The Clone Wars: i migliori episodi della serie di Star Wars

Dopo sette stagioni, "The Clone Wars" volge al termine. Ma quali sono stati i migliori episodi delle serie? Scopritelo con noi!

speciale The Clone Wars: i migliori episodi della serie di Star Wars
Articolo a cura di

Dopo 12 anni e sette stagioni, The Clone Wars è giunto alla fine. Dopo una partenza in sordina, la serie creata da George Lucas e Dave Filoni si è evoluta, col passare delle stagioni, sia a livello di animazione che a livello di tematiche. Se all'inizio The Clone Wars sembrava più rivolta a un target "infantile" o comunque preadolescenziale, la serie è diventata sempre più profonda e sfaccettata, per arrivare ad essere, senza ombra di dubbio, la miglior serie animata dell'universo di Star Wars e, perché no, anche una delle migliori della storia del piccolo schermo.

In occasione dello Star Wars Day del 4 maggio e in attesa del backstage dedicato a The Clone Wars, ricordiamo i sette migliori episodi della serie, uno per ogni stagione, inquadrandoli anche all'interno dei vari archi narrativi di cui potrebbero far parte.

Stagione 1 - "Reclute"

Uno dei punti di forza, a nostro avviso, di The Clone Wars è il concentrarsi tantissimo non solo sui Jedi, ma anche sugli altri abitanti della galassia di Star Wars. Sugli uomini comuni, sulla feccia e, soprattutto, sui cloni. E "Reclute" è forse l'episodio che più si concentra proprio sulle copie di Jango Fett. Questo episodio è una sorta di sequel delle vicende narrate in "Cadetti", episodio della terza stagione in cui facciamo la conoscenza della squadra Domino.

In questa puntata, una piccola guarnigione di cloni si occupa della difesa di un avamposto sulla luna di Rishi. In seguito agli eventi dell'episodio, due soldati, Echo e Fives, verranno promossi entrando a far parte della 501esima Legione di Anakin Skywalker. Questa puntata, insieme a "Cadetti" e "Truppe speciali" forma una sorta di trilogia.

Stagione 2 - "Lo Zillo Beast"

Insieme al successivo episodio "Lo Zillo Beast colpisce ancora", questa puntata di The Clone Wars ricorda tantissimo un film con Godzilla. Infatti, come raccontato dal sito StarWars.com, lo stesso Filoni è un grande fan del mostro nipponico. In questo episodio, la Repubblica, in seguito a degni esperimenti, riporta alla luce su Malastare una bestia mitologica: lo Zillo Beast. Le direttive date da Palpatine e dalla Repubblica stessa, però, sono chiare: riportare la bestia viva su Coruscant perché la si possa studiare.


Stagione 3 - "Lo specchio del futuro"

"Lo specchio del futuro" è il terzo e ultimo episodio del Ciclo di Mortis. Le altre due puntate che lo compongono sono "I guardiani della Forza" e "La luce spezzata". In questo arco narrativo, Anakin, Ahsoka e Obi-Wan fanno la conoscenza del Padre, della Figlia e del Figlio, personificazioni viventi della Forza. Il Padre rappresenta l'equilibrio, il Figlio rappresenta il Lato Oscuro e la Figlia il Lato Chiaro della Forza.

Quello di Mortis è forse l'arco narrativo più famoso e importante all'interno della terza stagione della serie e lascia intravedere il futuro di Anakin Skywalker nella galassia di Star Wars. Curiosamente, alcune voci riportano che un draft preliminare di George Lucas per Episodio IX dovesse coinvolgere come antagonista principale proprio il Figlio, interpretato da Matt Smith.

Stagione 4 - "Le tenebre di Umbara"

Le tenebre di Umbara è il primo episodio di un ciclo di quattro. In questo particolare arco narrativo, l'esercito della Repubblica è impegnato sul pianeta Umbara. In questa puntata, Anakin Skywalker e la sua 501esima Legione sono impegnati a difendersi dalla rappresaglia del popolo di Umbara e, forse per la prima volta in tutta la serie, si capisce veramente quanto sia sporca, dolorosa e oscura la guerra combattuta dai cloni. Nelle puntate successive, Anakin stesso viene sostituito alla guida dal generale Krell, Jedi crudele e spietato che vede i cloni solo come mezzi e non come esseri umani.


Stagione 5 - "Il senza legge" e "Il Jedi sbagliato"

Per la quinta stagione, proponiamo un ex aequo. Ne "Il senza legge", si ha l'epilogo della parabola di Darth Maul in The Clone Wars, almeno fino al riavvio della serie del 2020, e il suo ultimo scontro con Obi-Wan Kenobi. Inoltre, c'è la prima apparizione, in ordine cronologico, di Darth Sidious in combattimento, dove il Signore Oscuro dei Sith riesce a tenere a bada sia Maul che Savage Opress.

Per quanto riguarda, invece, "Il Jedi sbagliato", l'episodio è sicuramente il più toccante della stagione, a causa dell'addio di Ahsoka Tano all'Ordine dei Jedi. In questa puntata vengono fuori tutte quelle qualità negative dei Jedi che, nel corso degli ultimi anni dell'Ordine, hanno spinto tanti cavalieri all'abbandono. La scena in cui Ahsoka dice addio al suo maestro è da pelle d'oca.

Stagione 6 - "Sacrificio"

La sesta stagione di The Clone Wars è costituita da un minor numero di episodi rispetto alle prime cinque ed è divisa in quattro archi narrativi. "Sacrificio" fa parte dell'ultimo di questi quattro e, insieme agli episodi "Quella perduta", "Voci" e "Destino" si concentra principalmente sul viaggio del Maestro Yoda alla scoperta dei segreti della Forza, tra prove delle sacerdotesse Midi-Chlorian e incontri con lo spirito di Qui-Gon Jinn. Proprio in quest'ultima puntata, fa la sua apparizione canonica Darth Bane, l'ideatore della regola dei due Signori dei Sith al massimo, che possono coesistere contemporaneamente.


Stagione 7 - "Vittoria e morte"

La settima e ultima stagione ha avuto l'enorme sfortuna di arrivare dopo sei anni e, quindi, di portare con sé le enormi aspettative dei fan. E queste aspettative, almeno nei primi otto episodi, sono state deluse. Le ultime quattro puntate, però, sono riuscite a risollevare le sorti del prodotto e dare una degna conclusione alla serie. Ed è per questo che "Vittoria e morte" è la nostra scelta.

Una puntata epica, gloriosa e intrigante in cui Ahsoka e Rex devono sfuggire ai cloni che hanno ricevuto l'Ordine 66. Forse non la più bella in senso assoluto, ma in grado di donare quella sensazione di pace e e un senso di grande sorpresa che la rendono, secondo noi, la migliore puntata di questa settima stagione.