Alice in Borderland, 5 dettagli segreti che non avete mai notato

Alice in Borderland, 5 dettagli segreti che non avete mai notato
di

A Gennaio, nella nostra recensione di Alice in Borderland vi abbiamo parlato di una serie che viene spesso accostata alla recente Squid Game. Le premesse sono effettivamente molto simili. Tuttavia Alice in Borderland non ha avuto lo stesso successo, pur essendo una serie scritta con gran cura di dettagli. Ecco 5 particolari che non avevate notato.

IL COLLARE DEI DEALER COSA VI RICORDA?
Nella serie abbiamo conosciuto i terribili collari, che fanno esplodere il collo e rappresentano il peggior modo per morire. Alla fine del gioco del secondo episodio, vediamo gli aggressori mascherati da cavallo che rivelano di essere persone normali con un collare. Nell'episodio tre vediamo dei collari simili sui giocatori durante il gioco. È dunque possibile che Arisu sapesse già in cosa stava andando incontro dal momento che aveva già visto i collari?

NELL'ULTIMO EPISODIO POTREBBE ESSERE STATA RIVELATA LA DATA DELLA S2
Nell'ultimo periodo tutti si sono chiesti quando uscirà Alice in Borderland 2. Un episodio potrebbe contenere la risposta. Nelle ultime scene del finale, vediamo infatti dei grandissimi dirigibili fluttuare sulla città di Tokyo, che indicano l'inizio della prossima fase dei giochi. Nel frame notiamo un paio di manifesti intonacati sugli edifici con le date "6.24 – 7.31" e "2021". Secondo molti queste sarebbero potute essere le date in cui avremmo potuto vedere la seconda stagione, mentre altri hanno affermato che si tratta del periodo di inizio dei lavori. Effettivamente le riprese sono iniziate a metà 2021: fortuna o c'era davvero qualcosa dietro?

LA CONOSCENZA DELLE MACCHINE E DELLA GEOMETRIA HA AIUTATO ARISU
All'inizio della serie abbiamo visto delle riprese lente di libri di geometria e una rivista sulle auto nella stanza di Arisu, che ci sembravano messe lì casualmente. Dopo scopriamo che non è così, perché ci fanno capire il motivo per cui riesce a risolvere il primo gioco: grazie a questa conoscenza!

ASAHI CI AVEVA FATTO INTENDERE PRIMA DI ESSERE UNA "DEALER"
Sono due i ruoli che persone in Borderland possono ricoprire: il giocatore o il dealer. I dealer hanno aiutato con la creazione dei giochi e talvolta vi hanno partecipato per cercare di far perdere i giocatori. Inizialmente tutti credono che Asahi sia una innocente giocatrice, ma rivela il suo vero ruolo nel finale, durante Ten of Hearts. Qui si crea il caos e i militanti decidono di uccidere tutti. In questo momento vediamo Asahi mentre ha una conversazione con Usagi, in cui dice: "O è Game Over o morte per me". Qui rivela di essere parte dei dealer perché Game Over per chi aiuta i giochi significa sopravvivenza. Ma non è così per i giocatori. Potevamo dunque comprendere prima da che parte stesse.

I RIFERIMENTI AD ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE
Questo in verità è un elemento abbastanza chiaro. Non solo il titolo richiama quello di Alice in Wonderland e il gioco delle carte ricorda una scena del libro, ma anche i personaggi sono dei chiari riferimenti al libro di Carroll. Infatti Arisu è Alice, mentre Usagi è il bianconiglio. C'è anche un personaggio che si chiama Hatter, cioè Cappellaio, che in un certo momento diventa "Matto". Gli elementi ci sono tutti.

Quanto è interessante?
1