Bridgerton, House of The Dragon e non solo: la pandemia minaccia di nuovo le produzioni?

Bridgerton, House of The Dragon e non solo: la pandemia minaccia di nuovo le produzioni?
di

Dopo il cosiddetto "Freedom Day", dallo scorso 19 giugno nel Regno Unito non è più obbligatorio l'uso della mascherina e sono cadute le restrizioni per gli eventi di massa. A causa della variante Delta, però, i contagi sono tornati a salire, pregiudicando anche le produzioni televisive: per esempio le riprese di Bridgerton 2 sono state interrotte.

Se per Bridgerton ci sono state due interruzioni nel giro di una settimana, nei giorni scorsi si è registrato anche sul set di House of The Dragon un caso di Covid. E non è una situazione che riguarda solo il Regno Unito: a Los Angeles, infatti, sono state interrotte le riprese della decima stagione di American Horror Story a causa della positività di uno degli attori.

Nella metropoli californiana, seconda il Los Angeles Times, il numero dei casi di Covid è tornato ai livelli di marzo, anche se fortunatamente è ancora ben lontano da quello del momento peggiore della pandemia. Ce n'è abbastanza, però, al di qua e al di là dell'oceano, per iniziare a temere una nuova interruzione delle attività produttive legate al cinema e alla tv.

Succederà davvero? Un regista, secondo l'Hollywood Reporter, ha dichiarato che per ogni set sospeso di cui si parla, ce ne sono altri due o tre che non fanno notizia. Per il momento, comunque, non si dovrebbero rischiare ritardi e spostamenti delle prossime uscite, come successo in passato, perché molte produzioni, proprio grazie all'esperienza, hanno trovato dei nuovi modi per portare a termine i lavori.

Quanto è interessante?
1