Arrowverse: i produttori sanno già esattamente quale sarà il prossimo crossover

Arrowverse: i produttori sanno già esattamente quale sarà il prossimo crossover
di

Dopo lo straordinario successo dell'ultima Crisi sulle terre infinite, il co-creatore e di Arrow e principale sceneggiatore dei crossover di The CW, Marc Guggenheim, ha ribadito chiaramente che gli scrittori e i produttori della serie sanno già esattamente di cosa parlerà il prossimo crossover.

Guggenheim lo ha detto attraverso il suo account ufficiale Twitter, dove un fan gli aveva domandato se era già in programma un nuovo crossover per le serie dell'Arrowverse o se si era giunti a un finale definito con Crisi sulle Terre Infinite: "Sappiamo già quale sarà il crossover del prossimo anno", è stata la risposta dello showrunner. Il network quindi continuerà con le storie che intrecceranno i vari universi narrativi fin qui creati e con l'uscita di scena di Arrow, gli altri personaggi rimasti potrebbero acquisire una maggiore importanza nell'economia della storia, senza tralasciare il fatto che il prossimo maggio esordirà anche la serie dedicata a Stargirl, che però non è ancora chiaro se esisterà nello stesso universo di Arrow e Flash (essendo trasmessa anche sulla piattaforma DC Universe).

Già in passato i fan non avevano saputo prevedere l'arrivo di Crisis on Earth-X, Elseworlds o Invasion, quando queste sono state poi effettivamente annunciate, quindi anche per il prossimo progrmmato crossover potrebbero esserci delle belle sorprese.

Intanto, ogni show di The CW ha ripreso con le storie singole dei propri personaggi e in particolare Flash, il cui showrunner ha dichiarato come la Crisi sia stata la cosa migliore capitata all'Arrowverse: "È stato liberatorio. Questa è la parola giusta. Penso che la Crisi sia la miglior cosa mai accaduta all'Arrowverse. Tornando indietro fino al pilot di The Flash vediamo quel giornale che ci dice verso cosa stiamo andando, quindi in un certo senso le prime sei stagioni e mezzo dello show sono state pensate per arrivare a quel punto, il che dal punto di vista della scrittura può essere limitante" ha spiegato Eric Wallace.

Quanto è interessante?
1