Better Call Saul: ecco come è stata realizzata la scena con Walt e Jesse

Better Call Saul: ecco come è stata realizzata la scena con Walt e Jesse
di

Finalmente è arrivato l'attesissimo episodio crossover tra Better Call Saul e Breaking Bad, che ha riportato sui nostri schermi Walter White e Jesse Pinkman. I fan hanno ritrovato i due personaggi ben 14 anni dopo gli eventi della serie originale, ma Bryan Cranston e Aaron Paul non sono stati invecchiati digitalmente: ecco perché.

A spiegare il motivo di questa scelta è stato Thomas Schnauz, sceneggiatore e regista dell'episodio, che in un'intervista con Variety ha ammesso di aver fatto di tutto per non esagerare con gli effetti visivi, perché andare oltre non avrebbe sicuramente giovato al prodotto. "C'è semplicemente così tanto che puoi fare prima che inizi a sembrare ridicolo" ha detto Schnauz. "Non facciamo tanto de-aging nello show. C'è un po' di roba sui volti dei ragazzi [...], ma a parte questo, Aaron non sembra un ragazzo di 18 anni o comunque non somiglierà a come era il vecchio Jesse in quel periodo... Ho paura che le persone taglino questa scena nel mondo di Breaking Bad e cerchino di confrontare il loro aspetto allora e adesso, ma non è qualcosa di cui posso stare a preoccuparmi troppo. È quello che è. Stiamo raccontando una storia e potete seguirla o iniziare a pensare: 'Sembra molto più vecchio di quanto non fosse nella scena originale'. Abbiamo deciso di provare e sono contento di averlo fatto."

Si tratta di una scelta sicuramente saggia, che i fan che hanno atteso l'incontro tra Pinkman, White e Saul Goodman non potranno che apprezzare. Voi cosa ne avete pensato? Fatecelo sapere nei commenti. Intanto vi lasciamo con la nostra recensione di Better Call Saul 6x11.

FONTE: screenrant
Quanto è interessante?
1