Black Mirror 5: il regista di Striking Vipers spiega la scelta del finale

Black Mirror 5: il regista di Striking Vipers spiega la scelta del finale
di

Lo scorso 5 giugno sono stati trasmessi all'interno della piattaforma streaming di Netflix i tre episodi che sono andati a comporre la quinta stagione della serie Black Mirror. Il regista dell'episodio intitolato Striking Vipers, Owen Harris, ha parlato dei motivi che lo hanno spinto a scegliere il finale che abbiamo poi potuto tutti vedere.

In Striking Vipers abbiamo potuto assistere alla storia dei due amici Danny e Karl, vecchi compagni del collage che si sono rincontrati dopo parecchi anni. Danny è sposato, ha una famiglia e conduce una vita relativamente tranquilla, mentre Karl è rimasto single e ha deciso di trascorrere il suo tempo cercando di divertirsi il più possibile. Un giorno i due, giocando a una versione virtuale di un videogame a cui erano appassionati da ragazzi, si ritrovano dentro i corpi dei propri avatar e improvvisamente vengono travolti dalla passione.

Harris, che in passato aveva diretto anche gli episodi San Junipero e Be Right Back, ha dichiarato cosa lo ha spinto a optare per il finale definitivo:

"Abbiamo preso in considerazione una serie di finali diversi, e questo è quello che abbiamo scelto. Avevamo intenzione fin dall'inizio di mostrare qualcosa di ambiguo. La loro decisione è stata chiara. Il pubblico si sente soddisfatto da questa conclusione? Ci sarebbero potuti essere tanti altri finali, ma questo alla fine avrebbe avuto lo stesso numero di domande e risposte"

Il regista ha poi continuato:

"La scelta finale di Danny lo porterà a pagare un prezzo in futuro, se è questo è davvero quello che desidera. Theo accetta la situazione ma bisognerà fare un accordo e lui dovrà accettare qualcosa di lei che invece accadrà nella vita vera. Si tratta di un sacrificio che stanno facendo per vedere se questo può salvare il loro matrimonio".

Recentemente anche i due produttori della serie hanno parlato di Black Mirror, facendo riferimento a una scena tagliata in San Junipero, episodio della terza stagione. Mentre a proposito dei soli tre episodi presenti nell'ultima, l'ideatore Charlie Brooker ha parlato di Bandersnatch, l'episodio interattivo, come motivo principale che è andato a modificare la longevità della serie.

FONTE: Digitalspy
Quanto è interessante?
3