Buffy, James Marsters accusa Joss Whedon: 'Mi spinse contro un muro e mi minacciò'

Buffy, James Marsters accusa Joss Whedon: 'Mi spinse contro un muro e mi minacciò'
di

Non sembra placarsi la bufera che ha investito Joss Whedon negli ultimi tempi: il regista era in una brutta situazione già dopo le accuse di Ray Fisher relative al comportamento sul set di Justice League, ma a quanto pare anche il cast di Buffy - L'Ammazzavampiri ha qualcosa da dire sul suo conto.

A parlare nei giorni scorsi sono stati gli stunt di Buffy, che denunciarono alcuni atteggiamenti decisamente aggressivi di Whedon sul set del celebre show con Sarah Michelle Gellar e Alyson Hannigan.

A parlare ora è invece uno dei protagonisti della serie, James Marsters: "Io arrivai e non era previsto che fossi un personaggio romantico, ma il pubblico mi recepì in quel modo. E ricordo che lui mi spinse contro un muro e mi disse tipo: 'Non m'interessa quanto tu sia popolare, ragazzo, sei morto. Mi senti? Sei morto. Morto' ed io ero tipo: 'Ok, va bene, è la tua partita questa, come vuoi" ha raccontato l'attore.

Marsters si è poi detto sicuro oltre ogni ragionevole dubbio che il regista non stesse per niente scherzando. Vedremo nei prossimi giorni se ci saranno repliche a queste nuove accuse rivolte a Whedon: nel frattempo, vediamo insieme perché Buffy sia stata una serie così rivoluzionaria e all'avanguardia per i suoi tempi.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
5