Gli Anelli del Potere, una star di LOTR rompe la scia di complimenti: "Solo per i soldi"

Gli Anelli del Potere, una star di LOTR rompe la scia di complimenti: 'Solo per i soldi'
di

Da quando Gli Anelli del Potere è arrivata su Amazon, il pubblico le ha riservato più critiche che altro. Inaspettatamente, è spettato alle storiche star de Il Signore degli Anelli riservarle i maggiori complimenti. Ma una non ci sta: "Non la vedrò o parteciperò in alcun modo, non è come QUELLO VERO".

Parole forti, quelle pronunciate dall’attore Bernard Hill – interprete di Re Théoden di Rohan nella trilogia di Peter Jackson – in merito alla serie prequel che, invece, gran parte delle sue co-star sembra aver particolarmente apprezzato. Certo, c’è da chiedersi quante siano state sincere, visto che spesso si tratta di una gentilezza fra colleghi. Detto in altre parole, non viene visto di buon occhio, nel settore, un membro storico di una saga che si schieri contro i nuovi tentativi di riavviare quel dato franchise. Di solito sono più spesso registi e produttori a disconoscere i riavvii, ma è difficile che un attore metta in cattiva luce altri colleghi. Dal lato della critica di settore invece, sono state particolarmente acclamate le nuove tecniche rivoluzionarie de Gli Anelli del Potere.

D’altronde quelle star di LOTR potevano non esporsi se non ci avessero creduto davvero, in quei complimenti. È anche vero che spesso non sono loro a pronunciarsi direttamente, ma rispondono a domande poste, in contropiede, nel corso delle interviste. E a una delle ultime, Bernard Hill non si è fatto tanti problemi a dire la sua. Ai microfoni di Metro (tramite Variety) ha detto: "È un'impresa per fare soldi e non mi interessa guardarlo o parteciparvi. Buona fortuna a loro e tutta quella roba, ma non è come quello vero". Le ultime parole di Hill sono state in realtà “the real thing” e anche se non è del tutto chiaro a cosa si riferisca, è probabile stesse parlando della saga cinematografica.

Proprio Warner Bros. sarebbe intenzionata, sotto la guida del CEO David Zaslav, a riprendere il filo di LOTR in chiave cinematografica: "Ci concentreremo davvero sui franchise. I film DC e Harry Potter hanno fornito molti dei profitti della Warner Bros. negli ultimi 25 anni. Il Signore degli Anelli: abbiamo ancora i diritti per i film di LOTR. Questi sono i film con marchi amati in tutto il mondo". In realtà la questione dei diritti di LOTR è incerta, di recente sono passati a Embracer Group e potrebbe nascerne un contenzioso. Oppure una proficua collaborazione, visto che Embracer si occupa soprattutto di videogiochi e potrebbe delegare a Warner gli adattamenti per lo schermo.

Voi che ne pensate delle parole di Bernard Hill? E del riavvio dei film? Ditecelo nei commenti!

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
5