Buffy, Joss Whedon replica alle accuse: "Dovevo alzare la voce, erano così giovani"

Buffy, Joss Whedon replica alle accuse: 'Dovevo alzare la voce, erano così giovani'
di

Per la prima volta Joss Whedon ha deciso di rompere il silenzio sulle accuse mosse dal cast di Buffy spiegando le ragioni di alcuni suoi comportamenti sul set di questa iconica serie andata in onda tra la fine degli anni '90 e i primi anni 2000.

Il regista ha negato tutte le affermazioni di Charisma Carpenter, sottolineando solo di aver dovuto alzare la voce di tanto in tanto nel corso delle riprese per via della giovane età di gran parte degli attori coinvolti in Buffy. Al solo scopo di riportare all'ordine questo gruppo un po' scalmanato.

Joss Whedon ha infatti detto: "Ero giovane, ho urlato. Dovevo alzare la voce, erano così giovani ed era facile per loro trasformare tutto in un cocktail party. Non ho mai umiliato qualcuno, se lo avessi fatto non sarei riuscito a superare la cosa. So che mi arrabbiavo, ma non sono mai stato fisicamente violento con qualcuno".

E su Charisma Carpenter in particolare ha aggiunto: "La maggior parte delle mie esperienze sul con Charisma sono state deliziose e affascinanti. A volte aveva difficoltà a ricordare le sue battute, ma nessuno riusciva a pronunciare una battuta divertente meglio di lei. Non l'ho definita grassa, ovviamente non l'ho fatto. Non mi sarei mai permesso".

Sottolineiamo che in passato anche Sarah Michelle Gellar di Buffy ha attaccato Joss Whedon, sostenendo le parole dell'interprete di Cordelia Chase sui social network. Staremo a vedere ora se il cast della serie replicherà ancora una volta alle parole del regista.

FONTE: TV Line
Quanto è interessante?
2