Netflix

Better Call Saul 6, in che modo si collegherà a Breaking Bad?

Better Call Saul 6, in che modo si collegherà a Breaking Bad?
di

Tanto sono stati belli i primi episodi della sesta stagione di Better Call Saul da farci quasi dimenticare la promessa di Vince Gilligan. Vale a dire il crossover che questa stagione conclusiva sta preparando con la nave madre, Breaking Bad. Ma la timeline è problematica: come debutteranno Walter White e Jesse Pinkman?

Continua sugli schermi di Netflix la messa in onda della stagione conclusiva della serie con Bob Odenkirk, che si è appena vista confermato un nuovo show AMC dopo Better Call Saul. Ovviamente l’hype è cresciuto a dismisura alla notizia, prima suggerita e infine confermata dai creatori Vince Gilligan e Peter Gould, che Bryan Cranston e Aaron Paul sarebbero tornati nei panni di Walter White e Jesse Pinkman nei prossimi episodi. Ma è più probabile che il loro debutto avvenga nel corso del secondo blocco di episodi, perché questa prima metà sta riuscendo a guadagnarsi la propria autonomia registica e narrativa. Per qualcuno, è già la migliore stagione di BCS.

Eppure, la morte di un personaggio storico di Better Call Saul nell’ultimo episodio ci mostra il desiderio di iniziare a chiudere le varie trame giusto in tempo per l'avvio, in ordine di timeline, dei fatti di Breaking Bad. Questo ci avvicina a grandi passi al ritorno dei produttori della Blue Meth, ma l’attesa dei fan è tale da non permettere una messa a fuoco del problema, riguardante proprio la timeline delle due serie. Essendo BCS il prequel di BB, avranno pensato anche giustamente molti di noi, era naturale che il primo finisse dove il secondo inizia, magari sovrapponendosi negli ultimi episodi. Peccato che la timeline, invece, sia tutta sballata.

Nella serie madre, il primo episodio iniziava con Walter che compie il suo 50esimo compleanno nel 2008. Ma il tempo scorre particolarmente lento negli show di Gilligan, salvo qualche salto temporale verso la fine. Lo stesso vale per Saul Goodman. Tolti i flashforward alla sua nuova vita a Omaha, BCS inizia nel 2002 e arriva al 2004 nel finale della quinta stagione solo al prezzo di un notevole salto temporale. Questo però distacca comunque i due show di ben quattro anni, che stando alla media di queste serie scorrono normalmente in 16 stagioni, calcoli alla mano. Le opzioni, a questo punto, sono solo due.

La prima è di assistere a un secondo salto temporale che allinei le timeline, magari in tempo per il midseason, viste le dichiarazioni di Peter Gould: “Ci stiamo avvicinando alla linea temporale di Breaking Bad". L’altra è di trovarli in forma di ricordi, a flashback o flashforward. Il passaggio più logico sarebbe dedicare gli ultimi episodi della serie al periodo Omaha, o non si capirebbe perché inserirlo, così da mostrare in flashback tutto ciò che ha portato Saul a quella fine derelitta, compresi ovviamente Walter e Jesse. Tutta la serie, in effetti, è un ripercorrere la propria vita a ritroso. Noi, per arrivare preparati, abbiamo messo insieme una lista selezionatissima (per chi dovesse avere poco tempo) di episodi di Breaking Bad propedeutici a Better Call Saul e al suo gran finale sempre più vicino.

Quanto è interessante?
1