Netflix

Bojack Horseman, gli autori parlano dell'episodio nominato agli Emmy

Bojack Horseman, gli autori parlano dell'episodio nominato agli Emmy
di

Will Arnett dà sempre il meglio di sé in Bojack Horseman come doppiatore del protagonista, ma nella scorsa stagione si è superato con l'episodio Free Churro. Nella mezz'ora della puntata ha infatti recitato due toccanti monologhi: un flashback di Butterscotch, il padre di Bojack, e l'elogio funebre della madre Beatrice.

Free Churro è valso al team creativo una nomination agli Emmy, e recentemente gli autori hanno parlato con Collider dei retroscena legati all'episodio.

Alla domanda su come è venuta l'idea di un monologo lungo un episodio, lo sceneggiatore Raphael Bob-Waksberg ha risposto: "Probabilmente è uscita dalla stanza degli scrittori. Una cosa che ci chiediamo all'inizio di una nuova stagione è: cos'è che non abbiamo mai fatto prima? Mi sembra una sfida, qualcosa che ci porta a pensare alla storia in un modo nuovo."

Da quell'idea, pensando a quali tipi di storie utilizzare per un episodio del genere, è venuta quindi fuori la genesi dell'episodio.

La regista Amy Winfrey, che ha definito Free Churro un haiku, ricorda: "Quando abbiamo iniziato a guardare la sceneggiatura, eravamo un po' preoccupati, ci chiedevamo: Possiamo farcela? Ma poi siamo andati al tavolo di lettura e abbiamo sentito Will Arnett, era così avvincente che in quel momento ho pensato: Andiamo, facciamolo."

Bob-Waksberg ha suggerito di inserire qualche flashback per evitare che l'episodio diventasse noioso, ma poi si sono tutti convinti a non farlo. Sull'interpretazione di Will Arnett (che per Free Churro ha vinto un Annie Award), lo sceneggiatore ha raccontato che non c'è stata molta improvvisazione, al contrario di altre circostanze, e che quasi tutte le parti vocali sono state registrate in una sola seduta.

Bojack Horseman tornerà anche per la sesta stagione.

FONTE: collider
Quanto è interessante?
6