Netflix

Better Call Saul, il figlio di Bob Odenkirk ha sconfitto il Covid-19: "È stata dura"

di

Andrà in onda domani (20 aprile) su AMC l'ultimo e attesissimo episodio della quinta stagione di Better Call Saul, in arrivo su Netflix martedì 21 aprile alle 9:00 di mattina, ma ospite in diretta streaming del Late Show di James Corden, Bob Odenkirk ha rivelato la battaglia del figlio 21enne contro il Covid-19.

Nathan Odenkirk ha infatti contratto il virus e sviluppato la malattia, che come ormai sappiamo e a detta dello stesso attore e genitore del ragazzo "è molto peggio di una normale influenza". Dopo un simpatico siparietto d'apertura nello show di Corden, ripensato interamente per adeguarsi ai tempi che corrono, la star di Better Call Saul si è aperta parlando della battaglia del figlio, che alla fine è riuscito comunque a sconfiggere il Covid-19.

Ha detto Odenkirk: "Sì, alla fine è stata piuttosto brutta e molto peggio di una normale influenza. Secondo lui, il dolore alla gola era la cosa più insopportabile di tutte, ma dal mio punto di vista credo che fosse anche un grande affaticamento a pesargli molto. Ed è durata molto più a lungo dell'influenza. È diventato tutto molto più spaventoso con il passare dei giorni e l'acuirsi dei sintomi, ma alla fine credo siamo stati davvero fortunati e Nathan si è ripreso bene".

Ringraziando infine tutti coloro che sono rimasti in casa, ascoltando gli appelli per prevenire la diffusione del Coronavirus, Odenkirk ha concluso: "È davvero sorprendente, per me. Sono un cinico, ed è forse per questo che amo così tanto la commedia, ma sono rimasto sinceramente sbalordito dalla collaborazione tra le persone della comunità. Si prendono davvero cura l'uno dell'altro, in questo modo, ed è stato qualcosa di incoraggiante".

Vi lasciamo al nostro first look di Better Call Saul 5.

Quanto è interessante?
2