Strange New Worlds: cosa aspettarsi dalla serie prequel di Star Trek

L'Enterprise è pronta a decollare di nuovo per andare alla ricerca di strani nuovi mondi, nel prequel della mitica serie classica!

speciale Strange New Worlds: cosa aspettarsi dalla serie prequel di Star Trek
Articolo a cura di

Inizialmente era un rumour, ma alla fine quello che si credeva essere più il desiderio di inossidabili Trekker che un'idea nelle menti degli autori, è divenuto realtà: lo spin off sul Capitano Pike si farà e risponderà al nome di Strange New Worlds. Protagonista indiscusso sarà il capitano Cristopher Pike, che nella seconda stagione di Star Trek Discovery, ultima serie ammiraglia del brand, abbiamo visto avvicendarsi al timone della nave titolare dello show. Ma perché i fan di tutto il mondo sono impazziti alla notizia e quale sarà la portata di questa serie che rappresenta di fatto un prequel spin-off nell'universo creato ormai cinquant'anni fa da Gene Roddenberry?

Pike: tra mistero e opportunità

In Discovery, ambientata qualche anno prima della serie classica, il pubblico è venuto a conoscenza del fatto che, prima di Kirk, l'Enterprise era comandata da un altro Capitano: Cristopher Pike. L'unico altro riferimento al personaggio - se si esclude il reboot cinematografico di J.J. Abrams - può essere riscontrato nella serie classica e, nello specifico, nell'episodio in due parti "L'Ammutinamento", ma questo ci porta ad una ulteriore digressione, che svela l'alone di mistero che circonda il personaggio di Pike e la sua presenza effimera nel franchise.

Negli anni Sessanta Gene Roddenberry presentò alla NBC un episodio pilota, intitolato "The Cage" - in italiano " Lo Zoo di Talos" -, in cui l'equipaggio della USS Enterprise non era capitanato dallo storico Kirk, ma da Christopher Pike. Nel passaggio tra l'episodio pilota, che fu rifiutato dal network, e la produzione vera e propria, ci furono alcuni cambiamenti che portarono all'entrata in scena del James Tiberius Kirk di William Shatner; il resto è storia della tv. Il girato dello "Zoo di Talos", però, non fu distrutto o relegato negli archivi, ma venne riciclato nel doppio episodio cui si accennava poc'anzi, nel quale veniamo a conoscenza del passato di Pike e del suo destino.

Il ritorno di questo mitologico capitano in Discovery ha convinto il pubblico ed esaltato i fan, merito anche dell'ottima interpretazione di Anson Mount, che ha plasmato un personaggio di indubbio fascino e carisma. I tempi erano maturi per rispondere così ad una domanda rimasta sospesa per troppo tempo: quali avventure aveva vissuto Pike sull'Enterprise? Bene, a questa domanda ben presto risponderà Strange New Worlds, spin-off e vero prequel della serie classica.

Strani nuovi mondi

Ogni episodio della serie classica di Star Trek iniziava con la voce dal Capitano Kirk che ricordava al pubblico quale fosse la missione dell'Enterprise, ovvero l'esplorazione dello spazio alla ricerca di "strani nuovi mondi", ecco quindi spiegato il titolo di questo spin-off, che va ad inserirsi nel solco della serie classica e di The Nex Generation, con una dichiarazione di intenti che non lascia spazio a dubbi. Star Trek: Strange New Worlds seguirà le avventure della USS Enterprise nella sua missione di esplorazione di un universo che, nel ventitreesimo secolo, era ancora un territorio in gran parte ignoto alla Federazione dei Pianeti Uniti.

Lo show sarà ambientato dieci anni prima dell'arrivo del capitano Kirk, elemento condiviso con Discovery, e vedrà tra i protagonisti Ethan Peck, nelle vesti di Spock, e Rebecca Romjin, come Numero Uno, ad affiancare Anson Mount. Si ripete così la struttura trina della serie classica, che vedeva come protagonisti Kirk, McCoy e Spock; anche questo un segnale che Strange New Worlds vuole stilisticamente seguire le orme di chi l'ha preceduto.

Alex Kurtzman, autore di Discovery, che ha collaborato alla stesura del primo episodio assieme ad Akiva Goldsman e Jenny Lumet si è espresso in termini entusiastici alla prospettiva di lavorare alla serie : "Quando dicevamo di sentire tutto l'affetto dei fan per Pike, Numero Uno e Spock nell'ultima stagione di Star Trek: Discovery, dicevamo sul serio. Questi iconici personaggi hanno una storia profonda nel canone di Star Trek; eppure molte delle loro storie non sono state ancora raccontate. Con Akiva ed Henry al timone, l'Enterprise, il suo equipaggio e i suoi fan partiranno per uno straordinario viaggio verso nuove frontiere nell'universo di Star Trek"

Cosa aspettarci da Strange New World

È facile presagire quale potrà essere l'impostazione di Strange New Worlds. Se Discovery e Picard avevano innovato il modo di raccontare le vicende ambientate nell'universo di Star Trek, con risultati discutibili e allontanandosi sempre più dall'impostazione classica che vedeva nella verticalità della trama l'elemento principe, il nuovo spin-off vuole far sentire a casa i trekker.

In ogni caso il tutto verrà inserito in una prospettiva completamente nuova; parola di Julie McNamara, vicepresidente esecutivo e responsabile della programmazione di CBS All Access, che distribuirà la serie. L'impostazione sarà quindi molto più canonica rispetto alle altre produzioni sopracitate, ma il tutto verrà inserito in un contesto più aggiornato e in linea con i nostri tempi. Ciò non significherà solo un adeguamento tecnico e tecnologico, ma un ricorso a ritmi e dinamiche narrative al passo con i tempi, che permetteranno un maggiore approfondimento e sviluppo dei personaggi, pur con il rischio di risultare fin troppo derivativa nei confronti della serie classica e di subire così il confronto con un mostro sacro della serialità televisiva.