Netflix

Better Call Saul rinnovato per una sesta e ultima stagione da AMC

Better Call Saul rinnovato per una sesta e ultima stagione da AMC
di

Mentre manca poco più di un mese all'arrivo della quinta stagione, AMC Networks e Sony Pictures Television hanno ufficialmente rinnovato Better Call Saul per una sesta stagione, che però sarà anche l'ultima per lo show nato come spin-off di Breaking Bad.

Annunciata ufficialmente al Television Critics’ Association Press Tour della notte scorsa, la sesta stagione entrerà in produzione alla fine dell'anno in modo tale da poter essere trasmessa in tempo per l'inizio del 2021. Ampliata a 13 episodi (rispetto ai canonici dieci) questa sesta stagione di Better Call Saul sarà quella conclusiva per lo show e al suo termine avrà accumulato un totale di 63 episodi, uno in più rispetto al totale raggiunto da Breaking Bad (in cinque stagioni).

"Fin dal primo giorno il mio sogno era quello di raccontare la storia completa del nostro complicato e compromesso eroe, Jimmy McGill - e adesso AMC Networks e Sony Pictures hanno realizzato quel sogno", ha dichiarato lo showrunner e produttore esecutivo della serie Peter Gould. "Non potremmo essere più grati ai fan e ai critici che hanno reso possibile questo viaggio. Il mese prossimo inizieremo a lavorare sulla sesta e ultima stagione e faremo del nostro meglio per raggiungere il nostro scopo".

Soddisfazione anche per il presidente di AMC Sarah Barnett: "Dare il via libera al prequel di una delle serie più iconiche nella storia della televisione è stata una delle mosse più coraggiose che AMC abbia fatto. E' stata una gioia assoluta collaborare con il talentuoso team di Better Call Saul, che - dopo cinque stagioni - continua a regalarci il miglior storytelling e le più belle performance in televisione oggi. Vogliamo congratularci con Vince, Peter, i nostri produttori, gli scrittori, il cast per questa incredibile corsa e guardare già al capitolo finale per poterlo condividere con i fan".

La quinta stagione di Better Call Saul esordirà su AMC il 23 febbraio 2020 per poi arrivare su Netflix (anche in Italia) il giorno successivo, 24 febbraio. La serie verrà distribuita su Netflix al ritmo di un episodio a settimana, sempre il giorno seguente la messa in onda statunitense. Nei prossimi 10 episodi della serie Jimmy McGill deciderà di proseguire la sua attività professionale sotto il nome di Saul Goodman attuando quella trasformazione necessaria per il collegamento alla serie madre. Su queste pagine potete recuperarne il trailer ufficiale.

FONTE: Deadline
Quanto è interessante?
1