Buffy, James Marsters su Spike: 'Lo rifarei, ma a una sola condizione'

Buffy, James Marsters su Spike: 'Lo rifarei, ma a una sola condizione'
di

Tornare nei panni di un personaggio interpretato con tanto successo un po' di anni addietro è un'operazione piuttosto rischiosa: lo sa benissimo James Marsters, che un po' di tempo fa figurava tra i beniamini dei fan di Buffy - L'Ammazzavampiri grazie al ruolo di Spike.

La serie ideata da Joss Whedon è una di quelle che i fan vorrebbero tanto rivedere per un revival (si è, tra l'altro, parlato molto concretamente di un reboot), ma proprio Marsters ha dunque deciso di porre delle condizioni ben precise per rivestire i panni del suo personaggio.

"Lo dissi a Joss, che fosse una sola battuta o che ne fossero 50, in qualunque momento mi avesse chiamato io sarei corso, ovunque fossi nel mondo in quel momento. L'unica cosa è che, nel caso si trattasse di interpretare Spike, ha avuto sette anni di tempo: io sto invecchiando e Spike è un vampiro, non vorrei dover interpretare uno Spike invecchiato" ha spiegato l'attore.

Sempre Marsters ha poi accusato Joss Whedon di alcuni comportamenti aggressivi tenuti sul set di Buffy; le stesse accuse erano giunte al regista da parte degli stunt di Buffy - L'Ammazzavampiri, nonché da parte di Ray Fisher in riferimento al periodo trascorso sul set di Justice League.

FONTE: digitalspy
Quanto è interessante?
2