The Last of Us HBO: quali personaggi saranno Troy Baker e Ashley Johnson?

Le storiche voci di Joel ed Ellie interpreteranno due personaggi diversi per la serie HBO, e la prospettiva è intrigante e pericolosa al tempo stesso.

The Last of Us HBO: quali personaggi saranno Troy Baker e Ashley Johnson?
Articolo a cura di

L'associazione involontaria che lega un attore al personaggio che l'ha reso celebre non deve intendersi come qualcosa di offensivo. Sappiamo benissimo che dietro ad un protagonista descritto dagli sceneggiatori c'è una persona reale, con le sue speranze e paure, eppure non possiamo fare a meno di coniugare i due aspetti dell'individuo per ridurli al carattere che vediamo sullo schermo. Perché, per quanto ci sforziamo di essere giusti ed obbiettivi, Steve Carell per noi è Michael Scott (un ruolo che si porta un po' dentro anche in altri progetti, come quello che vi raccontavamo nella recensione di Space Force 2), James Gandolfini rimarrà per sempre Tony Soprano (anche nel corpo di suo figlio, nella crasi allucinante descritta nella recensione di I Molti Santi del New Jersey), mentre Troy Baker e Ashley Johnson sono Joel ed Ellie di The Last of Us.

L'emittente televisiva HBO si è accaparrata i diritti per lo sviluppo di una serie tv tratta da uno dei videogiochi più influenti degli ultimi anni, e - nonostante l'assenza di notizie succose nel corso delle riprese - ha avuto modo di sganciare una bomba mediatica destinata a riverberare fino all'arrivo dell'opera sui nostri schermi: Troy Baker e Ashley Johnson fanno parte del cast di The Last of Us, in due ruoli importanti e per nulla marginali, ma non interpretano i loro personaggi storici, perché nei panni di Joel ed Ellie ci saranno Pedro Pascal e Bella Ramsey.

Le prospettive di un azzardo

Per un appassionato del capolavoro di Naughty Dog la prima reazione alla notizia potrebbe essere un leggero sbigottimento, come se HBO stesse facendo un grosso scherzo ad una community che ancora si distingue - purtroppo - per comportamenti non sempre maturi.

Inutile negare, visti anche i trascorsi dello stesso videogioco (distrutto dal review bombing per motivi completamente estranei all'opera), che questa scelta di casting si palesi come una pericolosa forma d'azzardo: da un lato c'è la componente "clamore" che schizza verso vette altissime, perché i nomi di Baker e Johnson sono troppo importanti per passare inosservati, ma dall'altro si rischia di deviare l'attenzione dal vero cuore pulsante del progetto, il quale sembra in ottima forma viste le foto dal set di The Last of Us, arrischiandosi in un campo "meta mediatico" di complicatissima lettura. All'interno di quel meccanismo di fusione tra un personaggio e attore che lo interpreta risiede infatti un nucleo duro e cinico, una certezza inossidabile che fa chiudere gli occhi e tappare le orecchie. Come giustificare al nostro cervello che le voci che stiamo ascoltando - quelle dei Joel ed Ellie conosciuti nel lontano 2013 - non sono quelle dei Joel ed Ellie sul piccolo schermo? Stando alle parole dello showrunner Craig Mazin, Baker e Johnson avranno due ruoli strabilianti, quindi non saranno dei semplici e veloci cameo da apprezzare in forma di fan service, e dovremo combattere contro questo cortocircuito vocale per tratti importanti dello show.

Ipotesi e suggestioni

Eppure questa è una lotta che dobbiamo imporci di vincere, perché coinvolgere Troy Baker ed Ashley Johnson è una scelta che può rivelarsi semplicemente geniale, se sfruttata con la dovuta saggezza.

La carriera e le capacità attoriali dei due grandiosi interpreti obbligano i loro affezionati ad una presa di coscienza più ampia, che li faccia superare l'ostacolo "Joel ed Ellie" per poter apprezzare le loro doti come grandi professionisti. I due possono vantare un numero spropositato di personaggi ai quali hanno dato voce (e a volte anche fattezze) nel corso di tantissimi anni di carriera, per questo sarebbe fin troppo cinico rinchiuderli all'interno di un solo ruolo, sebbene a suo modo iconico ed indimenticabile. Immaginare i personaggi che saranno chiamati ad interpretare è, ad ora, un'esplorazione teoretica senza reali fondamenti: potrebbero essere membri delle Luci, o viaggiatori occasionali incontrati lungo il cammino, mentre l'ipotesi più elettrizzante sarebbe quella che li vede comparire come i genitori di Ellie, magari in un singolo e denso episodio flashback dedicato alla ragazza. Un insider sembra infatti suggerire che la serie HBO includerà anche personaggi mai visti in The Last of Us, tra i quali quello di Anna - la madre di Ellie - di cui la protagonista porta sempre con sé una lettera che la donna scrisse prima di morire.

Nessuno è più indicato di loro

Al netto del ruolo concreto che i due attori andranno a ricoprire per il progetto HBO, la loro sentita interpretazione per il videogioco gli permette una visione profonda e personale della storia che verrà raccontata dalla serie tv, per questo la loro presenza all'interno del cast sarà un valore aggiunto capace di elevare anche le interpretazioni di Pascal e Ramsey, due attori che potranno chiedere più di qualche consiglio a chi si è trovato in quei personaggi prima di loro.

Le abilità da trasformista di Baker lo hanno portato ad impersonare con la stessa attenzione caratteri estremamente diversi tra loro (basti pensare all'Higgs di Death Stranding e al Sam Drake di Uncharted), mentre la carriera tra cinema e televisione di Johnson garantisce una professionalità rara e non casuale. Troy Baker ed Ashley Johnson sono, ancor prima che i doppiatori di The Last of Us, due fantastici attori che conoscono alla perfezione il mondo nel quale verranno calati dagli sceneggiatori americani: sapere che prenderanno parte ad un progetto così rischioso è una notizia da accogliere con rispetto e fiducia.