Better Call Saul 5, Rhea Seehorn: "Ecco cosa ne penso di Kim"

Better Call Saul 5, Rhea Seehorn: 'Ecco cosa ne penso di Kim'
di

Nel corso delle stagioni di Better Call Saul abbiamo imparato a conoscere Kim Wexler nella sua complessità di donna e di avvocato, e sarete d'accordo nell'affermare che è uno dei personaggi femminili più riusciti delle serie tv degli ultimi anni. L'attrice Rhea Seehorn ha parlato con Collider del suo ruolo in BCS ed il lavoro sul personaggio.

In particolare durante l'intervista si è fatto riferimento agli episodi significativi per Kim, e ce n'è uno che l'attrice ricorda per il significato che hanno nell'evoluzione del personaggio: è "Dedicado a Max", l'episodio in cui Kim e Jim (Bob Odenkirk) si trovano in cucina e lui le chiede di interpretare il suo capo Kevin, mentre Jim "veste i panni" di Kim.

La scena è molto importante a livello psicologico: Kim non pensava di poter reggere la performance d'avvocato tanto quanto Jimmy, ma poi "una volta che l'abbiamo fatto, ha aggiunto questo elemento che pensavo funzionasse davvero bene nella narrazione. C'è una vulnerabilità e una dolcezza nel mostrare le sue emozioni. Se sei mai stato vicino a qualcuno che è un narratore di talento o estremamente divertente, è scoraggiante cercare di esibirsi di fronte a questo artista per fare la parte di quello divertente. E quindi penso per lei stava mostrando un po' la sua vulnerabilità, del tipo che ci provi ma sai che sarà stupido".

Per "Wexler v. Goodman" invece l'attrice si dice davvero molto entusiasta quando deve scavare nei retroscena dei personaggi che interpreta. In particolare questo episodio inizia con un flashback di lei da bambina che affronta l'infanzia insieme ad una madre alcolizzata, e mostra un dettaglio del carattere di Kim che da grande la faranno diventare l'avvocato che cerca sempre di ripulire la situazione delle persone senza chiedere mai l'aiuto di nessuno.

Rhea Seehorn ha anche rivelato di aver discusso molto con Peter Gould e Vince Gilligan riguardo il suo personaggio per capire chi fosse e come interpretarlo nel migliore dei modi nei suoi processi evolutivi, ma non ha ottenuto se non qualche piccola linea guida: "Per la maggior parte, ha detto Peter, quando hai un personaggio molto enigmatico come lei che è amato per essere alle volte illegibile e ha una tale serie di comportamenti e reazioni complesse, puoi rovinarlo rispondendo a troppe domande del genere".

Gli sceneggiatori intanto continuano i lavori su Better Call Saul 6, che vedrà 13 episodi e sicuramente tante emozioni. I fan vorrebbero il ritorno di Jesse e Walt in Better Call Saul 6, e sembra che qualcosa bolla in pentola, anche lo stesso Peter Gould ha dichiarato che sarebbe contento di averli nella serie. Staremo a vedere.

FONTE: collider
Quanto è interessante?
1