubblica e, dopo gli eventi di Episodio VIII, di nuovo tornare dittatura sotto il Primo Ordine. Eppure, dal trailer, pare proprio che The Mandalorian sia ambientato poco dopo il declino dell'Impero: si intravedono elmi di stormtrooper e poi soldati imperiali in carne e ossa.

Si vedono, anche, dei Death Trooper, variante degli stormtrooper introdotta per la prima volta in Rogue One. Solitamente, nell'universo di Star Wars, i death trooper accompagnano degli ufficiali di alto rango dell'Impero in qualità di guardie del corpo. E, infatti, il personaggio interpretato da Giancarlo Esposito indossa un'armatura imperiale ma non l'elmo, questo potrebbe renderlo l'ufficiale a capo dei trooper con l'armatura nera.

Inoltre, sappiamo che il Mandaloriano è un cacciatore di taglie, quindi, a rigor di logica, la sua funzione potrebbe essere quella di dare la caccia agli ufficiali imperiali rimasti ancora nella galassia. Il suo compito potrebbe essere spinto dalla Nuova Repubblica, un po' come accadeva nei fumetti e nei romanzi del vecchio Universo Espanso con Boba Fett (per esempio in Morte, bugie e tradimenti).

Quando falliscono le istituzioni, nella galassia di Star Wars ci si affida alla gilda dei cacciatori di taglie. Ma è anche abbastanza palese che non sarà solo l'Impero il vero nemico del Mandaloriano, ma anche altri si metteranno sulle sue tracce. Cacciatori di taglie rivali? E se ci fosse un inaspettato ritorno di un personaggio come Boba Fett? La sua fine non è del tutto certa in Episodio VI e c'è anche un vago riferimento al cacciatore di taglie e alla sua armatura in uno dei romanzi di Aftermath. Magari siamo nel campo dell'assurdo, ma sperare non costa nulla.

Galaxy tour

The Mandalorian potrebbe essere l'occasione giusta per esplorare maggiormente l'orlo esterno della galassia di Star Wars. Anche se, grazie a The Clone Wars, fumetti e libri, ormai la galassia è molto più nota di quanto non lo fosse grazie ai sei film originali di George Lucas.

Eppure, The Mandalorian potrebbe portarci in quegli angoli sconosciuti che fanno tanto gangster movie. Un cacciatore di taglie solitario che va a scovare i nemici della Nuova Repubblica nei bassifondi di Coruscant, di Kuat, di Corellia e di tanti altri pianeti. Ma dipenderà molto dall'impostazione delle puntate, perché anche di queste ultime sappiamo poco.

Vedremo una storia itinerante oppure il Mandaloriano rimarrà su un solo pianeta per tutta la prima stagione? Il trailer lascia intuire proprio che il pianeta su cui vediamo il protagonista sarà fondamentale. Lo scontro con i trooper avviene su una superficie desertica, il confronto con il personaggio di Esposito avviene in una location molto simile e quasi tutte le sequenze in esterno sembrano convergere verso questa misteriosa ambientazione.

Ricordiamo che potrebbe pur sempre trattarsi di un depistaggio e quello che abbiamo visto potrebbe riferirsi solamente alla prima puntata. Con un trailer così breve non ci è dato sapere altro e tutto rimane nel campo delle ipotesi. Per avere notizie più certe non ci rimane che aspettare il 12 novembre (negli Stati Uniti) per l'uscita della serie. Purtroppo, al momento, si hanno notizie certe sull'arrivo di Disney+ in Italia e sulla possibile pubblicazione della serie in italiano.
Il cast comprende Pedro Pascal, Gina Carano, Nick Nolte, Giancarlo Esposito, Carl Weathers, Emily Swallow, Werner Herzog, Taika Waititi e Bill Burr.