Top ten 5 motivi per (non) vedere 666 Park Avenue

Per quali motivi dovrei vedere un serial cancellato? Ecco la nostra risposta!

Articolo a cura di

666 Park Avenue è stato cancellato. Ce ne faremo una ragione, direte voi. Avete anche ragione, diciamo noi. Ma siamo anche abbastanza sicuri che avrebbe potuto dare delle soddisfazioni. Per ora, ecco una lista di 5 motivi per cui dovreste vedere la prima (e unica) stagione di questo serial e 5 motivi per cui non dovreste farlo. Iniziamo da questi ultimi. Enjoy!

5.Gli effetti speciali che dovrebbero far paura

Non sappiamo quale budget sia stato destinato a questa produzione, ma la ABC non deve sicuramente aver fatto le cose in grande se la cosa che fa più paura in un telefilm pseudo horror è la rinoplastica a cui si deve essere sottoposta Vanessa Williams. Le poche scene horror presenti negli episodi di 666 Park Avenue non beneficiano degli effetti speciali per poter incutere terrore, anzi il massimo che riescono a suscitare è un’esagerata ilarità nello spettatore!

4.I morti che sprofondano nel pavimento...

...e gli animali che escono dai muri del Drake quando si fa un buco
Come far sparire le prove? Ma è semplice: inglobando i morti in magiche bolle che si creano nel pavimento, facendoli sparire nel nulla più assoluto. E sapete qual è il bello? Che nessuno si chiederà mai dove saranno finiti! E attenzione...se prendete un appartamento al Drake vi consigliamo di non appendere nulla alle pareti. Appendere un quadro al muro potrebbe essere fatale perché, quando pianterete il chiodo, dal muro potrebbero improvvisamente uscire stormi di uccelli, pipistrelli o animali di qualsiasi genere. Non potete proprio fare a meno di appendere quel Picasso che vi ha lasciato il nonno in eredità? Uomo avvisato...

3.La faccia del protagonista

Uno dei punti di forza del serial è l’ottima scelta del protagonista: Dave Annable riesce a mantenere la stessa espressione in tutte le scene di tutti gli episodi di 666 Park Avenue con una straordinaria naturalezza...e potete solamente immaginare quanto per lui sia stata dura, anche perché non dev’essere semplice per un attore del suo calibro riuscire a proporre la medesima espressione da ebete qualunque cosa accada. Si prospetta un futuro radioso per l’attore, una volta terminato questo incredibile ruolo in cui si è cimentato con tutto sé stesso.

2.L’altissimo tasso di mortalità al Drake che non desta alcuna preoccupazione...

...tranne che alla protagonista, a cui ad un certo punto viene il dubbio che "il Drake nasconda qualcosa di strano..." Questo è probabilmente uno dei problemi più comuni in film/serie tv di questo genere. Le morti si susseguono ma sembra che la cosa sia normale, che nessuno si accorga di nulla, come se i morti non avessero conoscenti/amici/parenti sconvolti o addolorati per la loro scomparsa. Sarà tutta una grande macchinazione del Diavolo? Mah...

1.Il seno della protagonista

Semplicemente...non c’è! Non abbiamo assolutamente nulla contro le donne poco prosperose, non è discriminazione né ironia. Ci sono alcune scene del film in cui si vede chiaramente che Rachael Taylor, per quanto sia una bellissima donna, non ha il seno! Alleghiamo foto comprovante ciò che stiamo sostenendo. Astenersi troll (e perditempo).

5.La quantità di faiga presente al 999 di Park Avenue

Qui non c’è molto da aggiungere a quanto già sostenuto nel titolo. Se non sei faiga, Satana non ti vuole. E se per caso si fosse sbagliato e la prima volta gli eri sembrata carina, ma poi ci ha ripensato, niente è più efficace di un’accetta piantata dritta in mezzo alla nuca per liberare un posto al Drake e trovarne una meglio di te che, devi esserne contenta, per un po’ di tempo sei entrata nell’olimpo delle “faighe del Drake”.

4.Il mistero del matrimonio dei protagonisti

Henry e Jane si amano, è un dato di fatto. Lo dimostrano in ogni puntata, si cercano, si sostengono, non oserebbero mai tradire l’un l’altro. Insomma, la coppia perfetta. Ma allora perché non si sposano? Glielo chiedono tutti, è uno degli argomenti più discussi al 999 di Park Avenue, probabilmente anche uno dei più twittati dai numerosissimi (...) fan di 666 Park Avenue, ma loro non vogliono farlo! Quale segreto nasconderanno? Lo vogliamo sapere!

PS: Notare l'espressione di Henry e rileggere il terzo motivo per cui non vedere questo serial.

3.La fantasiosa morte della settimana

E’ una delle cose per cui attendiamo maggiormente ogni nuova puntata di questo serial che, purtroppo o per fortuna, non avrà un futuro e terminerà con l’episodio numero 13. Le morti dei personaggi, per quanto assurde e poco sensate esse siano, hanno quel qualcosa di fantasioso e originale che avrebbe potuto rendere 666 Park Avenue un serial da seguire, soltanto per vedere in che modo il prossimo malcapitato sarebbe finito giù dritto negli inferi. Ma sappiamo già che questa è pura utopia: ricordiamo quindi con piacere la morte di Annie Morgan, uccisa dal personaggio da lei stessa creato per sfondare nel mondo del giornalismo!

2.La black box e Shaw

Uno dei misteri più intriganti del serial, questa volta per davvero. Chi si celerà all’interno della scatola rubata da Shaw? Sarà davvero qualcosa (o qualcuno...) capace di mettere fine al dominio di Satana sul Drake? Il personaggio di Shaw è veramente affascinante: qualcuno che tenta di mettersi contro il Diavolo in persona merita quantomeno un attestato di coraggio e una vigorosa stretta di mano, dimostrando di possedere gli attributi necessari per diventare un antagonista di tutto rispetto.

1.Satana

Il vero motivo per cui tutti speravamo che 666 Park Avenue venisse rinnovato: l’interpretazione di Terry O’ Quinn del personaggio di Satana è ottima. Certo, ce ne sono stati di migliori nella storia del cinema, ma la sua aria misteriosa che già permeava il personaggio di Locke in Lost lo rende interessante. Vorremmo evitare di paragonarlo ad altri protagonisti del serial. Per pudore e rispetto.