Boris: La serie ci ricorda a modo suo come festeggiare la festa della Repubblica

Boris: La serie ci ricorda a modo suo come festeggiare la festa della Repubblica
di

Tra i migliori episodi di Boris troviamo quello intitolato "Buona festa del Grazie", in cui il cast e la troupe di protagonisti devono cercare di scoprire tutto su questa misteriosa festa inventata dagli sceneggiatori.

È Stanis a chiedere maggiori informazioni a riguardo, indispensabili secondo lui per permettergli di recitare al meglio. Dopo diverse chiamate nei confronti dei tre scrittori responsabili della sceneggiatura, si scopre che si tratta di una italianizzazione del "Thanksgiving" americano, festa famosa anche per la cena, che consiste in un tacchino ripieno. Di fronte ai continui ritardi e ai costi ingenti, René e gli altri decidono di cambiare semplicemente l'occasione, scegliendo la festa della Repubblica.

In calce alla notizia potete vedere la clip di una delle scene più famose, in cui il personaggio di Stanis riceve in regalo il tipico cibo per il 2 giugno: un piatto di quaglie ripiene, pronto a condividerlo con gli altri invitati. Nel frattempo però riceve una chiamata inquietante: una nuova epidemia è scoppiata in Corea, diffusa proprio dalla carne di quaglia. Alla fine uno stanco René decide che la scena è più che adatta così come è stata girata.

Per finire vi segnaliamo il nostro speciale sul ritorno di Boris, le tre stagioni della serie sono infatti disponibili nel catalogo di Netflix.

Quanto è interessante?
2